Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Alla cavea dell'Auditorium il 2 e 3 giugno 'Retape' con protagonisti i giovani cantautori

Un week-end di musica e parole, scritte, suonate e cantate da giovani emergenti romani. Sabato 2 e domenica 3 giugno sul palco della cavea dell'Auditorium una ventina di cantautori alterneranno le esibizioni per la seconda edizione di 'Retape', il Festival promosso dalla Fondazione Musica per Roma.
Nelle due giornate festive, nell'ambito del più ampio programma del Roma Summer Fest, saranno protagonisti Luca D'Aversa; Mirkoeilcane; Leo Pari; Filippo Gatti; Rho; Germanò; Il Grido; Amor; Assalti Frontali; Cor Veleno; Garcon Fatal e Bombay.
Domenica, dalle ore pomeridiane, via-libera a Artù; Lillo e i Vagabondi; Los3Saltos; Ardecore; The Niro; Mesa; Orchestraccia; Piotta e Bamboo.
L'edizione 2018 è più articolata rispetto allo scorso anno con altri appuntamenti organizzati durante la stagione. Per il 'Retape-Lab', nel Teatro-Studio 'Gianni Borgna', sono stati ospitati Tommaso Di Giulio, Non, Andrea Ra e La Scala Shepard.
Per il 'Retape Off', invece, la novità ha riguardato gli scenari alternativi della capitale, al di là del 'Parco della Musica', come il Teatro di Tor Bella Monaca, Geronimo's, Jailbreak, DeFrag e CSO La Strada. Organizzate, fra l'altro, le serate di Chiara Padellaro, The Artisan, Mark Hanna Band e I dei degli Olimpo.
L'iniziativa è utile anche per valutare l'attuale realtà musicale nella capitale per numero degli emergenti e per qualità di note e testi. Originalità, impegno e passione, che hanno pian piano riportato all'emersione la capitale nello scenario nazionale. Un modo per richiamare appassionati e interessati, nuovi e anche numerosi.
Mirkoeilcane, all'anagrafe Mirko Mancini, vanta sulla mensola alcuni importanti riconoscimenti, fra cui il Premio 'Umberto Bindi', quello Incanto e della Musica Controcorrente.
Amir, padre egiziano e madre italiana, è cresciuto nella popolare prima periferia cittadina di Torpignatatra, è stato nella lista dei pretendenti al David di Donatello e al Nastro d'Argento come 'Migliore Canzone da Film'. E' l'unico rapper ad aver calcato il red carpet del Festival del Cinema di Venezia e ad essere stato ricevuto in una cerimonia ufficiale dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
Tommaso Zanello, meglio conosciuto come Piotta, è stato particolarmente attivo e operativo negli anni Novanta e ha integrato l'esibizione con la produzione.
Non manca la parte femminile e i gruppi. I Bamboo, spettacolo nello spettacolo, in quanto riescono a suonare di tutto, dai bidoni alle pentole, dalla plastica agli spazzolini elettrici fino ai folletti.
L'Orchestraccia è una formazione con le porte girevoli per attori, cantanti e musicisti, che hanno riscoperto poesie e brani della tradizione romana.
Los3Saltos affondano le radici sonore nella cultura del Sud del pianeta e le relative influenze e coinvolgimenti personali.
Assalti Frontali risollevano le esperienze raccolte con la precedente denominazione Onda Rossa Posse, ORP.
Il Grido nasce da un'idea di Andrea Jannicola e Giuseppe Di Bianca e la stabilità è stata trovata nel 2014 con Davide Costantini e Lorenzo Spurio Pompili.
Radio Rock 106.600 è l'emittente che ha raccontato, in collaborazione con la Fondazione Musica per Roma, l'appuntamento e le storie dei vari partecipanti.
Per assistere a una serata ticket d'ingresso a 8 euro, pacchetto completo per il week-end sonoro a 10 euro.

Pin It