Tecnologie di frontiera

Al Ministero delle Imprese e del Made in Italy è stato illustrato il Rapporto promosso dal CED, il Centro Economia Digitale, in collaborazione con i maggiori gruppi nazionali

Cina e Stati Uniti leader nell’interesse e negli investimenti per le tecnologie quantistiche e l’intelligenza artificiale, mentre l’Europa non sembra ancora cogliere l’importanza delle potenzialità che le novità potrebbero favorire nelle future strategie. La situazione potrebbe compromettere la competitività tecnologica e il ruolo e la funzione negli assetti geostrategici. L’aspetto emerge dal Rapporto promosso dal CED, il Centro Economia Digitale, con il sostegno di alcuni grandi gruppi italiani, quali l’ENAV, l’Ente Nazionale di Assistenza al Volo; l’ENEL; l’ENI; Leonardo; Open Fiber e TIM.
L’approfondimento sulle cosiddette ‘Tecnologie di frontiera’ è stato illustrato al Ministero delle Imprese e del Made in Italy. Il ministro Adolfo Urso ha sottolineato come sia importante “la realizzazione di strategie europee comuni per indirizzare la Commissione verso alcuni temi critici per recuperare le risorse da destinare a questi innovativi settori fondamentali per le imprese e impostare e sviluppare una rivoluzione culturale”.
Effettivamente “la molteplicità delle tecnologie avranno l’effetto di modificare il modo di vivere e di produrre. In questo momento gli Stati Uniti detengono una netta supremazia, ma anche la Cina rivolge particolare attenzione. L’Europa e l’Italia, invece, procedono a rilento e sarebbe opportuno accelerare urgentemente sfruttando il potenziale di competenze e le tecnologie disponibili”, ha rilevato Rosario Cerra, presidente del Centro Economia Digitale. L’Italia, fra l’altro, mostra di avere le conoscenze per sollecitare il miglioramento dell’intero sistema”.
All’appuntamento romano hanno partecipato i rappresentanti delle strutture nazionali che hanno analizzato la rispettiva realtà aziendale e tracciato proiezioni sul futuro.
Per l’ENAV “la crescita del traffico aereo impone l’ammodernamento delle infrastrutture negli scali”. L’innovazione è richiesta anche da TIM per l’aumento dei servizi in molti settori. E un altro incremento riguarda l’energia e la relativa “transizione” con il Gruppo ENEL pronto a “dedicare 3 miliardi e 500 milioni di euro dei 3 miliardi e 800 milioni di euro delle risorse del PNRR, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza”. TIM, inoltre, oltre allo sviluppo nella connettività è coinvolto nella cybersicurezza”. Necessarie anche iniziative “governative e industriali per le piccole e medie imprese e investimenti in programmi di formazione”.
Per Carlo Cavazzoni di Leonardo “l’attuale scenario di evoluzione tecnologica assegna allo sviluppo di quelle digitali un ruolo di particolare importanza. La digitalizzazione è condizione indispensabile per progettare nuovi prodotti con funzionalità sempre più avanzate e con maggiore sicurezza”.
L’incontro al Ministero delle Imprese e del Made in Italy è stata anche l’occasione per ribadire la necessità “di potenziare a livello nazionale ed europeo anche attraverso la disponibilità di finanziamenti adeguati per gli investimenti nelle tecnologie, il rafforzamento delle competenze, lo sviluppo di un sistema di governance delle cosiddette ‘tecnologie di frontiera’”.
E nelle pubblicazioni scientifiche internazionali prevale la Cina affiancata dagli Stati Uniti per l’evoluzione nel settore quantistico. Sulle citazioni dei brevetti Stati Uniti al comando della particolare graduatoria davanti ai paesi dell’Unione Europea e al Giappone.

Condividi

Attualità

Un mare di avventure

Giunti Scuola ha consegnato a tremila classi delle elementari un kit ludico-informativo sulla riscoperta, la salvaguardia e la valorizzazione della preziosa risorsa del pianeta con le storie di Lupa Marina. La replica da settembre Condividi

Condividi
Read More
Attualità

Una lavanderia nel sottovia

Straordinaria scoperta durante i lavori per la pedonalizzazione di piazza Pia fra Castel Sant’Angelo e via della Conciliazione. Sarà smontata e collocata nei vicini giardini. I tempi della fine degli interventi dovrebbero essere rispettati Condividi

Condividi
Read More
Attualità

La Strada della Contessa

Riattivato in anticipo il collegamento terra-mare fra l’Umbria e le Marche della Statale 452 chiuso per otto mesi per interventi di riqualificazione. Iniziative per rivitalizzare l’economia, il turismo e il commercio delle realtà da Gubbio all’Adriatico Condividi

Condividi
Read More