Kit al pronto soccorso

Iniziativa di Salvamamme e del San Camillo-Forlanini per chi non ha previsto il ricovero ospedaliero

Busta numero uno, di colore arancione, per le persone anziane o in difficoltà economica imminenti al ricovero? Busta numero due, di colore fucsia, per le donne vittime di violenza? O, busta numero tre, di colore verde, per chi è pronto alla dimissione da una struttura sanitaria? Il non-quiz è una iniziativa promossa dall’associazione Salvamamme in collaborazione con l’Azienda Ospedaliera San Camillo-Forlanini e il sostegno della Regione Lazio.
Quasi 2 mila e 500 ‘Kit Care con Amore per il Pronto Soccorso’ prossimamente saranno consegnati un paio di giorni la settimana dagli operatori dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico dell’Azienda Ospedaliera San Camillo-Forlanini a chi “non è in possesso dei generi e degli oggetti più elementari ed estremamente necessari per una minima condizione igienica e di dignità”. Le fasi, le modalità e l’utilità del progetto ‘Kit Care con Amore’ sono state illustrate in un’aula del nosocomio romano dall’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato; dal direttore generale dell’Azienda Ospedaliera San Camillo-Forlanini Fabrizio D’Alba; dalla guida di Salvamamme Grazia Passeri; dalla rappresentante del Consiglio di via della Pisana Marta Bonafoni; dal coordinatore nazionale dell’associazione Paolo Masini e dall’attrice-testimonial della campagna Cinzia Leone.
Negli shopper pluricolorati è possibile trovare l’occorrente per la cura della persona, fra cui oggetti utili per il primo periodo di ricovero, ma, se necessario, anche per l’eventuale allungamento della degenza. Il ‘Kit Care 24’ ha all’interno, fra l’altro, bagnoschiuma, cuffia, pettine, rasoietto, saponetta, specchietto e trousse. La dotazione prevede un paio di variabili sia per i neonati e i giovanissimi, ‘Kit Care Cicogna’ e ‘Kit Care Bimbi’ che per le donne vittime di violenza, ‘La Valigia di Salvataggio’. E, poi, è disponibile un ‘Kit Care Back Home’ per una dignitosa uscita dai vari reparti del nosocomio romano.
L’iniziativa di Salvamamme, che potrebbe essere estesa anche ad altri ospedali non solo della capitale, prevede l’immediata disponibilità di quasi 400 ‘Kit Care’ estivi e ha avuto la collaborazione di ‘Angeli in Moto’; di Soroptimist, in particolare per ‘La Valigia di Salvataggio’ e di Unilever, in grado periodicamente di offrire prodotti indispensabili per neonati e anziani.
Salvamamme, coordinata da Grazia Passeri, è operativa da oltre vent’anni ed è impegnata a sostenere, attraverso il riferimento in via Bernardino Ramazzini, chi è in gravi condizioni socio-economiche anche con interventi sanitari, psicologici, legali, logistici, pedagogici e formativi. L’associazione ha esperienza anche nei casi di maternità estrema e parto anonimo con sostegno specializzato e rivolto verso le donne vittime di soprusi e abusi.

Condividi

Lascia un commento

Attualità

La grandine sulle assicurazioni

L’innovazione tecnologica e i cambiamenti climatici che condizionano le proposte delle compagnie sono stati all’ordine del giorno del convegno organizzato a Roma da Fleet&Mobility Condividi

Condividi
Read More
Attualità

Premiazioni a L’Aquila

Presentata al Ministero di via del Collegio Romano una iniziativa promossa dal Comune. Tre le sezioni dedicate a Panfilo Gentile, a Stefano Vespa e a Gioacchino Volpe. La città abruzzese è candidata come ‘Capitale della Cultura’. Condividi

Condividi
Read More
Attualità

La terapia è nel piatto

Pubblicato un volume per il progetto ‘Fabry’s Kitchen’. L’importanza dell’alimentazione nella malattia rara molte volte diagnosticata anni dopo i primi sintomi. In alcune regioni già è possibile lo screening preventivo Condividi

Condividi
Read More