Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Doni ai bimbi nell'officina di Guido Aggiustagiocattoli. L'associazione è attiva da una ventina d'anni

Una festa continua. L'occasione è l'ormai imminente arrivo dei giorni e delle notti di Natale e di fine anno, ma anche l'inaugurazione, nella centralissima via Sardegna, dell'officina di Guido Aggiustagiocattoli. Uno spazio attrezzato per la particolare attività concesso dall'Istituto Comprensivo romano 'Regina Elena'. Colori, note musicali ed esibizioni hanno accolto e avvolto i giovani e i giovanissimi partecipanti nei locali del civico 161 della strada a due passi da via Veneto, negli anni Sessanta riferimento della 'Dolce Vita' della capitale. L'allestimento scenografico è stato curato da Annalisa Di Piero. Alle soavi e caratteristiche melodie del periodo natalizio, invece, ha pensato il maestro Daniele Mutino.
Nella giornata, promossa dall'associazione Salvamamme in collaborazione con MammaRoma, il Primo Municipio della Città Eterna e l'Istituto 'Regina Elena', sono stati consegnati ai più piccoli, alla presenza di otto elfi, giocattoli perfettamente funzionanti, riqualificati e riattivati dopo le generose offerte e opportunamente impacchettati con tanto di carta multicolorata e impreziositi da vistosi fiocchi o coccarde. L'iniziativa, come altre organizzate in tutti i momenti dell'anno dall'associazione guidata da Maria Grazia Passeri e che ha l'attrice Barbara De Rossi presidente onorario, mostra e testimonia la grande capacità di solidarietà e generosità della cittadinanza e di alcune istituzioni.
Alla consegna dei regali hanno preso parte, fra gli altri, Sabrina Alfonsi, presidente del Primo Municipio; l'ex assessore comunale Paolo Masini, di MammaRoma e i rappresentanti della squadra maschile di rugby delle Fiamme Oro, della Croce Rossa Italiana e dell'Istituto Comprensivo 'Regina Elena'. Un comune filo collega ogni struttura coinvolta e le rispettive attività e riguarda il sostegno e l'inclusione sociale per le persone in difficoltà, sopratutto "i minori e i propri genitori".
Maria Grazia Passeri, vero e proprio 'motore' di Salvamamme, ha ricordato come l'associazione è impegnata "a rispondere ogni giorno dell'anno alle necessità di migliaia di bambini in Italia e nel mondo", prima di tutto con alimenti e vestiario, fra cui "pappe e corredini". L'associazione, inoltre, è interessata in alcune azioni benefiche oltreconfine, in particolare nei paesi africani, nelle Filippine e in Romania. Spedizioni assistenziali con il necessario sono programmate anche per i bambini moldavi e ucraini. "E continua la positiva collaborazione con la Comunità di Sant'Egidio, soprattutto per i minori delle recluse in attesa di giudizio". Aumentano mese-dopo-mese le richieste, le segnalazioni e le esigenze anche delle case protette, delle comunità e degli ospedali. La giornata
di apertura del laboratorio romano è stata arricchita dal grande albero di una ventina di metri ideato da Mario Cangiano e abbellito con materiali riciclati variopintati. "L'albero gigante della condivisione, delle speranze, dei desideri".
Al di là dello spirito e della magia festaiola hanno pensato il pasticcere Dario Saltarelli e lo chef Bruno Brunori con le gustose creazioni culinarie in tema natalizio. Specialisti di preparati dolci e salati e sempre amici dell'associazione Salvamamme, che è operativa da una ventina d'anni con base a Roma, in via Bernardino Ramazzini.

Pin It