Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

I campioni olimpici Jessica Rossi, tiro a volo ed Elia Viviani, ciclismo, saranno i portabandiera ai prossimi Giochi di Tokyo

Una coppia al comando del prevedibile gruppone degli atleti italiani, che sfileranno il prossimo luglio alla tradizionale cerimonia d'inaugurazione dell'Olimpiade di Tokyo. Soluzione originale e inedita come le discipline sportive che rappresentano i due multimedagliati, fra l'altro anche ai Giochi. L'ufficializzazione della novità è stata comunicata dal presidente del CONI, il Comitato Olimpico Nazionale, Giovanni Malagò e riguarda e coinvolge Jessica Rossi ed Elia Viviani. I futuri portabandiera. Alfieri del tricolore. Concentrazione, precisione e freddezza sono le migliori qualità richieste per la campionessa del tiro a volo; preparazione atletica, tattica e velocità le funzioni da sollecitare nei momenti decisivi dal ciclista, protagonista sia sulle strade asfaltate e sterrate che sull'anello della pista.
29 anni, festeggiati lo scorso 7 gennaio, originaria della ferrarese Cento, ma cresciuta a Crevalcore, Jessica Rossi, oltre a trionfare nel 2012 ai Giochi di Londra, ha tarato il limite planetario, immacolato nelle qualificazioni dei 75 bersagli e nella finale, con l'oro in palio, ha timbrato quota 99 sui 100 previsti nella gara. Titolo olimpico nella capitale inglese per arricchire e abbellire una mensola già preziosa. Quell'alloro Jessica Rossi l'aveva dedicato agli emiliani e ai romagnoli colpiti dalle scosse di terremoto, la popolazione della sua regione. Piattelli centrati e abbattuti implacabilmente per conquistare, fra l'altro, corone nazionali, europee e mondiali. Nel 2009, nel 2013 e nel 2017 la cintura planetaria a Maribor, a Lima e a Mosca. Leader anche ai Giochi del Mediterraneo di Mersian del 2013, bronzo al Mondiale del 2010 a Monaco di Baviera e titolo mondiale juniores a Nicosia nel 2007. Collezione di metalli pregiati anche nelle edizioni dell'Europeo sia nelle prove singole che a squadre: poker di quelle più preziose e una d'argento. Il palmares di Jessica Rossi è stato ben presto affollato da piazzamenti, sesto posto all'esordio mondiale nel 2007 non ancora diciottenne e da successi. E pensare che inizialmente il porto d'armi era nominativamente della madre, che non aveva mai sparato. Escamotage per poter consentire alla giovane ancora minorenne di partecipare alle preparazioni e alle gare. Jessica Rossi rappresenta le Fiamme Oro.
Elia Viviani è uno specialista soprattutto degli sprint nelle corse sulla strada e anche della regolarità sulla pista. Velocista e pistard. Campione olimpico nel 2016 a Rio de Janeiro nella prova dell'omnium. È iscritto all'anagrafe della veronese Isola della Scala dal 7 settembre del 1989. Professionista dal 2010 e nell'attuale stagione difende i colori della Cofidis. È, al momento, impegnato nel Giro d'Italia. Sette gli ori europei conquistati nelle varie specialità della pista e uno sulla prova in linea su strada, nel 2019 ad Alkmaar. Argento europeo nel 2017 a Herning. Tricolore nel 2018 e tappe vincenti nei più importanti giri, fra cui in Francia e in Spagna.
Collare d'Oro al Merito Sportivo per Jessica Rossi nel 2012 e nel 2017. Riconoscimento del CONI assegnato anche ad Elia Viviani nel 2016. "Emozione" e "soddisfazione" hanno caratterizzato le prime reazioni dei due atleti all'annuncio di essere i portabandiera degli azzurri alla sfilata dell'Olimpiade di Tokyo. Ruolo prestigioso con il tricolore che sarà consegnato direttamente dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel rituale incontro preolimpico al Quirinale. È l'occasione per il saluto e gli auguri del massimo esponente e riferimento istituzionale agli atleti prossimi alla partenza per l'impegno alle gare dei cinque cerchi pluricolorati.
Nella storia olimpica sono state cinque le sportive che hanno sventolato il vessillo nazionale tricolore ai Giochi: la ginnasta Miranda Cicognani ad Helsinki nel 1952; l'altista Sara Simeoni a Los Angeles nel 1984; le campionesse della scherma Giovanna Trillini e Valentina Vezzali, attuale responsabile dello Sport nel Governo guidato da Mario Draghi e Federica Pellegrini star del nuoto della piscina in piena e brillante attività. Jessica Rossi sarà la sesta della serie. Nomi illustri sono stati gli alfieri olimpici, fra cui Alberto Braglia, Raimondo D'Inzeo, Abdon Pamich, Klaus Dibiasi, Pietro Mennea, Giuseppe Abbagnale, Carlton Myers, Jury Chechi e Antonio Rossi. Il primo portabandiera è stato nel 1908 a Londra il ginnasta Pietro Bragaglia. Hanno replicato il gratificante impegno lo specialista della scherma Edoardo Mangiarotti, nel 1956 a Melbourne e nel 1960 a Roma e il marciatore Ugo Frigerio, nel 1932 a Los Angeles e nel 1934 a Parigi. Le discipline maggiormente rappresentate negli appuntamenti quadriennali sono state l'atletica leggera e la scherma a quota sei.

Pin It