Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Stampa

Dopo la serrata per il Coronavirus riaprono gli spazi per gli spettacoli e le esposizioni, fra cui la Casa del Cinema

Riavviate e riattivate le programmazioni delle sale per le proiezioni di film e documentari e nel contempo è stato riproposto a Roma il cartellone della Casa del Cinema. Dal prossimo 15 giugno saranno allestite un paio di mostre e promosse rassegne cinematografiche, in particolare su Ingrid Bergman e Sergio Leone.
Gli spazi di Villa Borghese saranno nuovamente disponibili all'invasione degli interessati, comunque rispettando le norme decise per fronteggiare il contagio da Covid-19 e, quindi, salvaguardare la salute dei frequentatori. Visite gratuite all'esposizione di fumetti, 'Sensuability, ti ha detto niente la mamma?', realizzata dall'associazione Nessunotocchimario con il patrocinio di Comicon, special editor Francamente me ne infischio.
Nel salotto 'Age&Scarpelli', al piano terra della Casa di Villa Borghese, Giuseppe Scandaglia ha curato l'allestimento di 'Il cinema di Martin Scorsese', un ciclo di una decina di disegni con gessi e matite bianche sullo sfondo scuro per rendere omaggio all'imponente cinematografia firmata dal regista americano. Martin Charles Scorsese, settantasettenne newyorkese, ha ottenuto nella lunga attività una carrellata di riconoscimenti, fra cui un Oscar nel 2007 per 'The Departed-Il bene e il male'; la Palma d'Oro nel 1976 per 'Taxi driver' e un tris di Golden Globe, nel 2001, nel 2003 e nel 2007.
Abbellite le sale dedicate a 'Sergio Amidei' e 'Cesare Zavattini' e quella 'De Luxe' per l'omaggio al 'Mondo Leone'. La mostra è stata seguita dalla Cineteca di Bologna in accordo con la famiglia del regista romano, scomparso alla fine di aprile dell'89 all'età di sessant'anni. L'esaltante ricordo alla Casa del Cinema segue, integrando e completando, l'iniziativa organizzata all'Ara Pacis. Sul grande schermo saranno proiettati con il sipario alzato alle ore 18 l'approfondimento di Luca Verdone, 'Sergio Leone', del 2009; 'Per un pugno di dollari', girato nel 1964 e 'Perfetti sconosciuti', di Paolo Genovesi, realizzato nel 2016, rispettivamente il 16, il 18 e il 21 giugno.
La rassegna, 'Il genio della lampada', invece, esalterà il curriculum di Ingrid Ernst Bergman. Il talento e l'opera del regista svedese, nato a Uppsala il 14 luglio del 1918 e scomparso a Farò il 30 luglio del 2007, saranno ricordati con cinque visioni previste il 23, il 25, il 28 e il 30 giugno e il 2 luglio, sempre con inizio alle ore 18. In cartellone, 'Una vampata d'amore' del 1953; 'Sogni di donna' del 1955; 'Alle soglie della vita' del 1958; 'Piove sul nostro amore' del 1946 e 'La terra del desiderio' del 1947.

Categoria: Cinema