I concerti di Santa Cecilia

Presentata all’Auditorium ‘Ennio Morricone’ da Michele Dall’Ongaro la stagione dell’Accademia, che inizierà il 12 ottobre

 

Un omaggio a Roma con la musica di Ottorino Respighi per aprire il prossimo 12 ottobre la stagione 2023/2024 dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. ‘Le Fontane’ e ‘I Pini di Roma’ e ‘Feste romane’ saranno protagonisti anche il 13 e il 14 ottobre. L’Orchestra e il Coro saranno diretti dall’ungherese Ivan Fischer. E dopo diciassette anni. L’esecuzione della ‘Trilogia romana’ del compositore bolognese, ma scomparso a 57 anni proprio nella capitale, sarà affiancata da un video realizzato da Yuri Ancarani, originario di Ravenna, che ha raccontato Venezia con il film ‘Atlantide’ in concorso alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica del capoluogo veneto e candidato al ‘David di Donatello’. Il direttore d’orchestra di Budapest sarà in scena all’Auditorium-‘Parco della Musica’ dedicato all’indimenticabile Ennio Morricone anche il 15 ottobre. Nelle tre serate iniziali le note di Respighi saranno alternate a quelle di Franz Liszt per ‘O Roma Nobilis’ e ‘Dall’Alma Roma’.
Il denso e intenso programma è stato illustrato dal presidente dell’Accademia Michele Dall’Ongaro in compagnia degli assessori alla Cultura, alle Pari Opportunità, al Servizio Civili, alle Politiche Giovanili e alla Famiglia della Regione Lazio Simona Renata Baldassarre e ai Lavori Pubblici e alle Infrastrutture di Roma Capitale Ornella Segnalini, che ha rivelato “di essere affezionata e abbonata da molti anni ai concerti dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia”. Una stagione sinfonica che sarà conclusa il 15 giugno del 2024 con il ‘Concerto n. 2’ di Ludwig van Beethoven. Al pianoforte l’argentina naturalizzata svizzera Maria Martha Argerich, diretta dall’israeliano Lahav Shani.
Il concerto inaugurale, con il sostegno della Festa del Cinema di Roma, è inserito nel ‘Bridging Europe Festival’, una rassegna promossa da Fischer nel 2013, che annualmente vede la collaborazione del ‘Budapest Festival Orchestra’ con un’altra struttura europea. Nel 2023 l’unione è proprio con Roma e il 27 settembre nella capitale ungherese sarà l’Orchestra dell’Accademia diretta da Fischer ad eseguire la ‘Trilogia romana’ di Ottorino Respighi.
Il cartellone di Santa Cecilia offre ventotto produzioni sinfoniche, diciotto da camera con un paio di importanti appuntamenti, però non compresi nel pacchetto degli abbonamenti, il 16 ottobre con i Solisti della Budapest Festival Orchestra e il 7 novembre con un recital per pianoforte ed elettrica. Un paio di tour europei dell’Orchestra dell’Accademia, dal 6 all’11 novembre in Germania e in Austria con il direttore emerito Antonio Pappano e dal 13 al 18 maggio nuovamente in Germania e nella Repubblica Ceka con Jakub Hrusa, che nella stagione sarà anche il direttore ospite principale. Antonio Pappano, che nell’ottobre del 2024 lascerà le competenze al direttore musicale Daniel Harting, guiderà l’esperienza al Festival di Pasqua di Salisburgo dal 23 marzo al 1° aprile del prossimo anno. E sarà la prima Italiana protagonista al Festival austriaco.
Il programma prevede anche una serie di debutti, fra cui quello del giovane finlandese Santtu-Matias Rouvali, direttore della Philharmonia Orchestra di Londra e della Gothenburg Symphony e del violinista serbo Nemanja Radulovic; di Tarmo Peltokoski, ventitreenne di Helsinki e di Maria Duenas Fernandez, vent’anni spagnola di Granada, protagonista nel ‘Concerto per violino’ di Petr Il’ic Cajkovskij, che ha già suonato nella Los Angeles Philharmonic e nella Pittsburgh Symphony Orchestra. Il concerto di Natale sarà affidato alla bacchetta dell’americano John Nelson, che dopo una trentina d’anni torna per dirigere ‘Il Messia’ di Georg Friedrich Handel. Il nuovo anno, invece, sarà aperto dalla visione del pluripremiato ‘Amadeus’ di Milos Forman con l’Orchestra e il Coro di Santa Cecilia diretti da Ludwig Wicki per la colonna sonora.
Dall’Ongaro ha annunciato anche che Andrea Secchi, originario della provincia di Siena, sarà il nuovo maestro del Coro dell’Accademia e la creazione della Banda Cecilia, una formazione pronta a unire la tradizione all’attuale ricerca e rivolta ad amatori e appassionati di ogni età. Marco Tiso sarà il direttore per spaziare fra i vari generi musicali.
Iniziative per avvicinare i giovani all’Auditorium-‘Parco della Musica’ con agevolazioni tariffarie per gli abbonamenti e con serate dedicate alle tonalità meno classiche, come, fra l’altro, ‘Buddha Passion’ del cinese Tan Dun, per la prima volta in Italia, in collaborazione con Roma Europa Festival, previste il 23, il 24 e il 25 novembre; il concerto per violino ‘Corpo elettrico’ di Luca Francesconi con la moldava Patricia Kopatchinskaja diretta da Maxime Pascal l’11, il 12 e il 13 aprile del 2024 e ‘Concerto per pianoforte’ di Mason Bates il 9, il 10 e l’11 maggio. Previsto anche un ciclo di incontri di approfondimento curati da Michele Dall’Ongaro per ricordare la produzione operistica di Giacomo Puccini nei cento anni dalla scomparsa.

Condividi

Lascia un commento

Musica

Musiche, canti e balletti

Definito il programma della prossima stagione dell’Accademia Filarmonica Romana con il nuovo direttore artistico Domenico Turi. Spettacoli allestiti anche al Teatro ‘Olimpico’ e all”Argentina” Condividi

Condividi
Read More
Musica

La Festa della Danza

Spettacoli gratuiti dal 10 al 16 giugno in tutti i municipi della capitale, soprattutto all’aperto, in piazze, giardini, parchi, ponti e cortili. Quasi centocinquanta le evoluzioni in programma con numerosi giovani protagonisti nel ‘Corpo Libero’ Condividi

Condividi
Read More
Musica

Rock in Roma. Il Festival della capitale

La grande musica all’Ippodromo delle Capannelle per la quattordicesima stagione dell’ormai tradizionale rassegna. Concerti anche all’Auditorium dedicato a Ennio Morricone. In programma una trentina di serate Condividi

Condividi
Read More