Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Iniziativa dell'ANLAIDS. Coinvolti una ventina di personaggi noti, le cui tele saranno vendute all'asta

L'abbassamento generale dell'attenzione nei confronti della temibile e, poi, per lo più fatale infezione soprattutto fra i più giovani, secondo le ultime considerazioni dell'Istituto Superiore di Sanità, ha fatto scattare nuovamente il suono dell'allarme degli esperti e degli operatori. In Italia, nonostante una leggera diminuzione di contagi da HIV, quello fra gli under 25 è addirittura impercettibile. E questo potrebbe essere un segnale da non sottovalutare riguardante una pericolosa diminuzione della percezione del rischio. Una situazione causata in particolare, a sentire i sanitari, dall'insufficiente utilizzo del profilattico nei momenti di intimità e del test anonimo e, volendo, dall'esito più veloce rispetto al passato. Il pericolo per i giovanissimi ormai è arrivato al 50%. A questo, naturalmente, va sommata l'assenza di investimenti in intensi programmi di prevenzione, sensibilizzazione, diagnosi e cura.
Il Lazio, con la Liguria e la Toscana, è fra le regioni del nostro Paese con la maggior percentuale di contagi da HIV, che potrebbe portare alla drammatica evoluzione nell'AIDS. L'ANLAIDS, prima struttura impegnata nella lotta alla malattia e fondata dall'immunologo Fernando Aiuti, poi presidente onorario e scomparso lo scorso 9 gennaio, anche per riportare il tema al centro dell'interesse pubblico, replica l'iniziativa 'Arte&AIDS', che coinvolge i rappresentanti e i personaggi del mondo della cultura, dello spettacolo e dello sport. Originale l'idea, riproposta anche nel 2019 con protagonisti i cosiddetti 'lavori creativi' di una ventina di 'pittori per caso' e per una giusta e opportuna causa: raccogliere fondi per concretizzare i progetti dell'Associazione. L'occorrente per la realizzazione dei dipinti è fornito da aziende specializzate e del settore, Vertecchi e Maimeri. Kit completo di colori, pennelli, tavolozza e tela. Le creazioni, poi, potrebbero diventare facciata di t-shirt.
Il prossimo 13 giugno, poi, le invenzioni pittoriche saranno esposte e, quindi, poste all'asta nell'ormai annuale Charity Gala, promosso nel suggestivo e storico scenario di Palazzo Doria Pamphilj, a Roma. La serata sarà arricchita dal coordinamento dell'organizzatore di spettacoli Matteo Corvino; dalla collaborazione dell'Accademia delle Belle Arti della capitale e dallo IED, l'Istituto Europeo di Design e dall'abilità dello chef Giuseppe De Iorio.
Al "divertimento creativo" hanno mostrato disponibilità e partecipazione, fra gli altri, gli attori Pierfrancesco Favino, Max Giusti, Giorgio Marchesi, Giulia Bevilacqua, Diana Del Bufalo e Martina Stella;
il regista Ferzan Ozpetek; la cantante Nina Zilli; la plurimedagliata della scherma Arianna Errigo e Andrea Delogu.
L'ANLAIDS è impegnata nella promozione di una serie di iniziative dedicate e destinate ai giovani con il 'Progetto Scuole'; corsi di formazione e informazione e il piano 'Facciamolo Rapido', una consulenza per il test salivare e l'esito reso noto in una ventina di minuti. Dal 2017 allo scorso aprile sono stati eseguiti 1.050 esami alla presenza di un immunologo, di uno psicologo e di un assistente sociale.

Pin It