La cultura della sicurezza

Iniziativa di INDIRE e del Ministero del Lavoro, che ha coinvolto migliaia fra docenti e studenti

In Europa gli infortuni sul lavoro sono stati 217 milioni, oltre 3 milioni le vittime per grandi incidenti, 4 mila fatali e irreparabili. Scenari altamente allarmanti. A leggere i dati dell’ILO, l’Organizzazione Internazionale del Lavoro, le spese relative a questa situazione ammontano annualmente a 476 miliardi di euro, il 3,3% del Prodotto Interno Lordo dell’Unione.
Nel nostro Paese gli infortuni sono 641.345; 1.104 le vittime relative a incidenti e 16 mila 557 le malattie professionali. Dati relativi al 2016, che riguardano la giornata di approfondimento ‘Memory Safe: la cultura della sicurezza’, che ha visto la collaborazione di istituzioni pubbliche, parti sociali, docenti, alunni e comunicatori. L’appuntamento è stato arricchito da uno studio che ha visto coinvolti esperti del settore coordinati da Flaminio Galli, direttore generale di INDIRE, l’Istituto Nazionale Documentazione Innovazione Ricerca Educativa.
Alla ricerca, ‘Memory Safe: la cultura della sicurezza entra nella scuola italiana’, hanno portato l’apporto Fausto Benedetti, che ha curato l’iniziativa, coordinata da Federic
o Longo e Concetta Russo e con il contributo di Francesco Caprino, Letizia Cinganotto, Cristina Coccimiglio, Patrizia Garista, Francesca Maiorana, Raimonda M. Morana, Vanessa Palmiero, Alessandra Re, Concetta Russo, Eniko Toway, Francesco Vettori e Cristina Zampini. Ai progetti hanno collaborato Anna Maria Ciaraffo, Enrico Cavarischia, Valerio Giangrande e Maria Giulia Spriano.
Ogni anno in Europa sono ancora numerosi gli incidenti mortali sui posti di lavoro e milioni di persone riportano seri danni alla salute. I più a rischio sono i giovani fra i 18 e i 24 anni con la maggior probabilità, sul 50%, ad essere coinvolti in un incidente rispetto ai colleghi esperti e una esposizione rilevante a malattie professionali. La medicina del lavoro risale intorno al 1700 per intuizione di Bernardino Ramazzini, laureato e particolarmente accurato e sensibile per quel tempo. Lo spunto era arrivato osservando e parlando con un operatore del pozzo nero.
La Commissione Europea ha elaborato un piano strategico in materia di salute sicurezza sul posto di lavoro 2014-2020, anche dopo le confortanti strategie dal 2002 al 2006 e dal 2007 al 2012, ben consapevole della situazione non ancora del tutto positiva.
Nella promozione della cultura della salute e della sicurezza gli studenti sono equiparati ai lavoratori dipendenti con diritti e doveri, per cui devono ricevere informazioni e formazione e adeguate istruzioni su quel che potrebbe risultare episodio fatale. Quello scolastico è attivamente un ambiente dove convivono vecchie e nuove tecnologie. Importante l’aspetto relativo alla prevenzione.
Lo stud
io è stato racchiuso in quattro capitoli riguardanti i ‘Nuclei fondanti, le ragioni seminali della sicurezza’; ‘La sicurezza, regole e prassi’; ‘Sicurezza e pratiche didattiche’ e ‘I luoghi e gli spazi ‘.
Al confronto, promosso all’Acquario Romano, erano presenti, fra gli altri, Flaminio Galli, direttore generale di INDIRE; Franco Bettoni, presidente dell’ANMIL; Fabio Pontrandolfi, dell’Area Lavoro e Welfare della Confindustria; Giovanni Boda, responsabile del Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio e Michele Lepore, docente di Diritto della Sicurezza sul Lavoro all’università romana del’La Sapienza’. I progetti, sostenuti dal Ministero del Lavoro, sono stati 41.173 elaborati delle scuole coinvolte, 2.175 le classi, 43.483 gli alunni e 3.127 i docenti.

Condividi

Lascia un commento

Attualità

Povertà energetica

Illustrato a Roma lo studio dell’OIPE realizzato in collaborazione con il Banco dell’Energia, che mostra una situazione per lo più critica con gli aumenti dei prezzi anche del gas Condividi

Condividi
Read More
Attualità

Basta essere pazienti

Lo slogan ha accompagnato il convegno promosso dall’Osservatorio Malattie Rare e la campagna social per i diritti universali. Video-testimonianze e partecipazione di.medici, ricercatori e parlamentari Condividi

Condividi
Read More
Attualità

La grandine sulle assicurazioni

L’innovazione tecnologica e i cambiamenti climatici che condizionano le proposte delle compagnie sono stati all’ordine del giorno del convegno organizzato a Roma da Fleet&Mobility Condividi

Condividi
Read More