Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

A Mantova il Festivaletteratura. Oltre 250 gli autori protagonisti il prossimo settembre

Cinque giorni di incontri, lezioni, percorsi culturali, laboratori per bambini e ragazzi e anche un jukebox dantesco e una radio sempre in funzione. Festivaletteratura, nella venticinquesima edizione, infittisce il cartellone dopo una stagione difficoltosa e condizionata dal temibile Covid-19. A Mantova sono attesi, dall'8 al 12 settembre, oltre duecentocinquanta autori, che saranno protagonisti nell'ormai tradizionale manifestazione. Nelle vie, nelle piazze e nei palazzi del capoluogo lombardo, riconosciuto Patrimonio Mondiale dall'UNESCO, saranno affrontati e approfonditi variegati argomenti per ogni età e passione.
Lo scorso anno, proprio per le esigenze collegate al rischio di estensione del numero dei contagi, era stata allestito un programma originale e in qualche forma sperimentale. Alcune iniziative, fra l'altro, sono state considerate interessanti e riuscite e, quindi, sono state riproposte.
Appuntamenti e dialoghi e confronti diretti con gli scrittori presenti riguardanti qualsiasi settore, percorsi di trasformazione della città, casa d'arte e pubblicazioni per giovani e giovanissimi confermate nel cartellone del prossimo autunno. E, poi, il furgone poetico, la 'piazza balcone', le storie illustrate, la Radio Festivaletteratura e le new entry, il jukebox dantesco e la pesca poetica.
I ritrovati riferimenti internazionali sono confermati e testimoniati dagli scritti e dalle presenze di autori in arrivo per l'occasione a Mantova. E, così, sono attesi, fra l'altro, il tedesco Bernhard Schlink, una delle rappresentanti della cultura afroamericana Alice Walker, l'attivista degli Stati Uniti Rebecca Solnit e il vincitore del National Book Award Colin McCann.
La rassegna è stata ideata nel 1996 da un gruppo di appassionati, Laura Baccaglioni, Carla Bernini, Annarosa Buttarelli, Francesco Caprini, Marzia Corraini, Luca Nicolini, Paolo Polettini e Gianni Tonelli. Numerosi i volontari coinvolti in ogni edizione della kermesse letteraria, che dal 2020 è organizzata dal trasformato Mantova Festival Internazionali, una struttura finalizzata alla promozione culturale. Cinque i componenti del Consiglio Direttivo presieduto da Stefano Mazzocchi.

Pin It