Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

A Termini apre anche l'altro lato della cosiddetta "Galleria gommata" con aree di ristoro e servizi

Continua l'opera di riqualificazione e valorizzazione degli spazi delle stazioni ferroviarie della nostra penisola, che riguardava inizialmente 13 grandi strutture per poi coinvolgere molte altre, anche di limitate dimensioni, per raggiungere quasi il 90% del totale. Intanto riflettori accesi sulla 'Terrazza Termini' di Roma. In un colpo solo la Stazione più importante del Paese ha praticamente raddoppiato gli spazi a disposizione non solo dei viaggiatori, ma anche degli stessi residenti, per diventare luogo d'incontro e di servizio per il territorio, oltre che di trasporto e di treni. Quasi 3 mila metri/quadrati, che portano la superficie disponibile a 5 mila e 800 metri/quadrati affacciati sui binari per una originale e suggestiva visuale.
La 'Terrazza Termini' offre servizi di accoglienza e di ristoro di qualità per ogni gusto e a qualunque ora e anche aree attrezzate; comodità di sedute e tavoli; wi-fi free; impianti audiovideo modernissimi ; monitor e maxischermi aggiornati continuamente per gli interessati sull'andamento del traffico ferroviario con gli orari degli arrivi e delle partenze.
La Stazione Termini è la principale d'Italia con un via-vai annuale intorno ai 165 milioni di persone e punte massime giornaliere che superano il livello delle 620 mila. Milano, per dire, staziona a 140 milioni di visitatori l'anno. La Stazione Termini è fornita di otto ascensori panoramici per raggiungere la 'Terrazza' al primo piano, che sovrasta in entrambi i lati la cosiddetta 'Galleria gommata'; quattro scale mobili e un paio fisse; sistemi antincendio all'avanguardia e videosorveglianza assicurata da 44 telecamere ad alta dimensione collegate direttamente alla Sala Operativa della Polizia Ferroviaria e a quella di controllo di GrandiStazioni Rail. Un altro passo verso il completamento del progetto interno, che, però, dovrebbe riguardare anche la zona circostante ormai entrata nel capitolo del degrado.
"Una stazione moderna, che sarà ancor più potenziata attraverso la realizzazione del parcheggio sopraelevato per 1.400 posti-auto", ha rilevato Silvio Gizzi, amministratore delegato di GrandiStazioni Rail.
"La Stazione Termini è fra le più grandi e importanti d'Europa", ha ricordato Carla Cattani, presidente di Rete Ferroviaria Italiana, "ed per questo che è stato deciso di sviluppare e concretizzare un nuovo modello, passando da un luogo dove si arriva o si parte da un viaggio a veri e propri punti di aggregazione, piazze delle città. Accoglienti e sicure".
E in piazza dei Cinquecento l'impegno dovrebbe riguardare sia l'amministrazione comunale che le forze dell'ordine. Virginia Raggi, alla guida dell'amministrazione comunale monocolore pentastellata, ha sottolineato le bellezze offerte dalla Città Eterna a pochi passi dalla Stazione Termini, fra testimonianze archeologiche, architettoniche e storiche dell'Antica Roma e musei con le immancabili pregevoli esposizioni.
La 'Terrazza Termini' è stata costruita in vetro e acciaio ed facilmente raggiungibile dalla cosiddetta 'Galleria gommata' accessibile da piazza dei Cinquecento, da via Giovanni Giolitti e via Marsala", ha aggiunto Alberto Baldan, amministratore delegato di Grandi Stazioni Retail.
L'investimento complessivo è stato di quasi 32 milioni di euro. 25 milioni e 600 mila euro di fondi pubblici e il resto di GrandiStazioni Rail. I lavori erano inuziati nel 2012.
La 'Terrazza Termini' è frequentabile tutti i giorni dell'anno dalle 5 alle 24. 133, adesso, i punti commerciali, che offrono un'occupazione a quasi duemila persone.

Pin It