Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Alla Fiera di Roma la sesta edizione del 'Maker Faire Rome' con l'esposizione degli originali progetti

Sette padiglioni per quasi 100 mila metri/quadrati della Fiera di Roma a disposizione della fantasia progettata e dimostrata in occasione del 'Maker Faire Rome-The European Edition'. L'atteso show dell'inventiva, della genialità, è in programma dal 12 al 14 ottobre promosso dalla Camera di Commercio di Roma, che negli anni ha aperto le porte anche ai progetti di oltre confine. Le innovazioni riguardano praticamente ogni settore, fra cui ambientale con il passaggio dall'economia lineare a quella circolare attraverso il riuso dei materiali destinati alla discarica. Qualcuno riesce a trasformare la canapa in bioplastica per stampare con tecnologie tridimensionali oggetti indispensabili e chi da scarti realizza tessuti. L'ENI con lo studio Carlo Piatti Associati allestirà un grande ristorante circolare con l'obiettivo di valorizzare la Frazione Organica del Rifiuto Solido Urbano, denominata FORSU, che diventa biocarburante di seconda generazione. Nei quasi 509 metri/quadrati i visitatori diventeranno automaticamente i protagonisti dell'economia circolare, in quanto la raccolta degli scarti della cucina saranno riutilizzati e diventare, ad esempio, biodiesel dall'olio di frittura e materiale per l'isolamento termico dal polistirene.
'Maker Faire Rome' ha consolidato la presenza, la partecipazione e il coinvolgimento interessato di università, centri di ricerca, istituti scolastici e aziende pronte a cogliere le occasioni per produzioni innovative da immettere sul mercato. Molteplici i settori commerciali investiti dalle varie genialità, dal manifatturiero all'alimentazione; dalla mobilità alla salute e benessere; dalla scienza alle biotecnologie fino ai sempre più efficaci e utilizzati droni.
L'area della Fiera di Roma dedicata e riservata alla robotica, curato da Bruno Siciliano dell'Università 'Federico II' di Napoli, sarà invasa da importanti dimostrazioni ideate e griffate da tutta Europa.
Un migliaio i progetti provenienti da oltre sessanta paesi.
Alla Fiera di Roma saranno presenti 55 scuole selezionate fra le centinaia di richieste, soprattutto italiane, ma anche europee, dalla Grecia, dalla Romania, dalla Slovenia e dall'Ungheria.
Innumerevoli le iniziative, specifiche, fra cui dedicate all'Africa, alle disabilità e alla formazione.
In programma anche incontri e convegni, un modo per approfondire alcune tematiche, fra cui dell'economia circolare; dell'intelligenza artificiale-IoT, internet delle cose e delle creatività; della robotica; dell'aerospazio e dell'agrifood.
Una delle novità dell'edizione 2018 riguarda riguarda l'aerospazio in collaborazione con l'Università 'La Sapienza'. In evidenza l'Apollo Guidance Computer, una delle più grandi innovazioni del programma americano 'Apollo'.
La sesta edizione del 'Maker Faire Rome' apre un settore anche ai più giovani innovatori, 10 mila metri/quadrati riservati agli aspiranti innovatori compresi dai 4 ai 15 anni.
Il programma dell'iniziativa prevede anche trasferte alla Casa del Cinema di Villa Borghese, 'polmone' verde della capitale', dall1 al 4 ottobre per 'Brain+' e al Museo Capodimonte di Napoli il 6 e 7 ottobre per 'The Hack Night'.
La rassegna ha il sostegno dell'ICE, l'agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane per la competitività e l'innovazione.
La Regione Lazio avrà anche in questa edizione uno stand espositivo. Le cinque province saranno impegnate all'esposizione di diciotto progetti attraverso altrettanti prototipi. Agli interessati saranno fornite informazioni per future iniziative e illustrati i risultati del programma inquadrato nella Call4Makers.
La prima Maker Faire è stata promossa e organizzata nel 2006 in California, a San Mateo. A Roma, la scorsa edizione ha visto la partecipazione, in soli tre giorni, di oltre centomila visitatori. Da ricordare e segnalare che, via via, la 'Maker' romana è passata dagli spazi del Palazzo dei Congressi dell'EUR a quelli dell'Università del'La Sapienza', tutti insufficienti per accogliere e raccogliere le richieste espositive e degli interessati visitatori fino ai padiglioni della Fiera di Roma.

Pin It