Specialità italo-svedesi

Collaborazione fra l’Eataly dell’Ostiense e Ikea per l’esposizione di nuovi progetti e proposte

Italia e Svezia. Facce della produttività e del commercio di qualità e di spessore. Eataly apre le porte dell’ex Terminal dell’Ostiense di Roma dove planano le proposte dell’azienda svedese in oltre 700 metri/quadrati a disposizione in un paio di livelli. Piano terra e quello immediatamente superiore caratterizzati rispettivamente dall’esposizione di cucine e componenti di arredo divise in sei isole d’ispirazione con tanto di rilievo per le principali novità anche in relazione alla stagione. Al primo piano, invece, i frequentatori troveranno un’area unica sulla nostra penisola per essere completamente e consapevolmente guidati nella progettazione maggiormente adatta alla relativa abitazione. Il ‘Salotto Romano’, poi, l’abilità e l’ambizione di trovare il filo comune fra lo stile e l’agevole montaggio dell’azienda scandinava alla necessità e alla tradizione italiana.
Ikea, inoltre, ha annunciato la possibilità di partecipare alle attività, fra cui workshop e lezioni di cucina per coinvolgere i visitatori, in particolare quelli interessati. L’azienda svedese, ormai presente in tutto il pianeta, in Italia ha aperto 21 punti vendita. Offre aree di buon assortimento e di design e funzionalità a prezzi vantaggiosi. Vanta anche un alto standard qualitativo. I centri Ikea sono stati visitati da 43 milioni e 400 mila persone e ha registrato oltre 93 milioni di digitalizzazioni al sito www.IKEA.it.
Entro il 2030 il 60% della popolazione sarà alloggiata in grandi centri urbani e la mobilità sarà inevitabilmente più contenuta, anche perché sempre in misura maggiore sono le rinunce alle auto di proprietà. Chiara ed eloquente nelle motivazioni Sara Del Fabbro di Ikea, che vede “il miglioramento dei servizi la possibilità di acquisire dove, come e quando desiderano”.
Alla presentazione del nuovo ‘Pop-Up Store’ di Ikea, oltre alla diplomazia svedese di rappresentanza in Italia, hanno partecipato Oscar Farinetti e Andrea Guerra rispettivamente fondatore e presidente esecutivo di Eataly.
Eataly pronta a investire un paio di milioni di euro per Tutto Nuovo’, che riguardano ristoranti, laboratori di produzione e la disponibilità di acquisire confezioni di oltre cento specialità solo del territorio della regione Lazio.
Eataly, comunque, allarga gli spazi alle produzioni di qualità, alla ristorazione, alla gastronomia e alla birra artigianale, soprattutto con caseifici e portate di pizza e pasta. Al secondo piano il ristorante ‘Terra’ con una griglia di 3 metri realizzata artigianalmente per cotture con carbone al 100% naturale italiano per esaltare i sapori e i progetti di carni, pesci e verdure.

Condividi

Lascia un commento

Attualità

La Strada della Contessa

Riattivato in anticipo il collegamento terra-mare fra l’Umbria e le Marche della Statale 452 chiuso per otto mesi per interventi di riqualificazione. Iniziative per rivitalizzare l’economia, il turismo e il commercio delle realtà da Gubbio all’Adriatico Condividi

Condividi
Read More
Attualità

Spesa pubblica e divario sociale

L’autonomia regionale differenziata è stata analizzata durante l’incontro promosso nella capitale all’Accademia Nazionale dei Lincei di Palazzo Corsini da economisti e docenti universitari Condividi

Condividi
Read More
Attualità

I progetti del PNRR

Approfondimento sulle risorse disponibili e sulle scadenze per la realizzazione con i rappresentanti delle istituzioni, delle amministrazioni pubbliche locali e delle Imprese Condividi

Condividi
Read More