L’esposizione delle coppie

Originale iniziativa nella capitale, a Palazzo Carpegna. All’Accademia Nazionale di San Luca, ‘Rifrazioni. 15 curatori x 15 artisti’, promossa, gestita e coordinata da Massimo Mininni e Barbara Reggio

’15 curatori x 15 artisti’, è l’opportuna indicazione relativa all’esposizione allestita all’Accademia Nazionale di San Luca su sollecitazione del presidente Marco Tirelli, coordinata scientificamente da Massimo Mininni e gestita anche da Barbara Reggio. ‘Rifrazioni’ è il riferimento dell’originale proposta, che vede coinvolti quindici esperti di età, preferenze artistiche e generi diversi nella produzione di altrettanti interpreti pronti ad abbellire ed arricchire gli spazi di Palazzo Carpegna di piazza dell’Accademia di San Luca, a Roma. Le opere sono collocate nei molteplici perimetri dell’Accademia, persino sulle scale di una delle più antiche d’Europa, in un percorso oscillante fra i vari temi preferiti dagli autori. I diversi scenari e la varietà dello stile delle produzioni caratterizzano la mostra. Le composizioni sono state realizzate con svariati materiali e con forme e colori anche inediti e sorprendenti. L’Accademia, intesa come ‘Casa degli Artisti’, offre l’occasione di una conferma del rapporto fra passato e attualità affrontando tematiche di estremo interesse con linguaggi moderni, ma anche universali, classici e tradizionali.
E, così, come uno scioglingua, l’elenco dei curatori che affiancano gli autori presentando le opere sono Maria Alicata per la calabrese di Vibo Valentia Elena Bellantoni, Lorenzo Benedetti per la ramana Catherine Biocca, Gaia Bobò per Chiara Fumai, Cecilia Canziani per la piacentina Chiara Camoni, Stefano Chiodi per la francese di Levallois-Perret Lulù Nuti, Lara Conte per il torinese Paolo Icaro, Ilaria Gianni per lo jesino Patrizio Di Massimo, Davide Ferri per il belga di Kortrijk Pieter Vermeersch, Matteo Lucchetti per il camerunense di Douala Victor Fotso Nyie, Vittoria Martini per la piemontese di Torino Ludovica Carbotta, Pier Paolo Pancotto per Claire Fontaine (James Tornhill e Fulvia Carnevale, artista collettiva dal 2004), Cristiana Perrella per il fotografo spezzino Jacopo Benassi, Spazio Taverna per ToiletPaper, Paola Ugolini per la siciliana di Agrigento Silvia Giambrone e Saverio Verini per Giovanni Termini di Assoro, provincia di Enna.
La mostra è accompagnata dall’immancabile catalogo stampato da Edizioni Electa affrescato con gli scritti dei curatori dell’iniziativa e con le immagini delle proposte, che sono ammirabili gratuitamente fino al prossimo 28 giugno dal martedì al sabato nella fascia oraria compresa fra le 15 e le 20. Il sabato porte aperte dalle 10 alle 14 e dalle 15 alle 20.
Nell’ambito della rassegna, nel Salone d’Onore di Palazzo Carpegna, sono previsti alcuni incontri con le coppie protagoniste di ‘Rifrazioni’ e anche una serie di performance promosse e coordinate da Bartolomeo Pietromarchi, ‘Archetipi’. “Compaiono nei miti, nelle religioni, nei sogni, formano categorie simboliche che strutturano culture e mentalità e orientano il soggetto verso una evoluzione interiore. Uniscono, fondamentalmente, un simbolo e una emozione e nella mente depositano in modo permanente immagini primordiali condizionate dall’immaginario e dalla rappresentazione”. All’invito hanno aderito, per offrire il rispettivo contributo, Monica Bonvicini, Silvia Calderoni, Anna Franceschini, Eva e Franco Mattes e Nino Vascellari.

Condividi

Mostre

I palcoscenici d’un tempo

‘Teatro. Autori, attori e pubblico nell’Antica Roma’ è l’originale esposizione allestita al Museo dell’Ara Pacis’ con numerose testimonianze, fra reperti, ricostruzioni video e strumenti musicali Condividi

Condividi
Read More
Mostre

Le star del bianco e nero

Mostra fotografica su ‘Victor Peters. Timeless Time’ a Roma nelle sale di Palazzo Bonaparte con i protagonisti internazionali del cinema, che può essere ammirata fino al prossimo 25 agosto Condividi

Condividi
Read More
Mostre

Visioni mediterranee

Alla Casa-Museo ‘Hendrik Christian Andersen’ di Roma la mostra con la produzione del siciliano Giuseppe Modica con protagonista il ‘Mare Nostrum’ e i dipinti diventati copertine di libri, fra cui anche di Leonardo Sciascia Condividi

Condividi
Read More