I grandi eventi per il turismo

‘Albergatore Day’ promosso a Roma dall’associazione di categoria, che ha registrato una ripresa dopo il lungo periodo dovuto al Covid-19

 

Nel 2022 le registrazioni complessive negli alberghi e nei residence del territorio allargato di Roma hanno sfiorato i 10 milioni. 9.666.228, come rilevato dall’Ente Bilaterale per il Turismo del Lazio. L’aumento rispetto all’anno precedente è stato a tre cifre, +245,22%, con un recupero sul 2019 del 74,15%. Le presenze totali sono state 21.552.631 con un incremento del 291,47% e una risalita del 70,24% sui dati del 2019. Le richieste dei viaggiatori italiani sono state 3.844.876, +110,15% rispetto al 2021, con 7.243.401 presenze. Più numerose quelle internazionali con 5.822.362 arrivi, +499,83%, a guardare i numeri dell’anno prima e un afflusso quantificato in 14.309.220, +566,52. I turisti nazionali e quelli stranieri, comunque, hanno consentito un recupero sul risultato registrato nel 2019, rispettivamente dell’81,94% e del 69,77%. Non completo, ma, comunque, significativo, che lascia aperta la possibilità dell’acquisizione di un vantaggio nel 2023.
Questa è la ‘fotografia’ dell’andamento del settore della ricettività nella capitale e illustrata nel corso del diciannovesimo appuntamento dell”Albergatore Day’ promosso da Federalberghi, al quale hanno partecipato, fra gli altri, i rappresentanti delle istituzioni, delle amministrazioni pubbliche e, naturalmente, numerosi imprenditori e operatori del settore. “Quasi 1.500 gli accrediti, una cinquantina le aziende espositrici e almeno sessanta gli incontri fissati durante la giornata”.
Tommaso Tanzilli e Gianluca De Gaetano, rispettivamente consigliere delegato e direttore di Federalberghi della provincia di Roma, hanno aperto la serie degli interventi caratterizzati anche da alcuni confronti, considerazioni e proposte. Daniela Santanchè, ministro del Turismo, ha affrontato i temi “della semplificazione burocratica, del sistema creditizio, dell’aggiornamento degli operatori per migliorare sia l’accoglienza che i servizi offerti e dell’eventuale creazione di una scuola di alta formazione alberghiera”, ricordando che “il Made in Italy è il terzo marchio più conosciuto e apprezzato al mondo”.
A portare il saluto della città e a indicare i programmi per incrementare l’arrivo dei turisti e migliorare le condizioni di Roma è stato il sindaco Roberto Gualtieri. “La Città Eterna rappresenta la stragrande maggioranza del PIL turistico, per cui è compito dell’amministrazione procedere con gli interventi per una più comoda accoglienza. Il programma del Campidoglio è stato delineato visti anche i prossimi appuntamenti, il Giubileo del 2025 e la possibile organizzazione dell’Expo del 2030″. Imponenti gli stanziamenti previsti, oltre 15 miliardi di euro per centinaia di lavori, almeno quattrocento, sia di contenute dimensioni che di più ampio impegno, come nell’area di Tor Vergata per il recupero della ‘Vela’ progettata da Santiago Calatrava e per rafforzare la mobilità, soprattutto su ferro. Da abbellire l’aspetto della città attraverso la cura dell’AMA con la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti e con la riduzione dei tempi per lo spostamento di chi usufruisce dei mezzi pubblici di trasporto. “L’obiettivo è di riportare Roma nel livello di competenza e di merito nel gradimento complessivo e nella preferenza generale e ripetuta”. Gualtieri ha proposto anche “un”Agenzia dell’attenzione’ per consentire agli imprenditori alberghieri e della ricettività di operare più comodamente”. Allungare nel tempo la presenza dei turisti e, in particolare, di essere nuovamente viaggiatori per ammirare le bellezze ineguagliabili e panorami inimitabili di una città unica al mondo.
‘Quale turismo post-pandemia? La sinergia tra istituzioni nazionali e territoriali quale condizione essenziale per il definitivo rilancio del settore e per l’individuazione di una nuova governance’, è stato il riferimento del confronto fra amministratori pubblici e il rappresentante di categoria Giuseppe Roscioli, presidente della Federalberghi romana. “Tre grandi eventi potrebbero dare alla città e all’intero comparto una spinta favorevole per molti anni, anche se Roma è penalizzata dal mancato riconoscimento di ‘Capitale-Stato’, fra l’altro come avviene in altri paesi. E questa concorrenza è impari”.
La rivelazione è stata immediatamente colta dall’assessore comunale al Turismo, ai Grandi Eventi, alla Moda e allo Sport Alessandro Onorato, che ha continuato a chiedere risorse economiche e personale per il riconoscimento, soprattutto pratico e concreto, di Roma come Capitale del Paese. “Non solo la Ryder Cup, una delle più importanti e attese gare mondiali di golf, il Giubileo ed eventualmente l’Expo, ma anche la tappa finale del Giro d’Italia del 2023, gli Internazionali di tennis al Foro Italico, il Sei Nazioni di rugby e la Formula E di automobilismo all’EUR spostata in estate per destagionalizzare gli appuntamenti in calendario, sono solo alcune delle altre grandi manifestazioni”, che dovrebbero continuare a riavviare l’economia cittadina. Le molteplici opportunità potrebbero favorire un vero e proprio restyling della capitale, aree periferiche comprese. E questo slancio sarebbe un’occasione per assorbire e superare anche lo scalino di presenze registrate prima dell’esplosione del temibile Covid-19 e le conseguenti chiusure delle attività e lo stop ai viaggi e ai viaggiatori per il preoccupante allargamento del numero dei contagi. Il rilancio del settore coinvolge anche altre attività produttive ed economiche, compresa l’occupazione.
Nel nostro Paese “un’altra anomalia riguarda la normativa sul turismo che non è uniforme”. Intanto la Regione Lazio è riuscita a varare “la nuova legge composta da una quarantina di articoli”, ha annunciato Valentina Corrado, assessore al Turismo, agli Enti Locali, alla Sicurezza Urbana, alla Polizia Locale e alla Semplificazione Amministrativa.
“Cooperazione e collaborazione” è il richiamo e anche l’invito di Gianluca Caramanna, consigliere per i rapporti istituzionali del Ministro del Turismo. La mappa delle presenze, 34.737.389, comprese quelle nei bed&breakfast e nelle case-vacanze, privilegiano in particolare le zone di tutto il continente americano e del sud-est asiatico.
La chiusura della giornata è stata dedicata all’accordo di collaborazione fra Federalberghi e Intesa Sanpaolo e alla celebrazione dei venticinque anni di impegno della onlus Soggiorno Sereno ‘Sandro Gabbani’.

Condividi

Lascia un commento

Attualità

Un mare di avventure

Giunti Scuola ha consegnato a tremila classi delle elementari un kit ludico-informativo sulla riscoperta, la salvaguardia e la valorizzazione della preziosa risorsa del pianeta con le storie di Lupa Marina. La replica da settembre Condividi

Condividi
Read More
Attualità

Una lavanderia nel sottovia

Straordinaria scoperta durante i lavori per la pedonalizzazione di piazza Pia fra Castel Sant’Angelo e via della Conciliazione. Sarà smontata e collocata nei vicini giardini. I tempi della fine degli interventi dovrebbero essere rispettati Condividi

Condividi
Read More
Attualità

La Strada della Contessa

Riattivato in anticipo il collegamento terra-mare fra l’Umbria e le Marche della Statale 452 chiuso per otto mesi per interventi di riqualificazione. Iniziative per rivitalizzare l’economia, il turismo e il commercio delle realtà da Gubbio all’Adriatico Condividi

Condividi
Read More