Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Originale esposizione ai Musei Capitolini con gli scatti fotografici di Jacopo Brogioni

Una città vista, se non ammirata, attraverso le immagini colte nelle rispettive attività dall''occhio' fotografico di Jacopo Brogioni. 'Roma. Il racconto di 100 donne' è l'originale ritratto composto in una esposizione allestita nella Sala Bianca dei Musei Capitolini. L'iniziativa è sostenuta dall'Istituto della Enciclopedia Italiana, promossa da Roma Capitale attraverso l'Assessorato alla Crescita Culturale e alla Sovrintendenza, curata in collaborazione con CultRise e dallo Studio Fuksas. Le storie delle cento figure femminili sono state raccolte da Raffaele Timperi.
Volti noti, ma anche immagini di donne colte nella più comune o straordinaria attività per rappresentare una realtà cittadina che in alcuni casi sfugge allo sguardo e all'attenzione quotidiana. Per diciotto mesi Brugioni ha attraversato i quartieri della Città Eterna per raccogliere i momenti maggiormente rappresentativi e suggestivi. Personaggi anonimi ai più o ben conosciuti, fra cui il presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati e lo stesso sindaco di Roma Virginia Raggi.
Nelle varie pose, visibili gratuitamente dal 4 aprile al 12 maggio, sono immortalate una serie di personaggi al femminile colti in modo da offrire anche una interpretazione rappresentativa dall'impegno abituale, sia professionale che di volontariato. Jacopo Brogioni ha affrontato quasi ogni area della città e sezionato le varie situazioni. Tutte, praticamente tutte, comprese le donne nella divisa delle forze dell'ordine e di sicurezza. Imprenditrici, donne dello spettacolo e con la toga, rappresentanti dell'informazione, del soccorso, studentesse, insegnanti, turiste, badanti, bagnine, detenute, nobili e vittime di violenze, colf, manager ed educatrici, tifose, impiegate, bariste e chi gestisce ristoranti, capotreno, scout, immigrate, senzatetto, rom, cantante e autrice come Paola Turci. La musicista dell'Orchestra di Santa Cecilia, la violinista Marlene Prodigo; la vicepresidente della LUISS 'Guido Carli' Paola Severino; l'attrice Margherita Buy; la guida dell'ACEA Michaela Castelli; la piddina Michela Di Biase; la partigiana dell'ANPI Tina Costa; la sorella di Stefano Cucchi, Ilaria; la religiosa, suor Paola Gazzoli; il vertice del MAXXI Giovanna Melandri e della Fondazione, Anna Fendi.
"L'immagine", per Jacopo Brogioni, romano, 29 anni, "è un prodotto di tanti elementi, la foto vuole contestualizzare la personalità e raccontare ciascuna donna attraverso il luogo con cui ha un profondo legame".

Pin It