Integratori mediterranei

I dieci anni di attività di Esserre Pharma, fondata da Amedeo Squillace, che cambia marchio, colore, confezioni e propone nuovi prodotti acquistabili in Italia e anche oltreconfine

Festeggia, celebra e rilancia. La Esserre Pharma taglia il traguardo dei dieci anni di attività e con una collana di iniziative modifica il disegno del marchio e le tonalità delle confezioni, arricchisce la disponibilità delle proposte nel solco di un percorso futuro all’insegna della valorizzazione del suo passato. Intanto l’attualità caratterizzata da una Convention organizzata a Roma per ricostruire e ricordare il percorso iniziato nel 2013 con l’obiettivo di presentare integratori studiati e realizzati come prodotti mediterranei rievocando il benessere ornai dimostrato e consolidato dallo stile di vita rivelato ed esaltato dalla ben nota ‘dieta’ più che naturale.
L’iniziale impulso è stato dato da Amedeo Squillace, trentacinquenne reggino di Caulonia, laurea conseguita a ‘La Sapienza’, che ha riflettuto sul modo di utilizzare gli alimenti come prevenzione al rispettivo stato di salute e a sostegno del benessere psicofisico. Le migliori condizioni della popolazione sono un evidente vantaggio per l’economia e per le casse del Sistema Sanitario Nazionale, oltre, naturalmente, per le generali quotidianità vissute sulla nostra penisola. L’Italia, fra l’altro, è il secondo paese al mondo per la lunghezza di vita dopo il Giappone.
La “ricchezza sociale all’insegna di un nuovo sviluppo sostenibile” ha animato l’evoluzione del gruppo, arrivato a superare il milione di confezioni vendute, a crescere nel fatturato e nella composizione con una sessantina di operatori specializzati. La produzione è visibile sui ripiani delle farmacie italiane, di qualche parafarmacia e anche in alcuni paesi europei, una ventina attraverso apposite partnership. In venticinque realtà oltreconfine l’azienda avrebbe presentato la necessaria richiesta con allegata la completa documentazione.
Trasformato il visibile neon riepilogativo, dove viene oscurato il riferimento Pharma, per lasciare in bellamostra l’altezza di Esserre e la nuova orizzontale formata da Mediterranean Nutrition Science, che diventa ancora più gratificante con l’aggiunta di Academy, in modo da promuovere altri importanti principi come “convivialità, sostenibilità e benessere”. Modifiche anche per il marchio, che richiama “le onde del mare, Mediterraneo”, naturalmente, per le sfumature cromatiche e anche per le confezioni, in particolare nel formato, nella grafica, nei colori e nella composizione. Otto le proposte, frutto dell’approfondimento sulle proprietà e sulla qualità dei vegetali coltivati soprattutto nel meridione della nostra penisola: l’arancia, il fico d’India, il limone e il melograno, una delle sostanze particolarmente utilizzate. I laboratori dell’azienda hanno anche trovato il sistema per riutilizzare i residui degli agrumi spremuti, che dopo avvenuta lavorazione diventano una risorsa per l’involucro cartonato del packaging. “Economia circolare”. I prodotti sono indicati per il sistema immunitario, per la funzione muscolare, per il benessere delle ossa, per l’affaticamento, per i capelli e le unghie, per la normale attività dei vasi sanguigni, per la flora batterica e per il colesterolo.
L’innovativo progetto Mediterranean Nutrition Science Academy è sostenuto “da un contributo non condizionante da Esserre Pharma” con il compito di valutare il futuro e l’espansione della ‘dieta mediterranea’. L’Academy è composta da docenti, sanitari e ricercatori, in particolare dal presidente Luigi Bonizzi, dal direttore scientifico Maria Daglia e da Valentina Ferri, Marcello Iriti, Roberto Mele, Costanza Riccioni e Laura Rossi.

Condividi

Lascia un commento

Attualità

Un mare di avventure

Giunti Scuola ha consegnato a tremila classi delle elementari un kit ludico-informativo sulla riscoperta, la salvaguardia e la valorizzazione della preziosa risorsa del pianeta con le storie di Lupa Marina. La replica da settembre Condividi

Condividi
Read More
Attualità

Una lavanderia nel sottovia

Straordinaria scoperta durante i lavori per la pedonalizzazione di piazza Pia fra Castel Sant’Angelo e via della Conciliazione. Sarà smontata e collocata nei vicini giardini. I tempi della fine degli interventi dovrebbero essere rispettati Condividi

Condividi
Read More
Attualità

La Strada della Contessa

Riattivato in anticipo il collegamento terra-mare fra l’Umbria e le Marche della Statale 452 chiuso per otto mesi per interventi di riqualificazione. Iniziative per rivitalizzare l’economia, il turismo e il commercio delle realtà da Gubbio all’Adriatico Condividi

Condividi
Read More