Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Stampa

Fino al 1° maggio al Laghetto dell'Eur giochi, esibizioni, musica, sport all’aria aperta per tut

Anche quest’anno riparte Sport in Famiglia. La 7a edizione coincide con un rilancio importante per lo Sport capitolino, ricco di eventi e di novità. L’appuntamento si rinnova al Laghetto dell’Eur dal 21 aprile al 1° maggio.
Tra le principali novità di quest’anno il simulatore di Surf, con cui misurare il proprio equilibro e provare la sensazione di cavalcare le onde giganti come dei veri surfisti, ma anche la torre Jumping con cui cimentarsi in un lancio da paracadutista da 4 mt di altezza.
Tantissime anche le discipline acquatiche che coinvolgeranno campioni e atleti, con lezioni teoriche e prove pratiche per tutte le fasce d’età, grazie alla collaborazione delle Federazioni di Motonautica, di Vela e Sci Nautico. Gli amanti della Canoa e del Canottaggio potranno provare anche il caratteristico Dragon Boat, di origini cinesi, che prevede gare tra colorate imbarcazioni. La manifestazione si tingerà di rosa per una competizione speciale di questa disciplina che sarà affrontata dagli equipaggi dell’Associazione “Abbraccio Rosa”,
insieme a Donna Più Lilt Latina e Andos Girl di Civitavecchia: una sfida a colpi di pagaia di donne che hanno vissuto o vivono ancora l’esperienza del tumore al seno.
Gare di SUP oltre alle acrobatiche esibizioni di importanti campioni, come Roberto Mariani, primo nel Ranking mondiale di Freestyle Moto d’Acqua e di Fabrizio Baglioni per il Flyboard che, quasi per magia, nella sua tuta spaziale volteggia sull’acqua nel cielo dell’Eur.
Suggestive saranno inoltre le dimostrazioni di salvataggio in acqua della Scuola Italiana Cani da Salvamento SICS Tirreno.
Evoluzioni di deltamotori, paramotori e droni a cura dell’Aero Club d’Italia. A tenere il pubblico con il fiato sospeso ci penserà poi un team di 10 atleti della Società Sportiva Lazio Paracadutismo e l’Aero Club Real Lazio che effettuerà la prima competizione italiana Sperimentale di Swoop Freestyle e un lancio di Speed Skydiving nei giorni 28, 29 Aprile e 1° Maggio.
Tra le tante avvincenti competizioni che si alterneranno, la Gara Regionale Giovanile di Motonautica e quella di Tiro a Segno, valide per le selezioni del "Trofeo CONI".
Tra i fini, oltre quello di far praticare delle sane attività sportive, "Sport in Famiglia" intende stimolare fortemente il senso di
aggregazione e socializzazione di tutti i partecipanti, veicolando veri e propri poteri in grado di aiutare i giovani nei diversi ambiti della vita: le influenze positive si ritrovano, infatti ogni giorno nella capacità di stare con gli altri, ascoltare, condividere, saper dire nel giusto modo ogni cosa, ma soprattutto resistere e superare anche gli ostacoli più duri. Ogni disciplina racchiude diversi valori fondamentali come la lealtà, lo scambio culturale, il rispetto per l’altro, il dover accettare fallimenti e vittorie.
Per il secondo anno consecutivo, grazie ad un protocollo d’intesa raggiunto con l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata unitamente ad altri Istituti Superiori, si conferma il coinvolgimento da parte di oltre 200 alunni, grazie al progetto alternanza Scuola-Lavoro, che rappresenta senza dubbio uno dei punti di forza della manifestazione. Il crescente numero degli Istituti che hanno aderito – tra i quali l’I.P. Santa Maria di Monterotondo, l’I.P. Kennedy di Frascati, l’I.I.S. De Pinedo-Colonna, l’I.P.S. Giulio Verne, il Liceo Ginnasio Benedetto da Norcia e il L.S. Ettore Majorana di Roma - è la dimostrazione del riconoscimento, da parte dei dirigenti scolastici, del valore dei contenuti di quest’iniziativa.

In ogni edizione si sono toccati temi di grande rilevanza, come il fenomeno del bullismo o della lotta contro il razzismo e le discriminazioni in generale. Una grande novità del 2018 è l'introduzione del progetto "Strategy for youth", che mira a riportare i giovani al centro del processo decisionale politico, in particolare in questa iniziativa, quello sportivo, in una prospettiva di riflessione comune permanente sulle priorità di attuazione della collaborazione nazionale nel campo delle politiche giovanili in una dimensione europea. L’obiettivo è quello dell’integrazione e l’inclusione sociale, al fine di ridurre il divario tra giovani, istituzioni e responsabili delle politiche nel settore della gioventù e porre solide basi per una reale comunicazione, che consentirebbe la costruzione di politiche concertate per le generazioni che verranno.
In due giornate particolari, quelle del 26 e del 27 aprile, il villaggio sarà riservato agli alunni di alcune scuole di Roma e del Lazio, i quali potranno imitare i loro campioni, cimentandosi nei loro sport preferiti con l’aiuto degli istruttori.

Categoria: Attualità