Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Cerealia. Iniziative in quattro regioni della nostra penisola. Ospite nell'ottava edizione la Repubblica di Malta

Quattro regioni. Calabria; Lazio, con Roma capofila; Lombardia e Sicilia. La Repubblica di Malta è l'ospite d'onore dell'ottava edizione di Cerealia, il festival dei cereali. Simbolico taglio del nastro della manifestazione all'Istituto della Enciclopedia Italiana. A Palazzo Mattei di Paganica, fra l'altro, è previsto anche il passaggio del testimone dall'Unione Europea all'isola mediterranea. La città più importante, La Valletta, nel 2018, è Capitale Europea della Cultura, in compagnia artistica dell'olandese Leeuwarden. La massima rappresentante diplomatica dell'Ambasciata di Malta in Italia Vanessa Frazer è presente negli incontri istituzionali e anche nella promozione turistica dai riflessi enogastronomici. All''Off Off Theatre' di via Giulia, a Roma, serata clou proprio per esaltare 'Malta, nel cuore del cuore del Mediterraneo'.
Molteplici e variegate le iniziative con riflettori puntati quest'anno sull'ambiente e il paesaggio. Il 2018 è anche l'Anno Europeo del Patrimonio Culturale e quello del Cibo Italiano. La festa dei cereali, che anno-dopo-anno, allarga il numero delle manifestazioni e l'interesse, è ispirato ai Vestalia e a Ludi di Cerere dell'Antica Roma. Il festival valorizza lo scambio e l'arricchimento interculturale fra i paesi del Mediterraneo.
All'ecologia marina e alla salvaguardia degli ambienti costieri è dedicata la giornata del 10 giugno a Sabaudia con l'apertura straordinaria dell'archeologica Villa di Domiziano. In programma il giorno prima a Roma, la visita ai sotterranei di San Clemente, organizzata dall'ArcheoCkub e alle opere di Caravaggio.
Cerealia, però, ha il filo conduttore ben delineato sull'alimentazione e alle variegate diramazioni. All'Istituto di Sociologia Rurale di via dei Rutoli presentazione del libro di Luigi Rinaldi, 'Il pane di Vicovaro' e l'esposizione fotografica, 'Tutti a tavola', di Teresa Mancini. Ai vari appuntamenti sono coinvolti anche i centri di ricerca scientifica come il CNR e l'ENEA.
Da Roma al Lazio per manifestazioni e rassegne promosse a Magliano Sabina, che per i 150 anni dalla scomparsa di Gioacchino Rossini, allestisce una degustazione di piatti apprezzati dal musicista, a cura del locale Istituto dell'Enogastronomia e dell'Ospitalità Alberghiera; ad Albano laziale; ad Artena con il Mercato Contadino e i prodotti a 'chilometro zero'; alla Fattoria di San Nicola dove sono previste musiche, pranzi e visite guidate; al Parco del Circeo; a Tarquinia Lido e a Velletri con un tour all'Orto Pellegrino.
La Calabria accoglie la tappa a Vibo Valentia per la degustazione dei prodotti biologici a base di cereali e un paio di incontri sull'importanza dell'acqua.
In Sicilia sono coinvolte Palermo, la spiaggia di Mondello con l'opera multimediale di Monica Conversano con al centro l'inquinamento marino causato in gran parte dall'abbandono delle plastiche e l'Isola delle Femmine. Il capoluogo siciliano, fra l'altro, nel 2018 è Capitale italiana della Cultura.
Posticipate al prossimo autunno le iniziative programmate in Lombardia attraverso la rete di Cerealia, che collabora con l'ENEA e l'Accademia delle Scienze per il 'Wheats&Woman: International Conference and 'Carlotta Award'', prima edizione del premio per ricercatrici nel campo dei cereali, prevista a Roma il 14 e il 15 giugno, al di là della chiusura ufficiale fissata per il 10 giugno.
Angolo importante, storico, dedicato e riservato ai grani perenni e a quelli riscoperti e ritrovati anche per la scarsa quantità di glutine e l'opportuno uso in cucina per la preparazione di biscotti e pani poco lievitati, tipo focacce, pan cake e piadine. La prova agronomica italiana sul grano perenne è stata effettuata con la semina nel dicembre del 2011 nell'hinterland romano, a Montelibretti, nella valle del Tevere, di nove genotipi. Due le varietà di grano tenero, di origine australiana, Wedgetail ed Enesco.

Pin It