Imprese audiovisive

Stati Generali ‘della lotta alla pirateria tra legalità, sicurezza e intelligenza artificiale’ promossi dalla FAPAV. Per l’Ipsos sono ancora molte le illegalità

 

“Lo sviluppo tecnologico è utilizzato” anche in modo non corretto”e aumenta il livello della pirateria nel nostro Paese, che è in continua e costante evoluzione”. Le considerazioni di Federico Bagnoli Rossi, presidente della FAPAV, la Federazione per la tutela delle industrie dei contenuti audiovisivi e multimediali, sono arrivate nel corso degli Stati Generali ‘della lotta alla pirateria tra legalità, sicurezza e intelligenza artificiale. Industrie dei contenuti, consumi culturali e comportamenti illeciti’, promossi nella capitale anche per rendere noti i risultati dell’indagine di Ipsos in merito a questo fenomeno.
I dati sono stati illustrati dal presidente Nando Pagnoncelli e confermano una situazione praticamente stabile fra la popolazione adulta, il 42%, ma anche una impennata del numero dei contenuti audiovisivi piratati. Nel 2022 gli illeciti sarebbero stati quasi 345 milioni, ben 30 milioni in più rispetto all’anno precedente, +9%. Il maggior incremento è caratterizzato soprattutto dalla ricerca degli avvenimenti sportivi in diretta, +26%, poi i programmi televisivi, +20%, le serie e le fiction, +15%.
L’audiovisivo illecito, in particolare, è sospinto dai film, 35%, anche se rispetto alle ultime stagioni il dato mostra una flessione. Un altro in controtendenza riguarda gli adolescenti fra i 10 e i 14 anni, responsabili di almeno un atto illecito, che evidenzia un arretramento a breve, -4% e a lungo periodo, al di sotto dei 25 milioni, mentre nel 2018 le stime ipotizzavano il superamento della soglia dei 31 milioni. Il periodo di lockdown, con il confinamento domestico per cercare di evitare l’allargamento del numero dei contagi da Covid-19, ha condizionato i responsi di almeno un biennio.
La stragrande maggioranza, l’81%, fra l’altro, è consapevole di commettere un reato e l’approfondimento di Ipsos conferma che l’oscuramento dei siti è una misura efficace: il 40% degli adulti ha incontrato almeno una volta un sito bloccato e quasi la metà, +6%, a quel punto ha scelto un’alternativa legale.
Federico Bagnoli Rossi ha anche richiamato l’attenzione sul varo della nuova normativa “antipirateria e al continuo impegno della Federazione nella promozione di iniziative di sensibilizzazione e di campagne di informazione a sostegno della legalità, fra cui ‘Il cinema siete voi’ sollecitata in collaborazione con L’ANEC, l’Associazione Nazionale degli Esercenti Cinematografici, l’ANICA, rappresentante delle Industrie del settore, l’APA, riferimento dei Produttori degli Audiovisivi e l’Univideo, l’Unione italiana dell’editoria audiovisiva e che sarà presentata alla rassegna di Venezia e ‘We are stories’, una serie di spot con protagoniste alcune giovani professioniste testimoni come la passione per l’audiovisivo sia stata determinante per concretizzare i rispettivi obiettivi”.
Da sua Nando Pagnoncelli ha ribadito che “la pirateria rimane uno dei problemi ancora presenti nel panorama italiano, ma attraverso l’educazione e le attività di deterrenza è possibile arginare. Questo è il grande risultato che l’industria dell’audiovisivo deve inseguire e conquistare nei prossimi anni”.
Il 55% dei ‘pirati’, fra l’altro, ritiene probabile che il reato sia scoperto e punito, tanto più che il 76% dei giovani e giovanissimi sono consapevoli dell’illecità delle azioni. Sarebbero due milioni gli abbonati irregolari. “I responsabili sono anche coscienti dei danni provocati all’industria audiovisiva e, in particolare ai lavoratori del settore”.

Condividi

Lascia un commento

Attualità

La Strada della Contessa

Riattivato in anticipo il collegamento terra-mare fra l’Umbria e le Marche della Statale 452 chiuso per otto mesi per interventi di riqualificazione. Iniziative per rivitalizzare l’economia, il turismo e il commercio delle realtà da Gubbio all’Adriatico Condividi

Condividi
Read More
Attualità

Spesa pubblica e divario sociale

L’autonomia regionale differenziata è stata analizzata durante l’incontro promosso nella capitale all’Accademia Nazionale dei Lincei di Palazzo Corsini da economisti e docenti universitari Condividi

Condividi
Read More
Attualità

I progetti del PNRR

Approfondimento sulle risorse disponibili e sulle scadenze per la realizzazione con i rappresentanti delle istituzioni, delle amministrazioni pubbliche locali e delle Imprese Condividi

Condividi
Read More