Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

MEI. A Faenza tre giorni dedicati alla musica indipendente italiana fra tradizione e innovazione

Incontri e confronti, concerti ed esibizioni, evoluzioni e premiazioni, esposizioni e approfondimenti, presentazioni e spettacoli. È stato sollevato il velo sull'arricchito cartellone del venticinquesimo appuntamento con il MEI, il Meeting delle Etichette Indipendenti, in programma a Faenza dal 4 al 6 ottobre. Tre giornate dedicate e riservate alle sonorità soprattutto di giovani emergenti italiani ospitati nella città romagnola e, in casi estremamente eccezionali, nei vicini dintorni. Tutte le aree del centro in provincia di Ravenna saranno praticamente coinvolte nell'ormai tradizionale manifestazione, promossa e coordinata da Giordano Sangiorgi.
La serie degli appuntamenti inizierà nel pomeriggio del 4 ottobre con l'inaugurazione della mostra, 'I Manifesti'; quella fotografica, 'I 100 scatti big del MEI' e 'Liscio, Gssato e The Pop' dedicata alle orchestre degli anni Sessanta e Settanta, curate rispettivamente dalla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, da Raffaele Tassinari e da Gianni Siroli.
Allungata e arricchita la serie di riconoscimenti assegnati, fra cui il Premio 'Giovani MEI-Exitwell', che sarà consegnato a Fulminacci e quello per il 'Miglior gruppo indipendente' ai Mon. La targa 'MEI Musicletter' sarà sulla bacheca di Deer Waves per il miglior sito web e di Stefano Solventi per il blog personale, 'Pensierosecondario'. Nel Salone delle Bandiere della Residenza Municipale del Comune di Faenza è prevista la cerimonia che riguarderà anche la consegna del riconoscimento per il 'Miglior documentario musicale' a Giorgio Testi per 'Noi siamo Afterhours'.
Workshop alla Casa della Musica per esaltare i prossimi programmi di Argento e dei Balto, che vedranno realizzato un cd e organizzato un tour e dei Rosaspina e degli OOTB, a cui sarà offerta la produzione e la distribuzione di un singolo. Della lista fanno parte anche i Silkie e le Lucertole, che saranno protagonisti di una esibizione sul palco della città romagnola. Il workshop prevede approfondimenti, fra l'altro, per la scrittura, la produzione, la promozione, il canto e la distribuzione dei supporti musicali.
Il Meeting sarà anche l'occasione per ricordare Piero Ciampi a quarant'anni dalla scomparsa. È stato, per gli organizzatori del MEI, il primo grande cantautore indipendente italiano.
Concerti e interventi, fra cui di Morgan, in passato al MEI con i Bluvertigo e dei Negrita. Nel Palazzo Comunale Forum del giornalismo musicale diretto da Enrico Derigibus. Opportunità per presentare la nuova rivista 'L'Olifante'. Quasi 130 pagine patinate e colorate, di maneggevole formato, pubblicata da All4Business e disponibile, per il momento, semestralmente in libreria e on-line. Il nome della testata richiama lo strumento musicale ricavato dal corno di un elefante e utilizzato anche per la caccia e per i vari richiami sopratutto nel periodo del Medio Evo.
Spazio alla ricostruzione della storia di 'Lella' cinquant'anni dopo 'So' stato io', la canzone in grado di superare la censura. L'appuntamento è curato da Federico Guglielmi e prevede la partecipazione di Edoardo De Angelis e Stelio Gicca Palli.
Riflettori rivolti anche sui Marcondiro, che hanno concluso il tour di undici tappe in dieci città, fra cui Matera, nel 2019 Capitale Europea della Cultura. Mezzavera, invece, è la scelta del MEI fra i sedici finalisti di 'Laziosound'. Oltre a partecipare al MEI di Faenza sarà protagonista di un minitour in Giappone.
A Margherita Zanin sarà consegnato al Teatro 'Angelo Masini' di piazza Pietro Nenni il Premio 'Indie Music Live' per l'incisione, 'Distanza in stanza'. Il 'Premio dei Premi' è dedicato ai cantautori scomparsi, in particolare a Pierangelo Bertoli, Umberto Bindi, Piero Ciampi, Bianca D'Apone, Fabrizio De André, Ivan Graziani, Bruno Lauzi, Giuseppe Manente e Mario Panseri e andranno rispettivamente a Giacomo Rossetti, Micaela Tempesta, Frigo, Francesca Incudine, Apice, Estro, Balestrieri, Folk n' Roll e Chiara Effe. Ospiti, fra l'altro, Cristina Donà, Giovanni Truppi e Ginevra Di Marco. Alla Chiesa Santa Maria dell'Angelo è in programma il concerto di Giuseppe Torre, 'Life Book'.
A Castel Bolognese, al Cinema Teatrino del Vecchio Mercato di via Rondanini, il 4 ottobre, proiezione del film, 'Prima che il gallo canti... il Vangelo secondo Andrea', diretto da Cosimo Damiano Damato.
Testimonial della rassegna i Panta, la band guidata da Giulio Pantaleo e Miranda Martino, che dopo oltre vent'anni torna sul mercato discografico con un live delle più belle canzoni dal Seicento a Salvatore Di Giacomo e registrato al Teatro di Corte di Palazzo Reale di Napoli.

Pin It