Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Raccolta fondi con il Dynamo Team Challenge in Toscana per consentire la terapia ricreativa a numerosi giovani

Ogni stagione una novità. Un originale test atletico, sportivo, d'abilità. Il programma dell'ultimo week-end di maggio allunga le offerte per gli appassionati e amplia le possibilità delle esibizioni. Per alcuni temerarie. Coraggiose. Alle tradizionali prove di ciclismo, podismo, arrampicate e tennistiche sono state aggiunte le pagaiate a bordo delle canoe e la 'caccia al tesoro', mix di costanza, pazienza, intuito e logica.
Il Dynamo Team Challenge rinnova l'appuntamento, il 26,e il 27 maggio, nell'incantevole scenario dell'Oasi affiliata al WWF. 900 ettari sull'Appennino Tosco-Emiliano, compreso fra i 500 e i 1.100 metri sul livello del mare, nella provincia di Pistoia, in particolare nella zona di Limestre. La partecipazione delle squadre, anche aziendali, è finalizzata alla raccolta dei fondi, che sommati alle offerte degli sponsor e alle donazioni dei comuni cittadini, compreso il 5x1000 delle dichiarazioni dei redditi, consentirà di organizzare l'accoglienza gratuita nel Dynamo Camp dei giovani fra i 6 e i 17 anni affetti da patologie gravi e croniche per seguire programmi di terapia ricreativa, in alcuni casi accompagnati anche dal rispettivo nucleo familiare. Le attività sono promosse al Dynamo Camp e in outreach in ospedali, case-famiglia e a bordo del truck in tour nelle maggiori città italiane. Con l'arrampicata, l'equitazione, il tiro con l'arco e in acqua, fra l'altro, la terapia ricreativa ha l'obiettivo dello svago e del divertimento, ma anche e soprattutto di essere uno stimolo per le potenziali capacità dei bambini e in grado di rinnovare la fiducia e la speranza. Dal 2007, anno d'esordio per sollecitazione e iniziativa dell'attuale presidente Vincenzo Manes, Dynamo Camp ha ospitato gratuitamente 6.570 minori in programmi per 'Soli Camper'; 6.437 giovani e genitori in quelli per le famiglie e raggiunto 16.833 ragazzi in outreach. In questo periodo, inoltre, sono stati coinvolti 5.481 volontari. E, poi, medici, infermieri, assistenti e personale professionalmente specializzato e adeguato. 54 i dipendenti e 75 gli stagionali. Dynamo Camp può contare su oltre 140 ospedali e anche su associazioni sparse in tutta Italia. L'iniziativa segue quella americana, la Pan Massachusetts Challenge e la National Geographic Expedition. La Pan, in particolare, è una delle principali iniziative degli Stati Uniti, in grado di raccogliere in 38 edizioni, dal 1980, 598 milioni di dollari destinati all'importante ricerca contro le varie forme di tumore.
Nel corso delle stagioni, iniziate nel 2013, alle giornate del Team Challenge, hanno partecipato 2.200 appassionati, che hanno fruttato oltre 820 mila euro, al di là dei 480 mila euro arrivati dalle sponsorizzazioni. All'appello è iscritto anche il Circolo Canottieri Aniene, che ha ospitato l'appuntamento per illustrare l'edizione 2018, attraverso il presidente del CONI Giovanni Malagò. L'ambizioso limite di quest'anno è di superare i 200 mila euro. Numerosi i testimonial, che via-via hanno alternato o stabilizzato le apparizioni. Nell'occasione è attesa la plurimedagliata olimpica nella scherma, Elisa Di Francisca, che ha anche ufficializzato il ritorno sulle pedane, atteso per il 9 giugno agli Assoluti di Milano.
L'edizione targata 2018 ha trovato il puntuale sostegno della FederCiclismo, visto il ventaglio previsto: quattro prove fra il percorso competitivo di 29 chilometri e 500 metri; quello corto, amatoriale, di una quindicina di chilometri; la cicloturistica di 55 chilometri, in cui è consentita anche la due ruote con pedalata assistita e la temuta granfondo di 120 chilometri con un paio di difficoltose scalate fra bellezze naturali, dei paesaggi e del lago di Suviana e del Castello medievale di Castel di Casio. Iscrizione sicura per il 26 maggio del direttore di Sky Sport HD Giovanni Bruno, assoluto aficionado della disciplina.

Pin It