Foto e poesie

Originale esposizione a Roma, ‘Dio si nasconde’, firmata da Kozo Yano e André Simoncini

Immagini e parole. Foto e poesie. Flash e componimenti.
Il mix è esposto a Roma, nello spazio della Galleria della Biblioteca Angelica. Protagonisti il fotografo giapponese Kozo Yano e il poeta lussemburghese André Simoncini. Una trentina le testimonianze nell’immortalità del bianco e nero fermate e raccolte in insospettabili zone del pianeta arricchite dalle strofe in doppia lingua.
La mostra, ‘Dio si nasconde’, è stata curata da Maria Luisa Caldognetto e Stefania Severi con l’organizzazione della cooperativa sociale Apriti Sesamo di Roma in collaborazione con l’associazione culturale Convivium e il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, dell’Ambasciata del Granducato del Lussemburgo in Italia e dell’istituto Giapponese di Cultura.
Scatti di forme rocciose, strati geologici e sedimenti pietrificati per ricordare e intravvedere, anche stilizzati, riproposizioni di volti umani. La scoperta è avvenuta in un qualsiasi angolo del mondo.
L’incontro fra i due è stato inizialmente professionale, in quanto Simoncini in Lussemburgo dirige una delle più importanti gallerie d’arte contemporanea. I continui contatti hanno portato all’emersione dei rispettivi interessi fino a pensare e concretizzare l’originale iniziativa.
La prima apparizione assoluta dell’unione internazionale nippo-lussemburghese risale al 2014 proprio nella Galerie Simoncini. Tappa successiva in Estremo Oriente, in Giappone. Inevitabile, vista l’origine di Kozo Yano. Nel 2015 a Tokyo all’interno dell’Ambasciata del Lussemburgo in occasione del semestre dell’Unione Europea presieduto dal Granducato.
Kozo Yano è nato a Tokyo. È arrivato in Europa agli inizi degli anni Settanta e dal 1979 ha trovato il riferimento in Francia. Designer, direttore artistico e creativo in alcune agenzie di comunicazione, è stato folgorato dalla passione per la fotografia intorno agli anni Novanta. Vanta esposizioni in Fra, Giappone, Italia e Lussemburgo.
Traduttore, gallerista, poeta, editore, André Simoncini è originario del Lussemburgo con avi italiani. È autore di alcune raccolte in francese abbellite da artistiche illustrazioni. In coppia con Yano ha pubblicato nel 2014 ‘Dieu se cache’ con traduzione in giapponese di Takashi Furugaichi l’anno successivo e nel 2018 in italiano di Maria Luisa Caldognetto, che, fra l’altro, vive in Lussemburgo.
Il catalogo è stato pubblicato da Galerie Simoncini Editeur.
La mostra, ‘Dio si nasconde’, può essere ammirata gratuitamente fino al prossimo 10 febbraio da
l martedì al giovedì nella fascia oraria oscillante fra le 10 e le 18 e 30. Venerdì e sabato chiusura anticipata alle 13 e 30.
L’esposizione di via Sant’Agostino sarà accompagnata il 25 gennaio dalle letture delle liriche di Simoncini dell’attrice Chiara Pavoni con la proiezione delle immagini del fotografo giapponese e il 27 gennaio dall’incontro con al centro ‘Quando la poesia attraversa le frontiere-Itinerari incrociati fra Italia e Lussemburgo’ con la partecipazione, fra l’altro, di Elio Pecora, che, per l’occasione, presenterà la pubblicazione internazionale ‘Poeti e Poesia’.

Condividi

Lascia un commento

Mostre

I costumi di altri riti e culture

Originale esposizione fotografica a Palazzo Bonaparte. ‘Mario Testino. A Beautiful World’ per testimoniare la scoperta di alcune caratteristiche popolazioni di una trentina di paesi Condividi

Condividi
Read More
Mostre

I palcoscenici d’un tempo

‘Teatro. Autori, attori e pubblico nell’Antica Roma’ è l’originale esposizione allestita al Museo dell’Ara Pacis’ con numerose testimonianze, fra reperti, ricostruzioni video e strumenti musicali Condividi

Condividi
Read More
Mostre

Le star del bianco e nero

Mostra fotografica su ‘Victor Peters. Timeless Time’ a Roma nelle sale di Palazzo Bonaparte con i protagonisti internazionali del cinema, che può essere ammirata fino al prossimo 25 agosto Condividi

Condividi
Read More