Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Stampa

Domenica 24 febbraio al Teatro Villa Pamphilj Lezione spettacolo con Andrea Motroni

Il 29 ottobre 2018, in un solo giorno a Roma sono caduti 131 alberi ad alto fusto. Un evento eccezionale che denuncia un violento cambiamento climatico in atto. Al centro di tutto è l’energia, come la utilizziamo, come la sprechiamo, e l’impatto che la sola nostra presenza, e le nostre azioni, anche inconsapevoli, hanno sul pianeta.
Per sostenere il nostro stile di vita ci vorrebbero tre pianeti, non lo stile di vita del vicino di casa che si comporta male e non fa la differenziata, ma proprio il nostro.
E' una cosa che riguarda non gli altri ma noi, noi che pensiamo in linea di massima di stare molto attenti, di comportarci bene.
Chi lo dice? La nostra impronta ecologica, che misura quanto consumiamo e qual è la nostra richiesta energetica, che ci dice in che giorno e mese dell'anno, seguendo proprio il nostro stile di vita, finiremo le risorse della terra.
Il problema siamo noi, il sistema economico in cui viviamo, la nostra scarsa se non nulla capacità di interpretare che viviamo al di sopra delle possibilità del pianeta.
Un pianeta che si agita e si ribella e anche nel quotidiano comincia a dare dei segnali.
Andrea Motroni, agrometeorologo esperto in fenomeni di desertificazione e responsabile dell'educazione ambientale per l'Arpa Sardegna racconta e spiega come questo cambiamento climatico sta avvenendo, quali sono le cause e cosa possiamo fare porre un freno.
Science Fiction - La Scienza a Teatro è un progetto che nasce dalla collaborazione tra scienziati, attori, insegnati e operatori culturali convinti che la scienza non sia argomento solo per tecnici, purtroppo affrontata generalmente in poche ore durante il ciclo scolastico e per il resto della vita in qualche notizia sensazionalistica recepita dai giornali. Si tratta di una serie di episodi teatrali a tema scientifico e matematico rivolti a chi pensa di non poter capire la scienza; una modalità di comunicazione per rendere accessibile a chiunque temi e concetti che nell’immaginario collettivo risultano inaccessibili e che invece possono essere affascinanti, umanistici, letterari, e anche poetici o comici. Dietro ogni storia di scienza e di scienziati ci sono vite incredibili, sogni, visioni inimmaginabili, iperboli, fallimenti e miserie che hanno avuto il potere di cambiare le nostre vite, le vite di tutta l’umanità, generando scoperte, rivoluzioni e progresso.
Queste storie meritano di essere raccontate, e Science Fiction si avvale proprio del linguaggio teatrale per allargare, nella formula più semplice e arcaica, la dimensione della scienza a quella della comunità e viceversa. Due linguaggi differenti che trovano una sintesi comune: un racconto.
Il progetto è ideato e curato dal collettivo teatrale Effetto Joule (residenza a Teatro Villa Pamphilj) ed è stato prodotto dal Teatro Villa Pamphilj (della rete TIC – Teatro di Roma), nel cui spazio Science Fiction ha visto nascere, sperimentare e crescere le prime due stagioni. Ora il progetto, anche grazie alla collaborazione con il Teatro Verde, si apre a un pubblico più ampio e a spazi differenti.
"Effetto Joule" è costituito da: Valerio Bucci, Anna Maria Piccoli, Valeriano Solfiti, Emiliano Valente e Maria Zamponi. www.effettojoule.it
Successivo appuntamento: "Boltzmann - il Caso dell’Entropia". Il 7 e 8 marzo matinée per le scuole superiori presso il Teatro Verde - Circ.ne Gianicolense, 10 (di fronte alla stazione Trastevere).
Domenica 24 febbraio ore 11:30 ingresso 3 €.
Teatro Villa Pamphilj - Via di San Pancrazio 10 - P.zza S. Pancrazio 9/a, Roma.
Orario segreteria: dal martedì alla domenica dalle 10,00 alle 1700
Info e prenotazioni teatro: tel. 06 5814176 dal martedì alla domenica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Categoria: Teatro