Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Stampa

Dal 22 marzo al 15 aprile al Teatro degli Audaci torna in scena Flavio De Paola

Dopo il grande successo ottenuto nei teatri più importanti d’Italia, ritorna nella capitale dal 22 marzo al 15 aprile “Novecento” il racconto di Alessandro Baricco con Flavio De Paola, per la regia di Pablo Maximo Taddei al Teatro degli Audaci.
Il Virginian sbarcherà, per la terza volta, agli Audaci con il monologo di Tim Tooney (Flavio De Paola), non solo narratore, ma anche amico del protagonista Danny Boodman T.D. Lemon Novecento, che catapulterà il pubblico presente sull’ormai noto transatlantico.
Come ogni monologo ha la sua difficoltà nell’esporlo, il rischio è quello di appesantire la storia ma Flavio De Paola riesce a raccontare il tutto in maniera piacevole, godibile, come solo un vero artista può fare. In un siciliano “quasi” perfetto trasporterà il pubblico su quella nave gigantesca, facendo vivere l’atmosfera di quei giorni.
Flavio De Paola descrive il nostro “eroe”, come l’uomo dalle grandi capacità di apprendimento, un uomo in grado di vivere attraverso i desideri e le passioni altrui, riuscendo ad esprimere le sue attraverso la musica, vivendo sospeso tra il pianoforte ed il mare, con il quale era in grado di emozionarsi ad ogni viaggio.
Per portare in scena una grande opera, in special modo se si sta parlando di un monologo bisogna avere la sfrontatezza giusta oltre che la bravura, e proprio in questo caso possiamo dire che Flavio De Paola sa coniugare ambe due le cose: uno spettacolo che si trasforma in un one man show, un racconto che diventa un viaggio, un pubblico che dimentica di essere in platea e si ritrova sul Virginian anche gra
zie all’ormai famosa tecnica degli psicosuoni di Pablo Maximo Taddei, regista dell’opera.
Quest’ultima è infatti una tecnica che crea
degli sbalzi spazio-temporali e che “bombarda” lo spettatore di suoni e parole, proiettandolo in qualcosa di magico, mai visto prima. Un’esperienza teatrale decisamente da vivere e rivivere!
Dal 22 marzo al 15 aprile 2018, tutte le sere ore 21,00 – domenica ore 18,00 – lunedì, martedì e mercoledì riposo.
Biglietti: intero € 28 -/ € 16,00 – ridotto € 13,00 (più € 2,00 di prenotazione e prevendita).
Orari botteghino: dal lunedì al sabato 10-13.30 / 16.00-20.00; domenica: 16.00-18.00.
Teatro degli Audaci (via Giuseppe De Santis, 29 - Roma).

Categoria: Teatro