Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Stampa

Rapporto promosso dagli industriali del settore, da cui emerge l'aumento della produzione e del riciclo

Aumenta la produzione di vetro nel triennio 2016-2018, come il fatturato, +6% e gli investimenti in tecnologie e innovazione, +44,2%. 33 milioni di euro solo per la salvaguardia ambientale e la sicurezza. Il settore ha considerevolmente ridotto il cumulo dei rifiuti e il consumo idrico e favorito l'economia circolare issando il livello del riciclo ad oltre il 76%. Sale anche l'utilizzo delle fonti rinnovabili per l'energia, nel 2018 ha superato il 26%. Non migliorano le percentuali di emissioni inquinanti nell'aria, ma neanche peggiorano e, quindi, potrebbero essere considerate stabili.
I dati emergono dal primo Rapporto di Sostenibilità di Assovetro, l'Associazione nazionale degli industriali del materiale non inquinante, immortale e altamente igienico, che aderiscono alla Confindustria. La ricerca di Ergo, riferimento dell'Università pisana 'Sant'Anna', ha coinvolto diciotto aziende, la maggior parte produttrici di vetro cavo e le altre di quello piano, che rappresentano complessivamente il 90% della presenza nel nostro Paese. Quasi 4 milioni e 400 mila tonnellate di vetro prodotte nel 2018 con una consistente lievitazione rispetto al 2016. Oltre la metà delle società sono impegnate nella realizzazione dei contenitori per gli alimenti; il 16% di vetri per l'edilizia e il settore automobilistico e il resto riguarda la produzione di lampade e di altri derivati finalizzati al commercio.
Il giro d'affari complessivo è cresciuto soprattutto attraverso il mercato interno. Nel periodo compreso fra il 2016 e il 2018 sono stati investiti oltre 298 milioni di euro destinati agli impianti con una crescita del 44,2%. La spesa riguarda soprattutto la ricerca e lo sviluppo. 33 i milioni di euro destinati all'ambiente e alla sicurezza. Gli investimenti hanno migliorato ogni aspetto della produzione e favorito l'innovazione e l'aggiornamento tecnologico per una commercializzazione indiscriminata. Gli investimenti hanno favorito il pass per la serata e migliorato ogni aspetto della produzione e favorito l'innovazione e l'aggiornamento tecnologico.
"I contenitori di vetro sono universalmente giudicati come garanzia di sicurezza alimentare e ambientale", hanno rilevato i rappresentanti di Assovetro. "L'Italia al momento è il secondo Paese in Europa per quantità di contenitori prodotti dopo la Spagna".
Questo scenario favorisce l'occupazione, +1,4 rispetto al 2016 con contratti stabili nel quasi 90% dei casi. La formazione per la preparazione professionale e la sicurezza degli operatori è crescente come la presenza femminile, anche nei ruoli e nelle funzioni dirigenziali. E il maggior impegno economico ha notevolmente migliorato le condizioni di lavoro e aumentato il livello di sicurezza. "Il vetro è il materiale generalmente riconosciuto come riferimento per il contributo sia ambientale che economico. E il vetro è in grado di garantire", ha sottolineato il presidente dell'Associazione Graziano Marcovecchia. Un materiale altamente igienico, praticamente immortale, in quanto riciclabile all''Infinito.

Categoria: Ambiente