Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Moltiplicate le iniziative dell'associazione Salvamamme. Alla Regione Lazio consegnati prodotti utili per l'infanzia

'Nursey 2.0&i Bambini crescono', è la nuova, ennesima iniziativa dell'associazione Salvamamme, che ha consentito di sostenere "marginalità sociali" e fronteggiare "povertà estreme" di donne durante la gravidanza e nei primi anni di vita dei bambini. 700 le famiglie assistite con questo progetto di 57 nazionalità, in gran parte italiane. Consegnato ogni tipo di prodotto utile alla causa. Alla giornata, occasione per illustrare i risultati del progetto solidale e dell'attività dell'associazione, hanno partecipato, fra gli altri, l'attrice Barbara De Rossi, presidente onorario di Salvamamme e Grazia Passeri, vero motore delle azioni della struttura romana e Alessandra Troncarelli, assessore alle Politiche Sociali e al Welfare della Regione Lazio.
Molteplici e variegate le iniziative dell'associazione. Intanto dallo scorso maggio Zoomarine ogni mese ospita i bambini da festeggiare per il rispettivo compleanno. Una giornata speciale e particolare con tanto di finale tradizionale a base di torta comune preparata dallo chef Bruno Brunori.
'Ciambella di salvataggio' ha visto una decina di maestri del gusto dolce e salato intervenire a sostegno dell'associazione con una parata di bontà.
Quarta stagione di 'Gelato in sospeso'. Nei pomeriggi assolati alcune gelaterie, che hanno aderito al richiamo di Salvamamme, offrirà ai giovanissimi il tipico
prodotto estivo rinfrescante e anche nutriente.
In oltre vent'anni l'associazione, che continua ad essere presa di mira dalla vandalica intrusione notturna dei malviventi nel punto di riferimento di via Bernardino Ramazzini, ha sostenuto migliaia di persone in difficoltà economiche e sociali. "Fin dal 1993 l'obiettivo dell'attività di volontariato", ha ricordato Grazia Passeri, presidente di Salvamamme, "è stato quello di evitare l'abbandono incontrollato e indiscriminato dei neonati da parte delle donne con gravi disagi. Poi l'interesse ha riguardato anche la parte psicologica e pratica, che, pian piano, ha coinvolto anche chi è stato vittima di violenze, soprusi e sopraffazioni non solo domestiche". Negli ultimi dieci anni sono state assistite oltre diecimila famiglie con almeno ventimila bambini di un centinaio di nazionalità, fra cui un/quarto italiane. Salvamamme ha consegnato di tutto, fra alimenti, vestiario, prodotti per l'igiene, giocattoli, lettini, carrozzine, passeggini e ogni altra utilità, per un totale che ha valicato quota 3 milioni e 400 mila. Una media di 170 confezioni a bambino per un valore complessivo stimato in almeno 12 milioni di euro.
Salvamamme ha trovato una valida collaborazione nel principe Carlo di Borbone delle Due Sicilie, alla guida del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, attraverso la sorella Beatrice, la principessa Camilla e le figlie Maria Carolina e Maria Chiara, in un paio di iniziative, 'La Valigia di Salvataggio' e, proprio, 'Nursey in rete&i Bambini crescono'.
La Regione Lazio ha offerto anche una 'spesa speciale' a un centinaio di famiglie svantaggiate.
Le Fiamme Oro del rugby hanno annunciato una raccolta-fondi e progetti nelle scuole per sostenere la prevenzione e le difese dei minori.
All'impegno di Salvamamme sono collegati, oltre all'esercito di volontari, anche quasi trecento associazioni.

Pin It