Lo scudetto della pallanuoto

Ufficializzati al Foro Italico i campionati maschile e femminile di una stagione caratterizzata per le nazionali da Europeo, Mondiale e Olimpiade. Presente il ministro Andrea Abodi

Tutti in acqua. I campionati italiani iniziano con l’arrivo del mese di ottobre. Sarà una stagione particolare, singhiozzante, articolata per gli impegni delle nazionali, all’Europeo, al Mondiale e all’Olimpiade di Parigi nel 2024. Il velo sui tornei maschile e femminile è stato sollevato ufficialmente al Foro Italico dal vicepresidente federale Andrea Pieri al cospetto del ministro per lo Sport e i Giovani Andrea Abodi. E, dopo aver ricordato l’importante inserimento nella Costituzione della Repubblica Italiana dell’attesa e fatidica ”attività sportiva”, ha rivelato di aver “iniziato a nuotare proprio nella piscina del Foro Italico”.
Il segretario della FederNuoto Antonello Panza ha sottolineato “i delicati equilibri affrontati e sopportati dalle società nel periodo del Covid-19”. Le difficoltà, però, non sono state superate completamente, in quanto altri ostacoli sono frapposti ai bilanci soprattutto per gli alti costi energetici e “un sostegno da parte del Governo sarebbe opportuno”. Abodi ha ipotizzato “un’alleanza, una collaborazione fra gestori degli impianti e le società proprio per far fronte alle esigenze”. Necessario anche “uno sviluppo delle fonti sostenibili, che oltre a tutelare l’ambiente, consentono il contenimento delle spese favorendo i conti delle società”. Sul piano sportivo Abodi ha mostrato ed espresso “soddisfazione ed orgoglio per i risultati ottenuti dalle nazionali e dai club nei tornei europei”.
Alla presentazione hanno partecipato, oltre ai rappresentanti delle società da premiare per le vittorie della scorsa stagione anche a livello giovanile, i vicepresidenti federali Teresa Frassinetti e Giuseppe Marotta e i commissari tecnici delle nazionali, della maschile, Alessandro Campagna, in audiovideo e, della femminile, Carlo Silipo, che hanno ricordato Luca Giustolisi, l’ex compagno di nazionale triestino scomparso a metà settembre a 53 anni. È stato da giocatore, fra l’altro, bronzo all’Olimpiade di Atlanta nel 1996, poi allenatore e dirigente. Dopo Roma, Posillipo e Pro Recco era consulente dell’Associazione Nuotatori Brescia.
L’Europeo a gennaio in Israele, a Netany; il Mondiale a febbraio, a Doha e l’Olimpiade la prossima estate, in Francia, a Parigi, condizioneranno e caratterizzeranno inevitabilmente i campionati. Quattordici le squadre iscritte all’A/1: Brescia, Spazio Camogli, Nuoto Catania, De Akker Team Bologna, Distretti Ecologici Roma, Ortigia 1928, Posillipo, Pro Recco, Iren Genova Quinto, Roma Vis Nova, Check-up Salerno, Savona, Telimar Palermo e Pin Trieste. Al termine dei confronti le prime sei saranno impegnate nei play-off per i quarti, le semifinali e la finale. Le ultime due della prima fase retrocederanno direttamente in A/2.
Lo scudetto tricolore è sugli accappatoi della Pro Recco Waterpolo 1913 del presidente Maurizio Felugo e guidata a bordovasca dal 2021 da Sandro Sukno. La società biancoceleste ligure ha una ricchezza in bacheca: 35 scudetti, il primo nel 1959; 17 volte ha alzato la Coppa Italia; 11 la Len Champions League; 8 la Supercoppa europea e anche un trofeo della Lega Adriatica. La Pro Recco ha centrato il cosiddetto ‘Grande Slam’ in un poker di stagioni, in quanto ha collezionato contemporaneamente campionato nazionale, Coppa Italia e dei Campioni e Supercoppa Europea.
Al torneo femminile partecipano dieci formazioni: Brizz Nuoto Acireale, Bogliasco, Como Nuoto Recoaro, L’Ekipe Orizzonte Catania, Cosenza, Locatelli Genova, Plebiscito Padova, Rapallo, SIS Roma e Trieste. Il primo scudetto è stato assegnato nel 1985. Alla fase finale saranno qualificate le migliori quattro. L’ultima scenderà di un piano, in A/2. Le altre saranno impegnate nei play-out salvezza.
Nelle ultime stagioni dominio assoluto delL’Ekipe Orizzonte Catania, fondata nel 1985, che vanta, come presidente Tania Di Mario, oro ai Giochi di Atene nel 2004 con riconoscimento di cannoniere e come miglior giocatrice e argento a Rio de Janeiro nel 2016 con la nazionale del Setterosa. La quarantaquattrenne romana ha conquistato tutte le colorazioni metalliche del Mondiale; sei all’Europeo, fra cui un tris di titoli e ritirato nel 2006, al CONI, il Collare d’Oro per ‘Meriti Sportivi’. La società etnea ha vinto 23 tricolori, 5 coppe Italia, 8 trofei Len Euroleague Women e 2 supercoppe Len.
Le partite del campionato italiano potranno essere seguite televisivamente sui canali della Rai e su quello monotematico Waterpolo Channel. Un campionato in cui le avversarie cercheranno di spezzare l’assoluto dominio registrato negli ultimi anni dalla Pro Recco e dalL’Ekipe Orizzonte Catania, rispettivamente nel settore maschile e in quello femminile.

 

Condividi

Lascia un commento

Sport

Verso Parigi

Allo Stadio del Nuoto del Foro Italico l’annuale ‘Settecolli’ con alcuni fra i migliori protagonisti della specialità. Attesa per le prove della nazionale azzurra prima dei Giochi Olimpici Condividi

Condividi
Read More
Sport

Sport civico

Illustrati nella capitale i progetti di rigenerazione urbana in sette comuni, Matera, Padova, Prato, Reggio Emilia, Roma, Taranto e Torino, promossi e organizzati dalla UISP Condividi

Condividi
Read More
Sport

Il Fair Play degli sportivi

Assegnati i riconoscimenti della ventottesima stagione. I premi saranno consegnati il prossimo 4 luglio nella toscana Fiesole. I protagonisti della serata sono stati svelati nel Salone d’Onore del CONI Condividi

Condividi
Read More