Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Domenica 3 marzo al Teatro Villa Pamphilj uno spettacolo di e con Gioia Salvatori

"Cuoro" nasce come un blog, e quindi, per sua natura, si presenta come un "contenitore", all'interno del quale affrontare, in chiave satirica, gli argomenti più disparati: dal disagio esistenziale, all'amore, alle relazioni, alla difficoltà di comunicare. Nel corso degli anni, il blog entra a teatro trasformandosi in spettacolo e traducendo la parola scritta in intrattenimento dal vivo.
Nella sua versione "Le donne!", Cuoro prova a riflettere sui modelli femminili con cui abbiamo a che fare, le favole, gli archetipi, la canzonetta, le paccottiglie sentimentali, il romanticismo e tutta la petulante tradizione "altra metà del cielo oriented" e su come si staglino inevitabilmente dentro di noi, diventando moduli comportamentali anche a nostra insaputa.
Lo spettacolo pertanto prova, tra le altre cose, a ri-raccontare storie antiche, fiabe e personaggi femminili dei tempi moderni, spostandone la prospettiva e soffermandosi sulle storture delle nostre "eroine" o presunte tali, storcendo il naso davanti allo sguardo maschile che le propone sempre così svagate, provate, bizzarre e senza strumenti di autonomia.
"Cuoro - Le donne!" mette in discussione l'eroina a partire da se stessa, dai propri limiti e prova a ridere grazia alla distanza che è possibile mettere oggi.
Uno spettacolo che cavalca orrorizzato il tema "per le donne, sulle donne, alle donne, nonostante le donne" e cerca di rintracciare gli esseri umani, le persone, che prima di tutto possano agire l'essere se stesse, con la sfrontatezza utile a vivere la vita con il giusto livello di godimento.
Cuoro è uno spostamento della prospettiva, una visuale certamente non confortevole ma abbastanza veritiera, intorno ai temi della quotidianità: l’amore, le relazioni, le emozioni, i disagi, le prospettive e le aspettative verso se stessi e gli altri, quelle attese ma soprattutto quelle disattese. Nella sua versione Pop-up, Cuoro si presenta come una scatola delle sorprese, pescando un filo narrativo che annoda tra di loro i quesiti dell’esistenza tra canzoni, favole, vecchi archetipi, poesie, riflessioni psicanalitiche, punti della situazione e altre sghembe elucubrazioni, provando a ridere di questo incespico
eterno dell’umano, che di fronte a se stesso e alle proprie fragilità è costretto a interrogarsi sul senso e sui propri limiti, su cui, altro non resta, che giustapporre una sonora risata.
Domenica 3 marzo ore 11:00. Ingresso: 7 euro – Per le donne di tutte le età: 3 euro.
Teatro Villa Pamphilj (Villa Doria Pamphilj Via di San Pancrazio 10 - P.zza S. Pancrazio 9/a, Roma).
Orario segreteria: dal martedì alla domenica dalle 10,00 alle 17,00.
Info e prenotazioni teatro: tel. 06 5814176 dal martedì alla domenica. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pin It