Disco rosso per chi accompagna i turisti con il nuovo Regolamento di Roma Capitale

L'amministrazione monocolore pentastellata di Roma Capitale riscrive il Regolamento che riguarda la circolazione cittadina dei pullman turistici e ridisegna i confini delle aree consentite al passaggio e quelle destinate alla sosta.
L'annuncio, a più voci, è arrivato dopo l'approvazione della delibera delle zone a traffico limitato da parte della Giunta romana. Linda Meleo, assessore alla Città in Movimento; Enrico Stefàno, presidente della Commissione Mobilità e Luca Avarello di Roma Servizi per la Mobilità, hanno illustrato nella Piccola Protomoteca del Campidoglio le nuove disposizioni comunali, che, prima della concreta attivazione dovranno essere visionate da tutti i municipi. Solo osservazioni non vincolanti dai consigli ex circoscrizionali, poi il documento tornerà in Campidoglio per lo scontato voto definitivo da parte dell'assemblea dell'aula Giulio Cesare. Per completare l'iter saranno necessari almeno trenta giorni e, viste anche le prossime festività di Natale e di fine anno, i nuovi provvedimenti non scatteranno prima di metà gennaio del 2018.
Alleggerimento del traffico veicolare pesante e dell'inquinamento; abolizione degli abbonamenti annuali iniqui, che favorivano una concorrenza squilibrata e aree per il parcheggio dei bus.
Intanto l'istituzione delle ZTL A, B e C per i pullman. Disco rosso al centro storico, passaggio consentito solo alle scolaresche e per raggiungere gli hotel e gli alberghi con almeno quaranta camere. Entrata e uscita in un tempo prefissato e solo per trenta bus.
Preferibile, per quanto possibile, la circolazione leggera e dei mezzi elettrici. L'accessibilità programmata rimane tutti i giorni nell'area del Vaticano e anche in quella del Colosseo. Limitata e con anticipata prenotazione. Cancellate le soste brevi di quindici minuti in via del Teatro Marcello, in via Milano e a San Gregorio. Sostituiti e aumentati gli stalli per gli autobus nelle ZTL A e B. In precedenza la fermata media era di 2 ore. Salirà di sessanta minuti. 3 ore. "Salvaguardare il patrimonio storico-artistico e architettonico della città", ha rilevato Linda Meleo.
L'amministrazione comunale ha messo mano anche alle tariffe. "Il Regolamento del 2014 prevedeva abbonamenti annuali di 2.300 euro", praticamente 6 euro equalche centesimo al giorno, "per illimitati ingressi nel centro storico", ha sottolineato Enrico Stefàno. Le tabelle aggiornate e prossimamente in vigore stabiliscono l'acquisto di 300 tagliandi giornalieri a 23.650 euro; 200 ingressi a 17.550 euro; 100 ticket a 9.750 euro e 50 biglietti a 5.400 euro. Tariffe valide per gli euro 6. Gli operatori dei bus turistici euro 5 potranno acquisire 300 ingressi per la quotidianità a 24.950 euro; 200 biglietti a 18.450 euro; 100 permessi a 10.250 euro e 50 ticket a 5.700 euro. Per i pullman euro 4 300 ticket costeranno 26.250 euro; 200 permessi a 19.450 euro; 100 biglietti a 10.800 euro e 50 ingressi a 6 mila euro

 

Pin It

On line

Abbiamo 23 visitatori e nessun utente online