Preghiere, veglie e musiche

Un intenso e variegato programma ha accompagnato per una decina di giorni i fedeli della Parrocchia di Valle Martella alla Pasqua

 

La celebrazione eucaristica nella serata del Lunedì dell’Angelo è stata l’epilogo di un programma intenso e originale, articolato in una decina di giorni, che ha portato i fedeli della Parrocchia di Santa Maria Regina della Valle in tutte le tradizionali tappe del particolare periodo. A Valle Martella, comune di Zagarolo, confinante con l’estesa periferia della capitale, don Ramón Javier Bravo Ardiles ha allestito le iniziative previste per la Settimana Santa, arricchite da qualche gradito extra, vista l’affollata e appassionata partecipazione.
Nella domenica dedicata alle benedizioni dei ramoscelli d’ulivo e alla rinnovata adesione della Confraternita del Santissimo Signore della Prigionia nel quinto anniversario, la Parrocchia ha ospitato un concerto straordinario degli Ottoni della Cappella Pontificia Musicale Sistina, ‘Rallegrati Gerusalemme’. L’orchestra è composta da una decina di elementi, sei quelli che si sono esibiti nella Parrocchia Santa Maria Regina della Valle: Domenico Agostini e Samuele Del Monte alla tromba, Giuseppe Calabrese e Maria Eleonora Ecca al corno, Matteo Caramaschi al trombone e Alessandro Caretta alla tuba. Dal 2000 sono stati protagonisti anche sui palcoscenici di alcuni fra i più noti teatri della nostra penisola, come il ‘San Carlo’ di Napoli, l’Accademia romana di ‘Santa Cecilia’, ‘La Fenice’ di Venezia e a la ‘Scala’ di Milano. Il gruppo di Ottoni è stato indicato per riportare in Vaticano la tradizione delle ‘Trombe d’Argento’, l’inno che nell’Ottocento era suonato durante le solenni celebrazioni proposte a San Pietro alla presenza del Papa. Alla Parrocchia di Valle Martella hanno suonato una decina di brani oscillando fra le note rinascimentali e di Johann Sebastian Bach e Giuseppe Verdi e quelle di George Jacob Gershwin, Nino Rota e del Premio Oscar Ennio Morricone. Fragoroso il battimani finale anche per sollecitare un’appendice al previsto programma della serata, alla quale hanno partecipato, fra gli altri, i sindaci di Zagarolo e di Serrone, rispettivamente Emanuela Panzironi e Giancarlo Proietto.
Fra messe, benedizioni, visite pastorali a domicilio ai malati della zona, confessioni, momenti di riflessione e preghiera, incontri e qualche confronto, nel venerdì pre-pasquale si è svolta la solenne Via Crucis con le quattordici ‘stazioni’ poste nel perimetro della Parrocchia, fra le strade dedicate a Fryderyk Franciszek Chopin, a Giuseppe Martucci e a Alessandro Scarlatti.
La processione serale è stata sostenuta dai ragazzi e dalle giovani del Gruppo Kairos. Una quarantina di volontari fra i 15 e i 25 anni formalmente costituiti nel 2022, ma già operativi da qualche tempo. L’attiva formazione è gestita e coordinata da Emiliano Ciucci, della logistica è responsabile Riccardo Straventa e il terzetto è completato da Domiziana Chronowski. I partecipanti dall’azzurra t-shirt sono il continuo e costante riferimento della quotidianità parrocchiale, in particolare per il ‘Grest’, i Gruppi Estivi, con l’assistenza e l’animazione assicurata ai più giovani; per l’attività nell’Oratorio; per gli appuntamenti del catechismo, preparatori alla Comunione e alla Cresima; come supporto nella distribuzione dei generi di necessità e di conforto della Caritas e per i fedeli nei viaggi di pellegrinaggio. Dal 1° al 6 agosto saranno a Lisbona per partecipare alla Giornata Mondiale della Gioventù, la periodica adunata voluta nel 1984 dall’allora Papa Giovanni Paolo II, all’anagrafe polacca di Wadowice Karol Józef Wojtyla, beatificato nel 2011 da Benedetto XVI e canonizzato nel 2014 da Francesco I. È il primo raduno organizzato in Portogallo, il terzo, però, sulla penisola iberica, dopo quelli nelle spagnole Santiago de Compostela nel 1989 e di Madrid nel 2011. L’appuntamento è stato posticipato di un anno dal Vaticano a causa dell’emergenza-contagi da Covid-19. La comunicazione del rinvio era stata data nell’aprile del 2020. Tema dell’incontro, a cui andranno ventidue rappresentanti del Gruppo Kairos, ‘Maria si alzò e andò di fretta’.
La Confraternita del Santissimo Signore della Prigionia è attiva dal 14 febbraio del 2018 per volontà di don Ramón Javier Bravo Ardiles, cileno di Andacollo, arrivato da sette anni a Valle Martella dalla zona di Serrone. Era il giorno che Papa Francesco aveva benedetto nel Sacrato di San Pietro, in Vaticano, la statua realizzata completamente in legno di cedro dal quarantanovenne artista spagnolo di Huelva, Elias Rodriguez Picón. Una dozzina i componenti della Confraternita, impegnati in particolari compiti e servizi per l’intera comunità parrocchiale. Sergio Di Francesco, Priore; Valerio Serini, Cerimoniere; Maurizio Ugolini, Camerlengo e, poi, Alfonso Arpino, Vito Chronowski, Nicola De Bellis, Emanuele Fianco, Ettore Imperiale, Michele Lavorgna, Viktor Pernoj, Roberto Romagnoli e Marzio Sparagna, sono stati coinvolti, naturalmente insieme al Gruppo Kairos e ad alcuni volontari, nella Via Crucis arricchita dalla partecipazione dei fedeli per il ricordo della passione e del sacrificio di Gesù Cristo e abbellita dall’illuminazione delle candele protette dai flambeaux. La suggestiva visione ha avvolto l’intensità del racconto, il raccoglimento, la preghiera, fra l’altro completata dai ritmi delle note della banda proveniente da La Forma.
Le ripetute cadenze delle iniziative hanno portato alla veglia in attesa della Resurrezione, alla conseguente liturgia e alla Messa solenne nella mattina di Pasqua.
La Parrocchia di Santa Maria Regina della Valle è una delle 52 della Diocesi di Palestrina guidata dal vescovo Mauro Parmeggiani. I fedeli e lo stesso don Ramón Javier Bravo Ardiles hanno rivolto un caloroso saluto e gli auguri allo storico parroco di Valle Martella, don Romolo Sabbi.

Condividi

Lascia un commento

Attualità

La Strada della Contessa

Riattivato in anticipo il collegamento terra-mare fra l’Umbria e le Marche della Statale 452 chiuso per otto mesi per interventi di riqualificazione. Iniziative per rivitalizzare l’economia, il turismo e il commercio delle realtà da Gubbio all’Adriatico Condividi

Condividi
Read More
Attualità

Spesa pubblica e divario sociale

L’autonomia regionale differenziata è stata analizzata durante l’incontro promosso nella capitale all’Accademia Nazionale dei Lincei di Palazzo Corsini da economisti e docenti universitari Condividi

Condividi
Read More
Attualità

I progetti del PNRR

Approfondimento sulle risorse disponibili e sulle scadenze per la realizzazione con i rappresentanti delle istituzioni, delle amministrazioni pubbliche locali e delle Imprese Condividi

Condividi
Read More