Pane e formaggio

Consegnato il ‘Premio Roma’ a fornai e a casari al Tempio di Vibia Sabina e Adriano promosso dalla Camera di Commercio

 

“Il coraggio di partecipare a un concorso riguarda l’intenzione di far valutare il personale prodotto ad una giuria, ma anche da altri che sono impegnati nello stesso tipo di professione”. Il presidente della Camera di Commercio Lorenzo Tagliavanti con queste parole ha dato il benvenuto a chi è stato preferito nelle varie sezioni del ‘Premio Roma’ per i migliori pani e prodotti da forno tradizionali e per gli apprezzati formaggi. “Il riconoscimento è anche una vetrina per le imprese e una opportunità di conoscenza e scambio di esperienze con chi opera nello stesso settore”.
Diciottesima annualità per i ‘migliori pani e prodotti da forno’, alla quale hanno partecipato una trentina di panettieri, la metà di Roma. Sdoppiate le categorie: una riguarda le aziende della capitale e del Lazio e l’altra il territorio nazionale. La migliore ‘Pizza bianca’ è di ‘Albanesi 2011’; il ‘Maritozzo’ preferito è di ‘Monteforte 3’; per la ‘Biscotteria tradizionale dolce secca da forno’ sono stati premiati gli ‘Scrocchietti alle nocciole’ della ‘Biscotteria Anticoli’, provincia di Frosinone; il ‘miglior pane prodotto da giovane imprenditore’ e quello ‘da una nuova impresa’ è di ‘Triticum’ con i ‘Cinque cereali e semi’. Riconoscimento anche per ‘l’impresa femminile’ con l”Integrale di grano tenero’ del ‘Forno Marini’, in provincia di Frosinone. Il ‘miglior prodotto da forno di interesse per i mercati nazionali ed esteri’ sono i ‘Bastoncini mandorlati’ del ‘Biscottificio Alessi Ernesto’ dell’area di Latina.
In campo nazionale i confini dei premiati sono stati allargati, in alcuni casi superando il mare. E in un paio di occasioni. Sbarco sull’isola, in Sardegna. Direzione Nuoro, verso ‘Tundu Piccola Panetteria Artigiana’ per i ‘Pani tradizionali e storici di frumento duro’ con il ‘Carasau •Madre•’ e per i ‘Pani conditi, dolci e salati’ con il ‘Carasau •Gocciau•’. Farina, acqua, lievito, qualche volta il sale, sono gli ingredienti base del pane, un simbolo di pace, la spiga, di benessere e di vita, sia laica che religiosa. Il ‘Pane Paesano’ del milanese ‘Panificio Grazioli’ l’ha spuntata nella sezione del ‘Frumento tenero’; in quello ‘Duro e/o Tenero’ premiato il ‘Pane Integrale’ del ‘Panificio ‘Bubbo Brunella’ di Catanzaro. E con l’impiego di ‘cereali minori’ onori e gloria al ‘Pane 100% Segale •Iermano•’ del ‘Mulinum Buonconvento’, Siena, che ha conquistato la leadership anche per i ‘Pani funzionali’.
Nella ventesima proposta dedicata ai ‘Migliori formaggi’ hanno partecipato 111 aziende. Oltre 260 i prodotti esaminati. Doppia affermazione per l”Alta Tuscia Formaggi’, provincia di Viterbo, nelle sezioni ‘Formaggi semistagionati’ e ‘Stagionati’. Nella categoria ‘Paste filate fresche’ il prescelto è stato il ‘Caseificio Cioffi’ con ‘Fior di latte’. Per il ‘Primo sale’ la preferenza è andata all”Agricola Monte Jugo’, sempre del viterbese. La migliore ‘Ricotta fresca’ è stata considerata la ‘Vaccina’ della ‘Fattoria Faraoni’. Il miglior ‘prodotto dag giovane imprenditore’ è quello di ‘Don Giovanni di capra’ dell”Azienda Lepini’, Latina. L’interesse maggiore per ‘i mercati nazionali ed esteri’ riguarda il ‘Pecorino Boncacio di Roma’ del’La Quercia’. Il ‘Miglior formaggio prodotto da impresa che impiega fonti rinnovabili’ è la ‘Colonna del Bacucco’ dell'”Azienda Monte Jugo’. Cinque premi per la parte nazionale e internazionale. Doppietta spagnola nel ‘Formaggio DOP e IGP’ e in quelli ‘ottenuti da latte crudo di animali al pascolo brado o semibrado’ rispettivamente con la ‘Torta del Casaro DOP Flor de la Dehesa’ del’La Queserìa Los Casarenos’ e con ‘Monte Robles’ della ‘Quesos Manchegos Morales’. Per i ‘Formaggi freschi’ ha prevalso il ‘Fior di latte Jersey’ del ‘Caseificio Aurora’, Salerno. La ‘Mastrangelo’ e l”AltaMangiuria’ di Caserta è stato premiato per ‘Blu Orange’ nella categoria ‘Formaggi affinati, aromatizzati e speziati’. Nella sezione ‘Formaggi innovativi per la tecnologia di produzione o funzionalità’ il riconoscimento è stato assegnato al ‘Caseificio’ bolognese ‘Comellini’ con lo ‘Stracchino senza lattosio a caglio vegetale’.
Le due iniziative, da considerare ormai tradizionali, sono stati promossi dalla Camera di Commercio di Roma e organizzati da AgroCamera, l’Azienda speciale per la valorizzazione del settore agroalimentare, con il sostegno dell’Azienda Speciale Sviluppo e Territorio. Complessivamente le aziende che hanno aderito al concorso sono state oltre centocinquanta.

Condividi

Lascia un commento

Attualità

Visite e occhiali

Primo Bilancio Sociale della Fondazione OneSight EssilorLuxottica, che, fra l’altro, in undici città italiane i sanitari hanno controllato gratuitamente oltre 8.000 persone in difficoltà economiche e consegnato quasi 18.000 paia di lenti Condividi

Condividi
Read More
Attualità

Er maritozzo romano

Festa da ‘Eataly’ dell’Ostiense fino al 21 aprile, che è anche la giornata di celebrazioni per la Città Eterna per il compleanno numero 2777. Proposto sia nella versione classica, dolce con la panna, che con qualche variante Condividi

Condividi
Read More
Attualità

Vacanze con la bici

Accordo fra la Federazione Ciclistica Italiana e Agriturist di Confagricoltura per sostenere e valorizzare le aziende e il relax nel verde con escursioni e offerte di prodotti enogastronomici a ‘chilometro zero’ Condividi

Condividi
Read More