La passerella nella storia

Rivelato il progetto scelto dalla Commissione qualificata per realizzare ‘La nuova passeggiata archeologica’ fra le testimonianze dell’Antica Roma. L’inizio degli interventi è previsto entro il prossimo autunno da un’idea dello studio ‘Labics’

Un tour nella storia, quella affascinante e quasi infinita dell’Antica Roma, che periodicamente rimostra gli splendori per adeguare e aggiornare date, situazioni, personaggi e mappe. Esperti, studiosi, ricercatori e appassionati continuamente impegnati, quasi senza sosta. Intanto, per quel che è stato rilevato, è prevista ‘La nuova passeggiata archeologica’, il cui progetto vincitore del concorso internazionale è stato svelato ai Mercati di Traiano dal ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, dal sindaco di Roma Roberto Gualtieri e dal sovrintendente Capitolino Claudio Parisi Presicce. Il bando era stato indetto lo scorso ottobre dalla stessa amministrazione comunale attraverso la Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. La Commissione qualificata ha preferito la proposta dello studio romano ‘Labics’ di Maria Claudia Clemente e Francesco Isidori.
Ventitré le proposte esaminate con i pannelli della ristretta cinquina in mostra ai Mercati di Traiano con vista mozzafiato sulle testimonianze di una Roma in continua e costante evoluzione storica. Nella scelta hanno prevalso i criteri di compatibilità archeologica, ambientale, degli spazi, della creatività, dell’originalità e dell’innovazione anche per i materiali da utilizzare. La realizzazione deve essere anche idonea e allineata con il piano complessivo dell’amministrazione del Campidoglio. La competente Commissione, gestita e coordinata dal portoghese Joao Luis Carrillho da Gra¢a, era composta da professionisti e docenti indicati, fra l’altro, dal Ministero di via del Collegio Romano, dal Comune e dall’Ordine degli Architetti: Adriano La Regina, professore di Storia dell’Arte e accademico dei Lincei; Elisabetta Pallottino, docente all’Università di RomaTre; Alessandra Rampazzo e Cristiano Rasponi, specializzato nel recupero urbano.
“È uno sviluppo per l’intera area e un modo per esaltare il valore per la salvaguardia e la valorizzazione di queste testimonianze”, ha sottolineato il ministro Gennaro Sangiuliano. Il sindaco Roberto Gualtieri ha rilevato come “nel più alto concentrato di storia al mondo siamo in grado di creare e realizzare un vero e proprio circuito per mostrare anche i vari livelli dell’archeologia di questa città”.
‘La nuova passeggiata archeologica’ sarà in grado di collegare l’intera area, dai Fori Imperiali al Colosseo, dal Celio al Palatino, dalle Terme di Caracalla al Circo Massimo fino al Campidoglio. L’unione fra l’attuale moderna città con quella antica dal particolare fascino. Una camminata straordinaria e dalla visione ineguagliabile per i visitatori, che troveranno altri innesti, fra cui quelli intorno al Palatino e ciclopedonali di via San Gregorio, di via dei Cerchi, di via San Teodoro e del saliscendi del Campidoglio. Il piano dello studio ‘Labics’, che ha trovato anche consulenze e sostegni da docenti universitari, ricercatori ed esperti anche dell’ambiente, prevede un incremento dei servizi dell’area, fra cui spazi e aree verdi, balconate, sopraelevate e tratti ciclopedonali.
“‘La nuova passeggiata’ è il primo passo per una più ampia progettazione di trasformazione del Centro Archeologico Monumentale di Roma. Nel triennio 2025-2027 saranno progettati e realizzati interventi per 282 milioni di euro ricavati dal PNRR, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, dai finanziamenti per il Giubileo e dai fondi statali e comunali.
Il via ai lavori per ‘La nuova passeggiata archeologica’ potrebbe essere dato entro il prossimo autunno per un costo stimato in 18 milioni e 800 mila euro. Al vincitore andrà un riconoscimento di 135 mila euro e agli altri finalisti un rimborso di 100 mila euro. Per l’inizio degli interventi è opportuno attendere i passaggi e le verifiche previste dall’attuale normativa e il conseguente perfezionamento del progetto anche per la fattibilità tecnico-economica. Le altre quattro progettazioni hanno il riferimento negli architetti Giorgia Colombo, Luigi Franciosini, Marco Pietrolucci e Eugenio Cipolloni.

Condividi

Attualità

La Strada della Contessa

Riattivato in anticipo il collegamento terra-mare fra l’Umbria e le Marche della Statale 452 chiuso per otto mesi per interventi di riqualificazione. Iniziative per rivitalizzare l’economia, il turismo e il commercio delle realtà da Gubbio all’Adriatico Condividi

Condividi
Read More
Attualità

Spesa pubblica e divario sociale

L’autonomia regionale differenziata è stata analizzata durante l’incontro promosso nella capitale all’Accademia Nazionale dei Lincei di Palazzo Corsini da economisti e docenti universitari Condividi

Condividi
Read More
Attualità

I progetti del PNRR

Approfondimento sulle risorse disponibili e sulle scadenze per la realizzazione con i rappresentanti delle istituzioni, delle amministrazioni pubbliche locali e delle Imprese Condividi

Condividi
Read More