FocusRoma.it

 
 

Home

Album Attualità Cinema Mostre • Musica Sport Teatro
 
 
La raccolta del Consorzio
Postato il 16-06-2017 alle 07:58:42 di focusroma

AmbienteCobat. Bilancio generalmente positivo dell'attività 2016 relativa a pneumatici, accumulatori e pile

Ambiente

Cobat. Bilancio generalmente positivo dell'attività 2016 relativa a pneumatici, accumulatori e pile
LA RACCOLTA DEL CONSORZIO


Economia circolare e sistema multifiliera.
Sono i due punti su cui ruota l'attività e l'impegno del Cobat, il Consorzio nazionale di raccolta e riciclo, che garantisce la massima sostenibilità economica e ambientale ai produttori e agli importatori di beni tecnologici dei prodotti arrivati alla fine dell'utilizzo.
Il presidente e il direttore generale Giancarlo Morandi e Michele Zilla hanno illustrato i dati raccolti nel periodico Rapporto. Quasi 140 milioni di chili di prodotti tecnologici raccolti, avviati al riciclo e trasformati in nuove risorse in tutto il 2016.
Cobat, istituito nel 1988, nel 2008 è diventato un sistema di raccolta e riciclo multifiliera, sfruttando anche la capillare organizzazione e le pluricollaborazioni con le strutture produttive private e le amministrazioni pubbliche. Lo sviluppo del Consorzio è rappresentato dalla gestione degli Pneumatici Fuori Uso, PFU, voluta nel 2015 dal Ministero dell'Ambiente, che ha il riferimento nel palazzo romano dell'ACI, in via Marsala.
Per le pile e gli accumulatori esausti Cobat si è confermato primo sistema di raccolta e riciclo con il 51% dell'immesso sul mercato di quelli industriali e per veicoli.
Poco più di un/quarto, invece, per quanto riguarda le pile e gli accumulatori portatili.
Di quelli al piombo, invece, il Consorzio ha raccolto quasi 120 milioni di chili. A questo proposito, le regioni che hanno registrato il maggior incremento del livello di raccolta sono il Trentino, con un prodigioso balzo del 43%; la Sicilia, eloquente il +35%, come il 27% del territorio piemontese e valdostano, il 23% della Lombardia e il 18% del Veneto. In assoluto, Lombardia, Veneto e Campania hanno conquistato la leadership nazionale, rispettivamente con 22, 13 e 12 milioni di chili raccolti.
Flessione nel 2016, invece, per le pile portatili non piombose, anche se flebile, al di sotto dell'1%. Quasi 6 milioni di chili l'ammontare del recupero della coppia Lombardia-Veneto in vetta alla particolare graduatoria con distacchi abissali nei confronti delle altre realtà regionali condizionati dal nuovo procedimento previsto dal CDCNPA, il Centro Di Coordinamento Nazionale delle Pile e degli Accumulatori. Difficoltosa e scarsamente omogenea la comparazione con i dati relativi allo scorso anno.
Oltre 17 i milioni di chili raccolti nel 2016 di Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche. Più di 1.300 i punti predisposti su tutta la nostra penisola. Segnalata una flessione del 7% rispetto al 2015, ma significativa la raccolta dei RAEE professionali, quasi 162 mila chili, effettuata direttamente dl Consorzio attraverso le più strette collaborazioni. La maggior parte della raccolta riguarda i monitor e gli apparecchi televisivi.
Lo scorso anno sono stati numerosi gli autodemolitori che hanno coinvolto il Consorzio per il ritiro gratuito delle gomme di auto e dei mezzi di grandi dimensioni. Oltre 1.700 le tonnellate avviate al recupero, il 180% in più rispetto al 2015.
Efficienza, professionalità ed esperienza hanno collaudato il meccanismo attraverso le aziende di raccolta, stoccaggio e di trattamento e riciclo per il recupero dei vari materiali, poi riutilizzati. Attività dai grandi numeri con 4 mila e 400 isole ecologiche sparse su tutto il territorio nazionale, come i 70 punti-COBAT.
Il Consorzio ha confermato alcune iniziative, fra cui la partecipazione a 'Panorama d'Italia', il tour promosso dal settimanale per raccontare le bellezze nazionali e i migliori esempi di imprenditoria italiana.
Non mancano gli investimenti per la ricerca e lo sviluppo per anticipare l'andamento e l'interesse del mercato e della produzione. Un esempio su tutti: la gestione del 'fine vita' degli accumulatori al litio presenti soprattutto nel settore degli apparecchi portatili.
Collaborazioni con il CNR, il Politecnico di Milano, alcune università e l'ENEL.


 
Links Correlati
· Inoltre Ambiente
· News by focusroma


Articolo più letto relativo a Ambiente:
Ambiente e agricoltura

Article Rating
Average Score: 0
Voti: 0

Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico

Spiacente, non sono disponibili i commenti per questo articolo.
 
 
Realizzazione: Ambiente Media
Un ringraziamento a Gold Nuke per la collaborazione.
MisterNuke

Pagina generata in: 0.14 Secondi
 
 
:: fiblue3d phpbb2 style by Daz :: PHP-Nuke theme by www.nukemods.com ::