Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Campagna informativa soprattutto negli spazi della grande distribuzione delle varietà di uva da tavola e di radicchio

Corner informativi multicolorati, poster con indicazioni per i consumatori in modo da essere indirizzati nelle preferenze e nella scelta verso gli acquisti di frutta e verdure di stagione di qualità rigorosamente Made in Italy. Alla campagna di comunicazione e sensibilizzazione promossa da Ortofrutta Italia hanno collaborato esponenti del mondo della coltivazione, della distribuzione e della commercializzazione. L'iniziativa è sostenuta dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, il quale con l'inzio del nuovo anno assorbirà anche la gestione del Turismo, pronto ormai a lasciare il dicastero di via del Collegio Romano dei Beni e delle Attività Culturali.
All'iniziativa sono coinvolti almeno cinquemila punti vendita dell'intera penisola anche per l'intero mese di ottobre e riguarda l'uva da tavola e il radicchio. La campagna, poi, sarà riattivata il prossimo dicembre per l'uva da tavola e il primo mese del 2019 per il radicchio tardivo. I rappresentanti dell'organizzazione interprofessionale hanno sottolineato il duplice obiettivo dell'iniziativa, che riguardano, in particolare, la tutela dei consumatori e la promozione delle eccellenze del settore agricolo italiano.
La campagna informativa ha trovato l'adesione di tutti i componenti del mercato con l'unione fra agricoltori, confezionatori, distributori e dettaglianti.
La fase informativa delle molteplici varietà di uva da tavola vede l'impegno di tutti i produttori e l'offerta di un raccolto di alta qualità e garantito da una coltivazione esclusivamente nazionale. "Un segnale e una opportunità importante per i consumatori italiani", continuano a rilevare all'organizzazione interprofessionale dell'ortofrutta nazionale, che riguarda anche la grande distribuzione per "comunicazioni dirette e innovative".
Il radicchio è la prima volta che è protagonista di questo tipo di campagna di divulgazione. Il risultato della produzione riguarda la qualità e la territorialità dei riconoscimenti di IGP, l'Indicazione Geografica Protetta, per le cinque varietà poste commercialmente in bellamostra: il Radicchio Rosso di Treviso, tardivo, lungo, tipico nel periodo invernale; di Chioggia, tondo e rosso e il Precoce di Treviso, disponibili in tutti i periodi dell'anno; il Variegato di Castelfranco, l'unico a 'cespo aperto' e di Verona, semilungo, tenero nella foglia, uno scrigno di sapore. Forme diverse, gusto inimitabile.
'Il sapore italiano al momento giusto', è lo slogan che accompagna la promozione, fra l'altro ben visibile negli spazi dei centri della grande distribuzione, ma anche nei mercati e nei negozi specializzati.

Pin It