Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Stampa

Tre centri culturali della capitale ospiteranno una dozzina di concerti soprattutto dei musicisti dell'Accademia Chigiana

Una dozzina di incontri musicali, dal 30 marzo al 21 giugno, animeranno il quarto programma di 'Note in Biblioteca'. L'ormai tradizionale rassegna è promossa dalla IUC, l'Istituzione Universitaria dei Concerti e da Biblioteche di Roma. Tre gli scenari degli spettacoli con gli appuntamenti regolarmente spartiti fra la Biblioteca 'Ennio Flaiano' di via Monte Ruggero, al Tufello; la 'Vaccheria Nardi' di via Grotte di Gregna, al Tiburtino e a 'Villa Leopardi', all'interno del Parco, in via Makallé, al Quartiere Africano.
Il cartellone nell'edizione 2019 è stato arricchito con i giovani artisti dell'Accademia Musicale Chigiana di Siena, i cui corsi estivi di perfezionamento sono fra i più prestigiosi del mondo. 24 quelli organizzati, ai quali partecipano almeno 400 allievi di una cinquantina di paesi.
I primi suoni sono previsti alle ore 11 e 30 del sabato alla 'Vaccheria Nardi' e alle ore 20 e 30 del venerdì negli spazi delle altre due biblioteche. E sarà proprio quella del Tiburtino ad inaugurare la manifestazione con i Ghigiana Percussion Ensemble. Gli altri concerti in via Grotte di Gregna sono previsti il 13 aprile con il pianoforte di Sofia Adinolfi e il 15 giugno con Damiano Barreto al violino e Akané Makita al pianoforte.
Lo show negli altri locali culturali romani saranno organizzati alla Biblioteca 'Ennio Flaiano' il 5 aprile con la fisarmonica di Samuele Telari, Premio 'Claudio Abbado' nel 2015; il 10 maggio con la chitarra di Federico Fiore e il 14 giugno con il Quartetto Henao e a 'Villa Leopardi' il 12 aprile con la chitarra di Aurora Orsini, il 7 giugno con il violino di Ivos Margoni e il pianoforte di Antonino Fiumara.
Tris di conferenze-concerto curate da Giovanni D'Alò, direttore artistico della IUC. L'iniziativa consente di ampliare l'attività e l'esperienza artistica anche alla letteratura e al cinema. In serie, quindi, il 17 maggio alla Biblioteca 'Villa Leopardi', 'Improvvisamente. T
ra classica e jazz' con Simone Pelosi al pianoforte; il 24 maggio all''Ennio Flaiano', 'John Cage, Chopin e Alberto Sordi: qual è l'intruso' e le note di Silvia D'Augello e il primo giorno di giugno alla 'Vaccheria Nardi', 'Il rumore del tempo' con le melodie del Quartetto Eos, che lo scorso anno ha ricevuto un prestigioso riconoscimento dall'Associazione dei Critici Musicali Italiani come miglior gruppo giovanile.
L'Accademia Chigiana dalla fondazione del 1932 ha formato numerosi musicisti, fra cui Claudio Abbado, Salvatore Accardo, Daniel Barenboim e Uto Ughi.
Praticamente pronto il nuovo portale web dell'Istituzione Universitaria dei Concerti, IUCTube, progettato da Antonio Rostagno.

Categoria: Musica