Le eccellenze del casaro

Consegnato il Premio ‘Roma’ per i migliori formaggi, non solo del Lazio, promosso dalla Camera di Commercio. Un centinaio le aziende che hanno partecipato con le rispettive produzioni

Dopo oltre cinque anni sembra sbloccato il riconoscimento del ‘Cacio Romano’ a tutela della proposta e dei produttori. La rivelazione è arrivata direttamente dal presidente di AgroCamera David Granieri nel corso della consegna degli attestati del Premio ‘Roma’ ai migliori formaggi non solo della capitale. All’iniziativa, promossa dalla Camera di Commercio di Roma, hanno partecipato 96 aziende, fra cui 36 del Lazio, a maggioranza cittadina e 5 al di là dei confini comunali. 29 le realtà in rappresentanza di altre 13 regioni, soprattutto di Campania, Emilia-Romagna, Veneto e Sardegna. 32, invece, le aziende di oltreconfine iscritte, in particolare di Spagna, Portogallo, Olanda e Cipro. Oltre 250 le proposte esaminate suddivise in una decina di tipologie. Due le sezioni previste in questa ventunesima edizione: una regionale per ‘Paste filate fresche’, ‘Primo sale’, ‘Formaggi semistagionati’ e ‘stagionati’ e ‘Ricotta fresca’ e, l’altra, aperta anche alle attività di tutta la nostra penisola e a quelle internazionali, ‘Formaggi freschi’, ‘Pecorini stagionati’, ‘DOP e IGP’, ‘a crosta fiorita, lavata ed erborinati’ e ‘affinati, aromatizzati, speziati ed innovativi’.
Nel suggestivo scenario del Tempio di Vibia Sabina e Adriano di piazza di Pietra i premi sono stati consegnati al podio di ogni tipologia. I preferiti, però, sono stati il Caseificio viterbese Cioffi con il ‘Fior di latte’ per le ‘Paste filate fresche’ e quello dell’Azienda agricola Monte Jugo con ‘Colonna del Bacucco’ per ‘Primo sale’; all’Alta Tuscia Formaggi di Bagnoregio con ‘L’Antico di Civita di Bagnoregio’ per i ‘Formaggi semilavorati’ con ‘Napoleone’ per gli ‘Stagionati’, che ha ottenuto anche il riconoscimento come ‘Formaggio di interesse per i mercati nazionali ed esteri’; all’Agricola Iannarilli Antonella di Veroli, provincia di Frosinone, con la ‘Ricotta di pecora’ per ‘Ricotta fresca’ e come ‘Miglior formaggio prodotto da impresa femminile’. Segnalazioni anche per l’Agricola pontina Lepini di Rocca Massima con ‘Donna Caterina di capra’ per ‘Miglior formaggio prodotto da giovane imprenditore’ e per Agricoltura Nuova con ‘Stagionato di vacca’ per ‘Miglior formaggio di Roma’.
Nel comparto ‘Nazionale e Internazionale’ le massime gratificazioni sono andate all’Alan Farm di Pontinia, area di Latina, con la ‘Robiola’ per i ‘Formaggi freschi’; all’Agricola Monte Jugo con ‘Stracchinato’ per i ‘Formaggi a crosta fiorita, lavata ed erborinati’; al Caseificio San Bernardino di Montechiarugolo, zona di Parma, con ‘Parmigiano Reggiano DOP’ per le proposte ‘DOP e IGP’; all’olandese Kaasboerderij Wezenspyk con ‘Extra Belegen Texelse Schapenkaas’ per i ‘Pecorini stagionati’ e alla spagnola Quesos Artesanos Villarejo con ‘Queso de Oveja Madurado al Tomillo Villarejo’ per gli “Affinati, aromatizzati, speziati e innovativi’.
Alla giornata era presente, fra gli altri, Giorgio Barchiesi, lo chef ben noto come ‘Giorgione’, che dall’orto alla cucina, è impegnato nella trasformazione delle materie prime del territorio, anche di produzioni contenute, ma tipiche e pregevoli.
L’assessore regionale del Lazio Giancarlo Righini ha annunciato sostegni per favorire il consumo di latte locale con il coinvolgimento anche di bar, pasticcerie e gelaterie. Prevista una campagna di informazione e di comunicazione per valorizzare il cosiddetto ‘chilometro zero’. Interventi anche per un’altra eccellenza, il kiwi. Il Lazio è leader nella coltivazione in un paese che è terzo al mondo nella quantità produttiva. Righini ha ribadito di voler tutelare l’attività e le produzioni anche da “concorrenze sleali” al Made in Italy.

Condividi

Attualità

La Strada della Contessa

Riattivato in anticipo il collegamento terra-mare fra l’Umbria e le Marche della Statale 452 chiuso per otto mesi per interventi di riqualificazione. Iniziative per rivitalizzare l’economia, il turismo e il commercio delle realtà da Gubbio all’Adriatico Condividi

Condividi
Read More
Attualità

Spesa pubblica e divario sociale

L’autonomia regionale differenziata è stata analizzata durante l’incontro promosso nella capitale all’Accademia Nazionale dei Lincei di Palazzo Corsini da economisti e docenti universitari Condividi

Condividi
Read More
Attualità

I progetti del PNRR

Approfondimento sulle risorse disponibili e sulle scadenze per la realizzazione con i rappresentanti delle istituzioni, delle amministrazioni pubbliche locali e delle Imprese Condividi

Condividi
Read More