Medaglie all’Italrosa

Poker di podi al Mondiale di Bath di pentathlon moderno. Secondo titolo consecutivo per la romana Elena Micheli, che con l’argento Alice Sotero ottiene il pass olimpico

Quattro medaglie e i pass individuali di un paio di atlete per gli ormai prossimi Giochi Olimpici di Parigi del 2024. Il pentathlon moderno azzurro al Mondiale inglese di Bath, dal 19 al 28 agosto, raccoglie risultati esaltanti soprattutto nel settore femminile. Tricolore e inno di Goffredo Mameli, quindi, protagonista. Doppietta pregiata e preziosa con la romana Elena Micheli, oro e la piemontese Alice Sotero, un gradino sotto sul podio. La ventiquattrenne dei Carabinieri, sportivamente cresciuta nella Lazio, ha conquistato il secondo titolo consecutivo dopo quello dello scorso anno ad Alessandria d’Egitto, per il quale ha ottenuto anche il Collare d’Oro del CONI, il Comitato Olimpico Nazionale. 1.429 i crediti incamerati nelle cinque prove in programma: tiro a segno, nuoto, scherma, equitazione e corsa. Per il nostro Paese il Mondiale era stato vinto da un’altra romana, Claudia Corsini, nel 2005 a Varsavia, mentre il copia-e-incolla sull’Albo d’Oro della disciplina apparteneva solo alla francese Amélie Cazé. Nel curriculum Elena Micheli vanta anche un argento al Mondiale del 2019 a Budapest e un secondo posto, sempre nella capitale ungherese, nei Campionati Militari del 2016, ma nella staffetta mista.
Alice Sotero, 32 anni, di Asti, madre di Ginevra dall’inizio di giugno del 2022, rappresentante delle Fiamme Azzurre, ha conquistato l’argento con 1.420 punti. Bacheca arricchita e mensola appesantita complessivamente con tre medaglie mondiali, un oro europeo, oltre a quello e a un paio di bronzi ai Giochi Europei. All’Olimpiade di Rio de Janeiro nel 2016 Alice Sotero ha concluso in settima posizione e a Tokyo nel 2021, ma targata 2020, ha sfiorato il podio chiudendo al quarto posto. Le azzurre hanno preceduto la britannica Kerenza Bryson ferma a quota 1.419.
La leadership planetaria individuale è stata valorizzata dalla classifica a squadre, che era composta anche da Alessandra Frezza, 28 anni, dell’Aeronautica Militare. Il team italiano è salito a un livello irraggiungibile per le avversarie, 4.221, con il tredicesimo posto di Alessandra Frezza, che ha totalizzato 1.372 punti. L’Italrosa l’ha spuntata sulla Gran Bretagna, ferma a 4.207 e l’Ungheria, bloccata a 3.537.
L’altro argento, per completare il successo della spedizione azzurra al di là della Manica, è arrivata dalla staffetta femminile e, in particolare, con Beatrice Mercuri e Aurora Tognetti. La coppia italiana è stata superata solo dalle egiziane Amira Kandil e Malak Ismail. Sul gradino più basso del podio è salito il Messico con Mayan Oliver e Mariana Arceo.
Nel settore maschile Giorgio Malan ha concluso al decimo posto. L’oro è rimasto in Gran Bretagna grazie a Joseph Chong. La staffetta è stata posizionata sulla settima casella nella prova vinta dall’Egitto. La formazione italiana era composta da Stefano Frezza e Federico Alessandro. Nella staffetta mista il successo è andato al paese nordafricano.
Egitto leader anche nel medagliere con un poker di ori e un terzo posto, poi la Lituania con un tris di titoli e un bronzo e, quindi, l’Italia. Alla Gran Bretagna il maggior numero di medaglie, sei. Nel totale sono comprese anche le prove di laser-run, che prevede corsa campestre e tiro. Nell’area dell’Università di Bath erano iscritti 560 atleti in rappresentanza di 33 paesi nella laser-run e 196 pentatleti di 39 bandiere.
La Federazione Italiana Pentathlon Moderno, istituita nel 1940 e presieduta da Fabrizio Bittner, fra l’altro, può mostrare anche medaglie olimpiche: d’oro con Daniele Masala nell’individuale e con la squadra insieme a Carlo Massullo e Pierpaolo Cristofori nel 1984 a Los Angeles, d’argento con Carlo Massullo e la nazionale nel 1988 a Seul e di bronzo con Roberto Bomprezzi, Carlo Massullo e Gianluca Tiberti nel 1982 a Barcellona.

Condividi

Lascia un commento

Sport

Canottaggio sociale

Illustrate le iniziative della Federazione, fra cui la partecipazione all’annuale ritrovo con l”onda rosa’ per sostenere i controlli sanitari delle donne e la raccolta di firme per l’abbassamento della tassa sugli assorbenti Condividi

Condividi
Read More
Sport

I primi quarant’anni

Il 14 aprile ‘Vivicittà’ promosso dall’UISP in molti centri della nostra penisola e in alcuni istituti penitenziari e monofili con migliaia di partecipanti, fra cuo il ministro Andrea Abodi. Poi la classifica compensata Condividi

Condividi
Read More
Sport

Lo sport in città

Meeting di due giorni a Pietrasanta, in provincia di Lucca, con i protagonisti delle varie discipline. Attesi amministratori pubblici, dirigenti e atleti alla ricerca di soluzioni per migliorare la situazione nella nostra penisola Condividi

Condividi
Read More