Domenica classica

Dal 26 novembre al Teatro Sala Umberto cinque appuntamenti con la musica classica al mattino

Parte il 26 novembre 2017 il ciclo di appuntamenti Domenica Classica al Teatro Sala Umberto di Roma, con un programma diversificato di cinque matinée domenicali di musica classica e cameristica.
La rassegna, che si concluderà il 15 aprile 2018, spazia dal Barocco alla Scuola Romana, da Mozart ai grandi innovatori dell’Opera, dal tardo periodo dei lieder fino all’opera pianistica del ‘900. Con la direzione artistica di Lorenzo Porta Del Lungo, Domenica Classica si propone di animare la domenica mattina romana di concerti, di diffondere la cultura musicale a un pubblico eterogeneo e di stimolare l’approfondimento della conoscenza della storia della musica.
Domenica 26 novembre alle 11.00, primo appuntamento di Domenica Classica con il concerto “D’ombra e di luce”. Il giovane ensemble tutto al femminile “Giardino di Delizie”, composto da Lucia Adelaide Di Nicola (clavicembalo), Katarzyna Solecka (violino), Ewa Anna Augustynowicz (violino) e Cristina Vidoni (violoncello), accompagna il pubblico in un viaggio alla scoperta della Roma di fine Seicento. Forma espressiva che attinge al virtuosismo strumentale Barocco, la Triosonata rivive nel concerto del quartetto italo-polacco, che fa della dialettica tra radici culturali la sua forza creativa.
La musica di Mozart è la protagonista assoluta del concerto di domenica 21 gennaio 2018, ore 11:00, dal titolo “Mozart in concerto e in quartetto”. Marco Barbaresi (pianoforte) con Alauda Quartet, formato da Elena Cappelletti (violoncello), Mari Adachi (viola), Cristina Prats Costa e Milan Berginc (violino), rivisitano il concerto n°12, tema dedicato al figlio Johann Christian Bach, e il quartetto 17, ultimo dei sei quartetti del compositore austriaco dedicati a Joseph Haydn.
L’11 febbraio 2018 è la volta di “La nascita del canto europeo”, che ripercorre la vita e le opere dei più grandi musicisti di fine ‘700: Haendel, Glugk, Bellini e Rossini, che hanno lasciato un’impronta imprescindibile nella cultura euopea.
“Lieder e Tablet” di domenica 11 marzo 2018 è un’opera che indaga il rapporto dei giovani con la storia della musica e con la storia tout court. Un soprano, un tenore e un pianoforte mettono in scena una coppia di adolescenti e la loro scoperta della composizione musicale attraverso i lieder.
Domenica 15 aprile 2018 ultimo appuntamento di Domenica Classica con le musiche di Debussy e Ravel. “Il suono del mare” esplora le opere dei compositori francesi per evocare e disegnare l’immagine del mare, vista come rappresentazione della realtà interiore dell’artista.
La rassegna è organizzata dall’Associazione Suono e Immagine, costituita come Onlus nel 2009, nasce a seguito delle ricerche artistiche del suo Presidente Lorenzo Porta Del Lungo, che riconosce il ruolo fondamentale dell’arte come strumento per lo sviluppo e la crescita dell’essere umano. Da qui è nata l’esigenza per il collettivo di costituire un’associazione di solidarietà sociale, per promuovere la divulgazione della musica e della cultura, attraverso iniziative artistico-culturali, di formazione pedagogica, prevenzione psicologica e di recupero ecologico e ambientale.
Biglietti (con prevendita): Platea: 20,50 € (intero) – 16 € (ridotto); Galleria: 13,50 € (intero) – 9,50 €(ridotto); Scuola: 5 € (ogni 10 studenti uno gratis).
Info e prenotazioni: 06 6794753 – prenotazioni@salaumberto.com
Teatro Sala Umberto (Via della Mercede 50, Roma) – www.salaumberto.com

 

Condividi

Lascia un commento

Musica

Musei in Musica

25 novembre. A Roma, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, una cinquantina di spazi saranno disponibili a tarda serata per mostre spettacoli Condividi

Condividi
Read More
Musica

La danza in chiesa

‘Con gli occhi del corpo’ è il riferimento della performance di Annie Hanauer all’Ara Coeli nel programma delle celebrazioni per gli ottocento anni del primo presepe a  Greccio Condividi

Condividi
Read More
Musica

‘L’italiano’ indimenticabile

Toto Cutugno è scomparso a Milano dopo una lunga malattia. Partecipazione da record al Festival di Sanremo, dove, però, aveva vinto solo una volta Condividi

Condividi
Read More