Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Il Festival da quest'anno sarà dedicato al regista Elio Petri. Iniziative anche per ricordare Gian Maria Volonté

L'occasione per abbinare il nome e il volto al Festival del Cinema di Porretta Terme è il novantesimo anniversario della nascita del regista Elio Petri. A questo proposito, nella 18^ edizione della rassegna, l'Associazione Porretta Cinema ha promosso l'istituzione di un premio, un riconoscimento dedicato al regista romano, nato il 29 gennaio del 1929 e scomparso, sempre nella capitale, il 10 novembre del 1982. Petri è stato particolarmente legato al Festival della provincia bolognese. Nell'edizione del 1971 insieme a Gian Maria Volonté, a cui è riservata l'immagine della copertina e una mostra sulla lunga carriera nell'appuntamento del prossimo dicembre, aveva presentato in anteprima mondiale 'La classe operaia va in paradiso', film poi premiato a Cannes con la 'Palma d'Oro'.
L'esordio del riconoscimento sarà ad Alto Reno Terme per diventare, a sentire gli organizzatori del Festival emiliano, un appuntamento annuale. Della giuria, presieduta dall'ex ministro Walter Veltroni, fanno parte il regista Giuliano Montaldo, l'attore e sceneggiatore David Grieco, il critico Steve Della Casa, Giacomo Manzoli, Alfredo Rossi e Paola Pegoraro Petri. Le pellicole selezionate per il Premio sono 'Il traditore' di Marco Bellocchio; 'A mano disarmata' di Claudio Bonivento; 'La terra dell'abbastanza' dei D'Innocenzo; 'La paranza dei bambini' di Claudio Giovannesi; 'Ride' di Valerio Mastrandrea e 'Non sono un assassino' di Andrea Zaccariello.
L'ormai tradizionale rassegna cinematografica, in programma dal 7 al 14 dicembre, ospiterà anche una esposizione con le immagini dell'attività di Gian Maria Volonté per ricordare i 25 anni dalla scomparsa. Gli organizzatori del Festival, fra l'altro, hanno chiesto "l'apertura di un Google Doodle dedicato proprio a Gian Maria Volonté per il 6 dicembre del 2019 in occasione del giorno del venticinquesimo anniversario della scomparsa".
Al Festival del Cinema di Porretta Terme saranno in cartellone solo
pellicole italiane. L'omaggio a Elio Petri sarà rappresentato dalla proiezione del film, 'A ciascuno il suo', diretto nel 1967. Quindici le regie, fra il 1954 e il 1979. Sedici, invece, le sceneggiature firmate nel periodo oscillante dal 1952 al 1963.
Nel corso degli anni il Festival ha ospitato alcuni fra i più prestigiosi interpreti della cinematografia italiana e internazionale e anche un tris di premi Oscar. Cinque gli scenari a disposizione della prossima manifestazione: il cinema 'Kursaal' e il Teatro 'Don Enrico Testoni' di Porretta Terme; le sale del 'Nuovo' di Vergato, del 'Mattei Lagaro' di Castiglione dei Pepoli e del'La Pergola Vidiciatico' di Lizzano in Belvedere.

Pin It