Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Stampa

Il 20 gennaio al Teatro Villa Pamphilj il primo appuntamento con "Conversazioni di Scena"

Sabato 20 gennaio, al Teatro Villa Pamphilj di Roma alle ore 11.30, prende il via "Conversazioni di Scena", un ciclo di incontri a cura di Paolo Floris su temi e figure del Teatro e del Cinema del Novecento fatto di racconti, testimonianze, immagini, filmati per ricostruire i percorsi segreti, le innovazioni compositive, la sperimentazione controcorrente nella tradizione europea dell’arte dell’Attore, della regia, della drammaturgia.
Conversazioni aperte alla curiosità di un pubblico attento al lavoro della scena, alle sue forme, al suo valore d’arte.
Il primo incontro dal titolo "L'attore regista di se stesso" riguarderà la vita e l'arte di Gian Maria Volonté, con Francesco Sala.
Un racconto - arricchito da immagini, filmati, testimonianze - della vita e dell’arte di Gian Maria Volonté; dei suoi personaggi, della sua ricerca sulla recitazione come incarnazione radicale, del suo rapporto con il teatro, con la scrittura scenica, con la regia.
I successivi incontri saranno:
10 febbraio con "Aura di Russia. Tatiana Pavlova. Attrice e regista", con Giancarlo Sammartano.
Il racconto di una appassionante ed avventurosa migrazione artistica: dalla Russia della rivoluzione bolscevica all’Italia alle soglie del Fascismo, Tatiana Pavlova impone un diverso stile di essere in scena, guardando alla regia in modo nuovo e visionario.
17 marzo con "Il cammino di un personaggio. Oreste di Euripide e Amleto di Shakespeare", con Sergio Basile.
Il confronto tra due personaggi, divisi da molti secoli di teatro e di storia, eppure uniti da inquietanti affinità d’anima e di pensiero. Una comune matrice per due creazioni artistiche, vive e veritiere oltre la finzione. Una singolare battaglia di modernità tra Euripide e Shakespeare.
21 aprile con: "Nessuno o tutti. Un teatro in lotta per il pane. Bertolt Brecht", con Giancarlo Sammartano.
Il racconto a più voci dell'opera teatrale, poetica e letteraria di Bertolt Brecht, in ricordo e difesa del suo pensiero d'arte e di vita; della sua struggente utopia di una società del futuro, di una nuova democrazia dell'uguaglianza compiuta e partecipata.
Teatro Villa Pamphilj (Villa Doria Pamphilj Via di San Pancrazio 10 -Roma).
Orario segreteria: dal martedì alla domenica dalle 10,00 alle 18,00.
Info e prenotazioni: tel. 06 5814176 dal martedì alla domenica - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Categoria: Teatro