Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Musicisti italiani e internazionali protagonisti dal 28 dicembre a Capodanno nella tradizionale rassegna

Orvieto base dell'ormai tradizionale rassegna di musica, che oscilla fra la fine del 2018 e l'avvio del nuovo anno. Per la 26^ volta. 'Umbria Jazz Winter' allarga i confini e salta le mura cittadine per coinvolgere una ventina di aree limitrofe in un'azione a favore della promozione e dell'accoglienza turistica.
Alla manifestazione saranno presenti, fra il 28 dicembre e il giorno di Capodanno del 2019, i migliori specialisti italiani, fra cui Flavio Boltro, Fabrizio Bosso, Paolo Fresu, Roberto Gatto, Enrico Rava e Danilo Rea e anche alcuni interpreti del pianeta a stelle-e-strisce.
Esibizioni al Teatro 'Mancinelli'; al Museo 'Emilio Greco'; nelle sale 'Expo' e '400' del Palazzo del Capitano del Popolo; nel centro storico-Street Parade con divagazioni a 'Il Mandarino Bistrot' e al ristorante 'Al San Francesco', dove sono previsti gli originali 'Jazz Lunch' e 'Jazz Dinner'.
Sonorità e ritmi dalle 11 e 30, che continueranno fino ad oltre la mezzanotte con la partecipazione di alcuni ospiti negli oltre cento concerti. Al Palazzo dei Sette la 'no-stop music' inizierà alle 13 con il 'Cooking Concert'. 'Spaghetti Swing', la pasta-simbolo della gastronomia italiana, preparata e offerta al pubblico. Iniziativa, poi, replicata intorno alle 19 e 30. 'Note di Vino' al Foyer del Teatro 'Mancinelli' con il Consorzio di Orvieto protagonista con le produzioni locali DOC.
Le melodie espresse dagli strumenti saranno alternate al 'Gran Cenone di Fine Anno' promosso e organizzato al ristorante 'Al San Francesco', a 'Il Malandrino Bistrot' e al Palazzo dei Sette. Il suggestivo scenario del Duomo ospiterà alle ore 17 del primo giorno dell'anno la Messa della Pace&Gospel con New Direction State Gospel Choir del Tennessee.
Attesa per le tradizionali sonorità di New Orleans e vetrina di prestigio per un paio di giovani formazioni: la vincitrice del Conad Jazz Contest 2018 e il Berklee Umbria Jazz Clinics 2018 Award Group, gli studenti più promettenti fra quelli che hanno frequentato i corsi estivi del College di Boston.
L'appuntamento, sostenuto dalla Fondazione di Partecipazione Umbria Jazz e dal Comune di Orvieto, ricorderà attraverso alcuni artisti Fabrizio De André a vent'anni dalla scomparsa. Previste anche alcune letture e visione di documenti originali.
Il programma musicale sarà sostenuto parallelamente da altre iniziative, fra cui mostre, visite più o meno guidate delle bellezze storico-archeologiche e i Funk Off a sfilare per le vie del centro cittadino.
Per la nuova Via della Seta passa anche la musica. Umbria Jazz è stata ufficialmente inserita dal Forum Intergovernativo Italia-Cina e dall'Ambasciata nel nostro Paese fra le eccellenze da inserire negli scambi culturali. Umbria Jazz ha ottenuto il Premio Speciale 'Targa Mei Musicletter' riservato al 'Miglior Festival Musicale Italiano' consegnato lo scorso 29 settembre nella Sala del Consiglio Comunale di Faenza.

Pin It