Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

'La stanza segreta'. È il titolo dell'esposizione allestita a Gualdo Tadino con una settantina di opere

Una settantina di opere, testimonianze e produzioni realizzate da quaranta protagonisti della figurazione contemporanea internazionale abbelliscono e arricchiscono il già suggestivo scenario della Chiesa Monumentale di San Francesco a Gualdo Tadino, nel territorio della provincia di Perugia. L'esposizione, 'La stanza segreta. Capolavori della figurazione contemporanea della collezione Massimo Caggiano', è stata curata da Cesare Biasini Selvaggi e Vittorio Sgarbi. L'iniziativa è stata promossa dal Polo Museale della città umbra con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e la collaborazione del Comune di Gualdo Tadino.
La raccolta da parte del collezionista-designer ha avuto inizio oltre trent'anni fa. Da tempo, dagli anni Ottanta, Massimo Caggiano, originario del salernitano, ha acquisito dipinti, oli, sculture in terracotta e di bronzo, disegni su carta. Nella Chiesa di San Francesco, gioiello architettonico del XIII secolo, sono in mostra le realizzazioni di correnti figurative, comprese quelle di ricerca di giovani pittori del nostro tempo.
Negli spazi della Chiesa di Gualdo Tadino è presente anche la firma, soprattutto su 'Caerulea', di Dino Valls, il sessantenne spagnolo di Saragozza con laurea in medicina e spirito, passione e inventiva artistica. E proprio gli studi specialistici hanno agevolato l'attività artistica abbracciata per lasciare la professione di sanitario. È considerato uno dei maggiori esponenti del settore delle arti figurative e non solo in Spagna. Nel 2005, fra l'altro, è stato l'unico contemporaneo ad essere coinvolto da Vittorio Sgarbi per l'esposizione, 'Il Male. Esercizi di pittura crudele', proposta alla Reale Palazzina di Caccia di Stupinigi, area torinese di Nichelino. La struttura è stata costruita per volere dei Savoia fra il 1729 e il 1733.
La mostra, 'La stanza segreta. Capolavori della figurazione
contemporanea della collezione Massimo Caggiano', può essere visitata fino al prossimo 27 ottobre, dal martedì alla domenica, nelle fasce orarie 10-13 e 15-19. Con il ticket, 6 euro l'intero e 3 e 5 euro i ridotti, è gratuitamente consentito l'ingresso anche in tutti gli altri spazi culturali del centro perugino, in particolare all'Archeologico degli Antichi Umbri; alla Fortezza Federiciana Rocca Flea; al Museo della Ceramica e a quello Regionale dell'Emigrazione 'Pietro Conti' e all'Opificio Rubboli. Il catalogo è pubblicato da Carlo Cambi Editore.

Pin It