Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Collaborazione fra Fiera di Roma e quella di Verona per la tradizionale rassegna sul mondo dei cavalli

Sette padiglioni, oltre un'ampia area esterna; una trentina di razze da ammirare e almeno cento aziende per alimentare un appuntamento ormai tradizionale, 'Cavalli a Roma', in programma dal 13 al 16 febbraio. Alla Fiera di Roma. La maggiore novità, però, riguarda l'affiancamento collaborativo fra VeronaFiere, che ospita dal 1898 'FieraCavalli', il Suo di riferimento per tutto il settore, che sarà allestito dal 5 all'8 novembre. Un collegamento non solo ideale, in grado di essere complementare e non certo alternativo o concorrenziale, come hanno più volte ribadito i rappresentanti delle due strutture, Pietro Piccinetti per la Fiera di Roma e Matteo Geometri e Flavio Innocenzi per quella del capoluogo veneto. Un'intesa pluriennale, di un triennio, rinnovabile nel tempo ed espandibile per altre manifestazioni di comune interesse.
La rassegna romana, da anni promossa con un'attenzione e una partecipazione comunque rilevante, ha confermato l'obiettivo di essere un punto essenziale per l'interesse dell'intero comparto, da quello dell'allevamento allo sportivo con base comune e strategica riguardante il rilievo economico e commerciale. Valorizzazione e promozione della cultura per e del cavallo anche nelle aree del centro e del meridione della nostra penisola, dove in Europa il Lazio è la regione e Roma la provincia con maggiori iscrizioni di equini all'apposita anagrafe. E, almeno a sentire i dati di una ricerca di Nomisma, il 43% ha frequentato i padiglioni veronesi per FieraCavalli.
L'esperienza di VeronaFiere ha allargato il programma e arricchito le presenze per le esibizioni, in particolare, fra l'altro, del Concorso nazionale A6*, una competizione di salto ad ostacoli valevole per le qualificazioni alle fasi finali di novembre. Spazio anche allo spettacolo offerto dagli asini con la 'Donkey Race', dai butteri della Maremma laziale, dai pony e dal Centro Militare di Equitazione.
Un poker di giornate dedicate anche all'approfondimento etico e della riabilitazione sanitaria che il mondo a quattrozampe è in grado di offrire. Dimostrazioni di alcune scuole di addestramento con gli 'horse tellers' pronti a interpretare il linguaggio equino.

Alla rassegna romana non poteva mancare la sezione riservata alla mostra-mercato sull'abbigliamento, sugli accessori e sulle attrezzature per l'equitazione sportiva e l'allevamento e al cosiddetto 'turismo in sella'. FITETREC ANTE, la Federazione Italiana Turismo Equestre e Treccia Ante, è pronta a organizzare le prove di barrel racing, pole bending, gimkana western e monta da lavoro. In cartellone anche le dimostrazioni di tiro con l'arco a cavallo e di volteggio con l'obiettivo di portare una tappa della Coppa del Mondo a Verona.
"Il settore agonistico e amatoriale è in grado di creare un giro d'affari annuo di quasi 4 miliardi di euro", ha reso noto Marco Di Paola, presidente della FISE, la Federazione Italiana Sport Equestri, che ha rivelato anche un aumento del generale interesse internazionale per le manifestazioni sulla nostra penisola al di là dell'ultratradizionale Piazza di Siena.
Tradizione-per-tradizione. Rinnovata la congiunzione con il Carnevale di Roma, in cui il cavallo è assoluto protagonista. La dodicesima edizione della
storica festa con la continua e costante partecipazione alla Fiera di Roma avrà un prologo pomeridiano l'8 febbraio, quando al Pincio è prevista 'la parata clownesca con pupazzi, animali e musica' per il 'Carnevale, i bimbi e i burattini'. Il programma della manifestazione continuerà fino al 29 febbraio con mostre, spettacoli e passeggiate nella capitale e anche nell'hinterland romano, fra cui al Teatro di Canale Monterano. Il 22 febbraio rievocazione fra 'maschere, racconti e sorprese' da piazza del Popolo a piazza Navona.
L'edizione targata 2020 di 'Cavalli a Roma' ha ottenuto il sostegno anche del CONI, il Comitato Olimpico Nazionale; di Grimaldi Lines: di Leo Italia e di Volkswagen.

Pin It