Solidarietà sociale e alimentare

Assemblea elettiva di ANCC-Coop. A Roma Marco Pedroni confermato presidente. Segnalate le crescenti diseguaglianze, le povertà e l’inflazione

 

L’emiliano di Reggio Marco Pedroni è stato confermato presidente dell’ANCC-Coop. La rielezione è stata confermata al termine della quinta Assemblea dell’Associazione Nazionale Cooperative di Consumatori, che è stata organizzata nella capitale. Alla vicepresidenza è stato indicato Renato Dalpalù. Lo scorso maggio era stato eletto alla guida di Sait, il Consorzio delle Cooperative di Consumo Trentine.
‘Creare futuro. Una buona spesa può cambiare il mondo’, è stato l’impegnativo slogan che ha accompagnato l’incontro e caratterizzato gli interventi di alcuni rappresentanti del Governo e dell’amministrazione comunale di Roma, della FAO, della Comunità di Sant’Egidio, di Medici Senza Frontiere, di diplomatici, economisti, professionisti e dei delegati arrivati da ogni area della nostra penisola. Pedroni, prima e dopo la scadenza elettiva, ha ricordato che “negli ultimi anni sono cresciute le diseguaglianze e una parte dei ceti medi è stata spinta verso il basso con l’inflazione responsabile della riduzione del potere d’acquisto dei lavoratori dipendenti e dei pensionati. Il livello di occupazione non è calato anche se rimangono le criticità per le donne e le precarietà dei giovani. In questo clima di incertezze e possibile recessione, come i dati della prima parte del 2023 purtroppo confermano, Coop ha difeso il potere d’acquisto dei propri soci e di tutti i consumatori assorbendo una quota delle difficoltà economiche continuando a garantire prodotti di qualità, sicuri e accessibili a tutti soprattutto a marchio” aziendale “su cui l’investimento è notevole come lo sviluppo dell’offerta”. Pedroni ha ribadito la richiesta al Governo “di sostenere i produttori e i distributori, che sono al servizio del Paese, anche per stimolare la domanda interna e le fasce più deboli economicamente della popolazione”. Con questa realtà” i consumatori riducono le spese, anche alimentari e spostano l’attenzione sui discount”. Sono considerate positivamente le forme proposte per sostenere chi è a disagio anche attraverso “l’approvazione del ‘salario minimo’, il rafforzamento e il prolungamento del cosiddetto ‘cuneo fiscale’, ma non la ‘flat tax’, che è pessima, iniqua e inefficace”. Coop ha aggiunto risorse per oltre 75 milioni di euro per sostenere un milione e 300 mila nuclei familiari a disagio con gli acquisti anche di prima necessità.
Sono molteplici gli interventi di solidarietà e il coinvolgimento per rispettare l’ambiente e le condizioni di lavoro comprese nelle aziende collegate a Coop, che conferma la natura anomala. Una impresa alla ricerca dell’utile di bilancio, ma, oltre ai conti economici, è attenta e impegnata nel settore sociale, nell’offrire la massima qualità dei prodotti rispettando le norme ambientali e quelle a tutela degli occupati.
È di quasi 170 anni la storia cooperativistica nel nostro Paese, che nel 2022 ha registrato un giro d’affari di 16 miliardi e 100 milioni di euro, +12,4% rispetto al 2021, di cui 14 miliardi di euro sviluppati nella grande distribuzione, +6,4%. 2 mila 236 i punti-vendita e 75 le cooperative associate con un’offerta dei prodotti a marchio salita a 6 mila 121. 6 mila e 300 i soci, 59 mila 516 i dipendenti e 5 mila 330 i fornitori. A salvaguardia dell’inquinamento atmosferico Coop ha evitato l’immissione nell’aria di 58 mila 885 tonnellate di CO2. Coop è presente in 18 regioni della nostra penisola, in 108 province e in 1.223 comuni. Insegne assenti solo nel Molise e in Valle d’Aosta. Nel mercato della grande distribuzione è in terza posizione con una quota dell’11,7% dietro alla scritta Conad con il 15% e a quella Selex, 14,4%, che raggruppa alcuni scaffali distributivi in varie zone della nostra penisola. 6 miliardi e 500 milioni di euro il patrimonio netto. 8 miliardi di euro sono stati ottenuti con il prestito sociale. Gli investimenti sono stati 516 milioni e 300 mila euro. Oltre un/quarto delle famiglie è socio della Coop, che sono il 75% degli acquirenti. Una decina di milioni, invece, sono i clienti settimanali. Nel 2022 le nuove iscrizioni sono state 224 mila 593, +0,5% rispetto all’anno precedente. La maggior parte del totale sono donne, 58,3%; italiani, 92,3% e ultracinquantenni, 69,9%. I soci hanno risparmiato con le varie campagne promozionali 988 milioni e 300 mila euro e possono usufruire di 938 convenzioni con partner locali e nazionali, fra l’altro, nei settori dell’assistenza sanitaria, del benessere fisico, della cultura, dell’informazione, dello sport, del tempo libero, dei viaggi, della mobilità, della casa e della persona.
Andrea Catarci, assessore al Personale e ai Servizi del Territorio per la Città dei 15 minuti, con il saluto all’assemblea da parte della città di Roma ha sottolineato come “sia necessaria l’unione fra le comunità” per poter affrontare l’attuale situazione di “difficoltà economica causata dal rincaro delle bollette energetiche e dal costo della vita”. Pedroni ha anche ricordato che la Coop è impegnata “a offrire alimenti di qualità, sicuri, sostenibili e accessibili a tutti; a evitare aste a doppio ribasso; a tutelare gli agricoltori, gli allevatori e i pescatori e anche le piccole e medie imprese” dei cosiddetti ‘trasformatori’.

Condividi

Lascia un commento

Attualità

La Strada della Contessa

Riattivato in anticipo il collegamento terra-mare fra l’Umbria e le Marche della Statale 452 chiuso per otto mesi per interventi di riqualificazione. Iniziative per rivitalizzare l’economia, il turismo e il commercio delle realtà da Gubbio all’Adriatico Condividi

Condividi
Read More
Attualità

Spesa pubblica e divario sociale

L’autonomia regionale differenziata è stata analizzata durante l’incontro promosso nella capitale all’Accademia Nazionale dei Lincei di Palazzo Corsini da economisti e docenti universitari Condividi

Condividi
Read More
Attualità

I progetti del PNRR

Approfondimento sulle risorse disponibili e sulle scadenze per la realizzazione con i rappresentanti delle istituzioni, delle amministrazioni pubbliche locali e delle Imprese Condividi

Condividi
Read More