Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Attesa per la spettacolare manifestazione prevista negli spazi dell'Università del Foro Italico

La geniale trovata e non solo per l'epoca, assolutamente rivoluzionaria nel sistema e nel panorama della preparazione atletica, è additabile ai fratelli del Vermont Dick e Peter Dreissigacker, ingegneri e anche appassionati attivi e competitivi di canottaggio. Spostiamo gamberescamente il corso del tempo, fino al 1981, quando la coppia americana di familiari prima ha messo sottosopra una bicicletta per riuscire a mantenere una decente condizione atletica quando è praticamente difficoltoso, se non impossibile sopportare le avverse condizioni atmosferiche e, poi, velocemente negli anni evoluto l'invenzione con il sostegno della tecnologia, che ha elevato ancor di più quell'iniziativa, chiamata nel tempo comunemente vogatore. È stato sviluppato il primo remoergonometro utile per un canottaggio cosiddetto 'a secco' e poi utilizzato dagli atleti di ogni disciplina a livello agonistico, ma anche dai dilettanti, dagli appassionati e da chi ha voglia di recuperare uno stato fisico adeguato alle necessità e agli obiettivi nelle palestre e addirittura nelle quattro mura domestiche. Attrezzatura utile anche alle atlete del Vermont, Emily e Hanna, figlie degli inventori americani.
Roma, in particolare lo scenario della suggestiva Palestra Monumentale dell'Università degli Studi del Foro Italico, ospiterà il 16 e il 17 marzo la diciassettesima edizione dei C2 Open Indoor Championships Italia, il campionato internazionale indoor rowing. Alla rassegna, organizzata dalla Concept2 Italia e illustrata dall'inglese Caroline Lucas, ex protagonista della specialità sull'acqua, sono attesi i migliori rappresentati sia italiani che stranieri non esclusivamente della vogata al coperto. Spettacolo previsto nelle varie sfide in programma: lo sprint di 500 metri; l'Open di 2000 metri, la distanza olimpica; il Campionato Speciale per atleti con difficoltà intellettive e l'atteso tourbillon della staffetta 4x500 metri. La manifestazione è sostenuta anche dall'ACEA e dalla Fondazione Roma Terzo Pilastro Internazionale.
Al Campionato Speciale, riservato agli atleti con disabilità intellettive e arrivato alla quattordicesima edizione, saranno presenti, fra gli altri, Francesco Sessa e Giordana Spanu, preparati dai tecnici Paolo Ramoni e Simona Bertola. Dalla Sicilia dovrebbe arrivare la squadra sostenuta dal progetto del Rotary Club di Catania e guidata da Anna Ferrarello.
Momento esaltante nel faccia-a-faccia fra i frequentatori delle aule dell'Università del Foro Italico e quelli della LUISS nella spettacolare staffetta 4x500 metri.
"Lo sport facilita l'integrazione e la socializzazione e insegna il rispetto delle regole e dell'avversario", hanno rilevato l'ex rugbista Andrea Lo Cicero, che vanta 103 maglie azzurre e Lorenzo Porzio, medaglia di bronzo olimpica ad Atene nel 2004, ma anche pianista e direttore d'orchestra. Non dovrebbero mancare all'appuntamento romano altri protagonisti del mondo dello sport, quali il campione olimpico di nuoto a Sydney nel 2000 Massimiliano Rosolino; la nazionale romena di canottaggio in ritiro al Lago di Piediluco e la plurimedagliata alla Paralimpiade cinese di Pechino nel 2008 Paola Protopapa. Partecipazione d'eccezione della ben nota attrice, soprattutto dei palcoscenici teatrali, Pamela Villoresi, appassionata e praticamente della disciplina del remo. Fabio Sakara è pronto ad affrontare a Pomezia la maratona di 24 ore sulla C2 BikeErg per raccogliere fondi per la ricerca sulla fibrosi cistica.
L'indoor rowing, il canottaggio 'a secco' al coperto, è diventato ormai una vera e propria disciplina sportiva inserita stabilmente nei calendari nazionali e anche per l'Europeo e il Mondiale, che il prossimo anno farà tappa in Francia, a Parigi.
Attività sportiva, solidarietà e impegno per l'ambiente. Nell'occasione fari interessati rivolti alla plastica abbandonata inqualificabilmente nelle acque e sui territori e alla campagna 'Consumo ecosostenibile dell'acqua'. Andrea Lo Cicero, fra l'altro, è pronto a una navigazione 'pulita' sul Tirreno fino in Sicilia. Tappe intermedie di un centinaio di miglia e ai vari attracchi bilancio sulla raccolta e bilancia appesantita dai pericolosi rifiuti arricchiti da iniziative informative e formative per sensibilizzare la pubblica opinione soprattutto sul delicato e sempre più temibile e dannoso problema per la natura terrestre.

Pin It