Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Nordic Film Fest alla Casa del Cinema di Villa Borghese. Una quarantina le proposte. Mostra su Ingmar Bergman

Sarà la riproposizione storica, 'The King's Choice', nomination all'Oscar nel 2017, record d'incasso in Norvegia, in grado di conquistare 8 Amanda Awards, il massimo riconoscimento per il cinema di quel Paese, ad aprire il prossimo 3 maggio a Roma il Nordic Film Fest, alla presenza, fra gli altri, del regista Erik Poppe. Filo conduttore della rassegna, promossa dalle ambasciate di Danimarca, Finlandia, Norvegia e Svezia e dal Circolo Scandinavo, è proprio 'Storia&Storie'.
Il cartellone della manifestazione, arrivata alla settima edizione, è appesantito da 13 film nordici (3 danesi, finlandesi, norvegesi e svedesi e uno di produzione islandese); 2 documentari, 12 corti e 6 video art. Complessivamente oltre 30 ore di grande cinema rappresentante e testimone del Nord Europa. Le proiezioni sono in programma dal 3 al 6 maggio nella sala della Casa del Cinema di Villa Borghese dalle ore 15 alle 24. Visione gratuita per tutti in relazione alla disponibilità.
Una selezione di filmati in lingua originale sarà interpretata dal vivo in italiano attraverso una voce narrante.
Visioni e incontri con i rappresentati del cinema dell'Europa del nord.
Oltre a Erik Poppe arriveranno a Roma Jan Erik Holst, storico del cinema norvegese; dalla Finlandia il produttore Ilkka Matila, il documentarista Viso Koiso-Kanttila e l'attrice Pihla Viitala, nel cast del film 'Latin lover' di Cristina Comencini; dalla Svezia la regista e sceneggiatrice Suzanne Osten e il fotografo d'origine curda Hogir Birori e la protagonista di spettacoli cinematografici e teatrali, Karin Franz Korlof.
Il Nordic Film Festival nel 2018 esalta l'immagine di un grande protagonista con una esposizione, 'Ingmar Bergman e la sua eredità nella moda e nell'arte'. Quest'anno il regista, sceneggiatore, drammaturgo e scrittore svedese avrebbe festeggiato i 100 anni. La mostra potrà essere ammirata anche dopo la chiusura dell'ormai tradizionale rassegna alla Casa del Cinema fino al 31 maggio. Nel programma delle celebrazioni è prevista anche la proiezioni del documentario, Bergman Island'.
Emerge, così, la quotidianità sull'isola, sempre un po' velata, di Faro. Gli incontri con alcuni esponenti del mondo cinematografico, fra cui Woody Allen; Robert De Niro, Michael Haneke; Martin Scorsese e Lars-Von Triep, caratterizzano il filmato, 'Trespassing Bergman'.
Spazio speciale dedicato alla 'Video-Art Nordica' curata dal Circolo Scandinavo.
Il week-end sarà riservato ai più giovani. 'NFF for Kids' alla Casina di Raffaello, sempre all'interno di Villa Borghese. Dalle 10 alle 13
potranno essere visti i corti di animazione e nel parco i cantastorie racconteranno le fiabe dei paesi dell'Europa del freddo e del gelo. La novità è organizzata con Segni New Generation di Mantova e la casa editrice Iperborea. Proposti e predisposti anche alcuni laboratori artisti per i giovani e giovanissimi interessati partecipanti. Al di là della rinnovata partnership con l'Istituto Europeo Design che ha realizzato la sigla originale; una sezione è dedicata a Storytelling, gestito dalla Writers Guild Italia, in collaborazione con l'ANICA, per l'incontro fissato al 5 maggio alle ore 10 nell'Auditorium dell'Ambasciata di Finlandia fra i rappresentanti cinematografici dell'Europa del nord e gli sceneggiatori italiani.

Pin It