Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

In vent'anni l'associazione ha sostenuto migliaia di persone in difficoltà economiche e sociali

Festeggia i vent'anni di assoluto impegno non solo socialsanitario Salvamamme, ma c'è chi sussurra che il periodo sarebbe ancor più ampio, in quanto i primi interventi determinanti risalirebbero al 1993. Grazia Passeri, presidente del gruppo sempre più numeroso di volontari, oscilla fra i ricordi e le prospettive future. All'inizio l'obiettivo era quello di evitare l'abbandono drammatico e incontrollato dei neonati da parte di donne con gravi disagi, poi l'interesse ha riguardato anche il sostegno psicologico e pratico, che pian piano ha allargato l'impegno. Salvamamme, che ha alla presidenza onoraria l'attrice Barbara De Rossi, ha sostenuto migliaia di donne vittime di abbandono e violenze e famiglie in grande difficoltà socio-economiche. Distribuite notevoli quantità di beni di prima necessità. Negli ultimi dieci anni, in particolare, sono state assistite oltre diecimila famiglie con almeno ventimila bambini di un centinaio di nazionalità, fra cui un/quarto italiane.
Alla giornata di celebrazione hanno partecipato, fra l'altro, monsignor Augusto Paolo Lojudice, vicario della Diocesi di Roma Sud e Debora Diodati, presidente della Croce Rossa cittadina, che in via Bernardino Ramazzini ospita il riferimento di Salvamamme.
Marta Leonori, consigliere della Regione Lazio, ha ricordato la volontà dell'amministrazione guidata da Nicola Zingaretti di rafforzare la disponibilità dei centri antiviolenza; case 'sicure' e iniziative per il reinserimento delle donne vittime di abbandoni e maltrattamenti domestici e con figli, per i quali sono previste anche la promozione di borse di studio. Regione impegnata all'aggiornamento delle normative, anche se sarebbe fondamentale un miglioramento della sensibilità dell'opinione pubblica e di una cultura civica, che sembra sempre più dimenticata.
Grazia Passeri ha rilevato anche la necessità di poter gestire una struttura autonoma; la collaborazione con i sanitari del Policlinico 'Umberto I' e del 'San Camillo'; l'azione sociale dell'associazione con la garanzia delle opportune vaccinazioni per il minore e la possibilità del cosiddetto 'parto anonimo' e, così, evitare il tragico e indiscriminato abbandono. Per il neonato è costantemente disponibile alla 'boutique' il corredino e il sostegno psicologico per la madre. Fra alimenti, vestiario, prodotti per l'igiene, giocattoli, lettini, passeggini, carrozzine e ogni altra utilità le consegne sono state oltre 3 milioni e 400 mila, con una media per ogni bambino di 170 confezioni e oggetti, per un valore economico stimato al di là dei 12 milioni di euro.
Salvamamme ha trovato anche una valida collaborazione nel principe Carlo di Borbone delle Due Sicilie, alla guida del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, che attraverso la sorella Beatrice, la principessa Camilla e le figlie Maria Carolina e Maria Chiara, in un paio di iniziative: 'La Valigia di Salvataggio' e 'Nursey in Rete 2.0 & i bambini crescono'. Dal giugno del 2017 sono stati distribuiti a quasi 800 minori oltre centomila fra capi di abbigliamento, alimenti, giochi, carrozzine, passeggini, box e libri per un valore di 500 mila euro. E come vincitrice del bando la Regione Lazio ha offerto una 'spesa speciale' a cento famiglie disagiate.
Massimiliano Bizzozero, rappresentante dei progetti sociali delle Fiamme Oro del rugby, ha annunciato una iniziativa sull'impianto romano della squadra della Polizia per una raccolta-fondi e, poi, progetti nelle scuole anche per sostenere la prevenzione e le difese dei minori.
All'impegno di Salvamamme sono collegate quasi trecento associazioni.
Consegnato nel corso della giornata a Debora Diodati un bassorilievo in argento dipinto con smalti a fuoco realizzato artigianalmente dall'orafo Michele Affidato; la principessa Camilla di Borbone delle Due Sicilie, dopo gli importanti riconoscimenti internazionali, è stata nominata ambasciatrice del Salvamamme nel mondo; spente le candeline sulla torta, 'ogni bambino è un piccolo principe', proposta da Valentina Passeri; assaporate le prelibatezze di 'Madagascar l'origine del cioccolato' di Natalino De Santis e i piatti preparati dallo chef Bruno Brunori accompagnati dai vini 'Enosis' di Carlo Dugo.

Pin It