Eurovisioni, normative europee

Festival internazionale di cinema e televisione a Villa Medici, a Roma, con all’ordine del giorno le tecnologie, internet e l’intelligenza artificiale

‘Meta-televisione. L’impatto di internet e dell’intelligenza artificiale sui media’, è stato il filo conduttore della trentaseiesima edizione di ‘Eurovisioni’, il Festival internazionale di cinema e televisione promossa in collaborazione con l’AGCOM, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. Nel corso della giornata di approfondimento, organizzata a Roma nel suggestivo scenario di Villa Medici con vista su Villa Borghese, è stata affrontata soprattutto la necessità per l’Europa di varare un regolamento sull’intelligenza artificiale da tempo al centro dell’interesse di quasi tutti i paesi, della Commissione e del Parlamento del Vecchio Continente.
La serie degli interventi è stata aperta da Michel Boyton, presidente di ‘Eurovisioni’; da Giacomo Lasorella, responsabile dell’ AGCOM e di ERGEA, l’European Regulators Group for Audiovisual e da Francesco Giorgino, direttore dell’Ufficio Studi della Rai. Roberto Viola, direttore generale della DG Connect della Commissione Europea, ha ribadito “l’importanza di approvare un provvedimento” ricordando la scadenza del prossimo 8 dicembre del negoziato europeo. L’intervento, fra l’altro, ha preceduto la firma del presidente degli Stati Uniti Joe Biden sul decreto, immediatamente esecutivo, per imporre alle compagnie di internet e alle società di intelligenza artificiale generativa una serie di regole. La normativa europea dovrebbe seguire le linee decise dall’amministrazione americana, che impone alle società di intelligenza artificiale di verificare, prima dell’immissione sul mercato, la compatibilità con il rispetto dei diritti umani e dei cittadini.
“Trasparenza, accesso dei dati, protezione dei minori, lotta alla disinformazione e all’odio”, sono stati i temi richiamati da Giorgino anche per la programmazione della Rai. Tutti hanno ammesso l’ormai improrogabile necessità di definire un provvedimento che regoli la situazione e questo innovativo aspetto, che avanza velocemente, certamente più delle norme e delle decisioni regolamentari.
Un altro dibattito di grande attualità coinvolge i vlogger e gli influencer. L’Austria, fra l’altro, è stato il primo paese europeo ad aver regolamentato le attività del vlogger, come ha sottolineato Susanne Lackner, utile anche in questo particolare periodo storico. La giornata ha vissuto anche sul confronto del Digital Service Act e del Digital Market Act e sul ruolo svolto da Gianni Bellisario, il manager della Rai scomparso nel periodo del Covid-19, che è stato impegnato sia nella rete radiotelevisiva pubblica che nelle associazioni civili.
L’appuntamento romano è stato anche l’occasione per presentare le finaliste del Premio ‘Roberto Morrione’ per il giornalismo investigativo. Le tre inchieste video segnalate sono state, ‘Brucia la terra’ di Tommaso Panza e Youssef Hassan Holgadu; ‘Chi li ascolterà?’ di Selena Frasson e Claudio Rosa e ‘La propaganda del gas’ di Teresa Di Mauro, Vittoria Torsello e Lorenzo Urzia. L’incontro, aperto dal presidente dell’Associazione Amici di Roberto Morrione Giovanni Celsi, è stato coordinato da Duilio Gianmaria. Le videoinchieste saranno trasmesse su RaiNews.
Un altro segmento del programma è stato promosso su ‘Il servizio pubblico di domani: missione, governance, risorse e tecnologie’, gestito da Roberto Zaccaria, componente di Eurovisioni.

Condividi

Attualità

Lo spettacolo della storia

Altra attrazione a Castel Romano, all’interno del parco pluritematico di ‘Cinecittà World, con ‘Roma on Fire’ per una esperienza immersiva nell’antichità anche attraverso gli usi e i costumi dell’epoca Condividi

Condividi
Read More
Attualità

La vetrina delle bontà

‘Assaggi’, il Salone dell’enogastronomia del Lazio, è in programma a Viterbo all’Interno del Palazzo dei Papi. L’iniziativa, dal 18 al 20 maggio, è promossa dalla locale Camera di Commercio Condividi

Condividi
Read More
Attualità

Il Presidente e l”onda rosa’

Al Circo Massimo inaugurato il ‘Villaggio’ per gli screening gratuiti e per ogni informazione sulla prevenzione, sull’assistenza e sulle eventuali cure. Domenica il via alla ‘Race’ sarà dato da Sergio Mattarella Condividi

Condividi
Read More