Iperrealismo contemporaneo

Originale esposizione a Palazzo Bonaparte di Roma, ‘Sembra vivo!’, con installazioni di ogni dimensione in arrivo da tutto il mondo

 

Suggestiva, originale, straordinaria l’espiazione allestita nella capitale, a Palazzo Bonaparte. ‘Sembra vivo!’, la probabile e possibile esclamazione della stragrande maggioranza dei visitatori guardando, scrutando e analizzando ‘le creazioni iperrealiste dei più grandi artisti contemporanei. 43 le installazioni di ogni dimensione che caratterizzano il percorso degli incuriositi frequentatori del Palazzo di piazza Venezia. 29 i protagonisti di questa impressionante proposta ideata dal tedesco Institut fur Kulturaustausch, curata da Maximilian Letze in collaborazione con Nicolas Ballario e organizzata da Arthemisia.
Un progetto visionario sulla scienza dell’arte contemporanea in Italia suddiviso nei due piani del Palazzo e in sei sezioni: ‘Mosse ingannevoli. Cloni umani’; ‘Nobile semplicità. Sculture monocromatiche’; ‘Pezzo per pezzo. Parti del corpo’; ‘Cambio di prospettiva. Il corpo in scala’; ‘La manipolazione del sé. Realtà deformate’ e ‘Oltre la specie’. Le composizioni sono arrivate dalle collezioni di tutto il mondo a conferma dell’internazionalità del movimento iperrealista che, dagli anni Settanta, ha mostrato una continua e costante soluzione sia nelle tecniche e nell’uso dei materiali che nella impostazione e nella configurazione. Via-via è possibile incontrare le rappresentazioni, fra l’altro, di Maurizio Cattelan, Ron Mueck, George Segal, Carole Feurman, Duane Hanson, Brian Booth Craig, Mel Ramos, Thomas Grunfeld, Kazu Hiro, Sam Jinks, Zharco Basheski e Marc Sijan.
Variano le dimensioni come i materiali utilizzati fra vetroresina, silicone, bronzo, supporti, plastiche, stoffe e i ‘componenti’ reali come i capelli. Il percorso espositivo dovrebbe essere rivelato pian piano per poter essere coinvolti e approfondire ogni apposizione, come, prima di uscire, una ‘faccia parlante’ è in grado di catalizzare l’attenzione.
Alla mostra è associato il catalogo pubblicato da Skira in doppia versione, in italiano e in inglese. 200 pagine e oltre la metà a colori. Iole Siena, presidente di Arthemisia, ha sottolineato come “le sculture cosiddette ‘iperrealiste’ appaiono sorprendentemente vive e vivide e creano un’illusione di corporeità che sollecitano riflessioni profonde sul confine fra arte e realtà. Per la mostra a Palazzo Bonaparte sono state selezionate opere di artisti che provengono da angoli diversi del pianeta evidenziando l’estensione internazionale del movimento e la capacità di influenzare vari contesti culturali, anche al di là dell’originale riproduzione, per arrivare nella sfera del fantastico e del surreale”. Nelle sale, valutando le figure umane, è possibile approfondire gli aspetti corporei, le posizioni, alcune deformate, ma anche gli animali, che confermano “l’evoluzione dell’iperrealismo e le molteplici sfumature”.
La mostra, ‘Sembra vivo!-Sculture iperrealiste dei più grandi artisti contemporanei’, può essere visitata a Palazzo Bonaparte di piazza Venezia, in prossimità con via del Corso, fino all’8 ottobre del 2023. Porte aperte tutti i giorni dalle 10 alle 20. Dal 3 luglio al 31 agosto la fascia oraria disponibile sarà fra le 11 e le 21.

Condividi

Lascia un commento

Mostre

Le foto degli scavi

Originale mostra allestita al MAXXI di Roma con le immagini dei cantieri di tutto il mondo della società Ghella, leader nella realizzazione di infrastrutture per servizi pubblici. È visitabile fino al 25 settembre Condividi

Condividi
Read More
Mostre

I costumi di altri riti e culture

Originale esposizione fotografica a Palazzo Bonaparte. ‘Mario Testino. A Beautiful World’ per testimoniare la scoperta di alcune caratteristiche popolazioni di una trentina di paesi Condividi

Condividi
Read More
Mostre

I palcoscenici d’un tempo

‘Teatro. Autori, attori e pubblico nell’Antica Roma’ è l’originale esposizione allestita al Museo dell’Ara Pacis’ con numerose testimonianze, fra reperti, ricostruzioni video e strumenti musicali Condividi

Condividi
Read More